1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. diabolique1984

    diabolique1984 Nuovo Iscritto

    vi espongo la situazione:
    a fine settembre firmo un contratto di appalto per ristrutturare la mia casa. concordiamo vari anticipi e lavori. iniziano i lavori, pago il 25%, poi c'è da comprare un pavimento, pago un altro 25% fidandomi della ditta (i lavori fatti fino a quel momento non coprono l'importo dato) la ditta dà l'anticipo a terzi, poi SPARISCE.
    riesco a incontrarmici e dicono di NON voler più continuare i lavori. non mi ha dato una giustificazione valida, e ho resistito da "sporcarmi le mani". li ho minacciati di mettere l'avvocato, niente.

    Cercando su internet sembra che il tizio aveva avuto un altra ditta, pure quella con tutti i numeri staccati, idem la compagna. sembra proprio una cosa organizzata.

    La partita IVA sul sito dell'ade risulta attiva da maggio 2011

    ora cellulari spenti, spariti.

    Ho pagato sempre con bonifico per ristrutturazione, tutto tracciato. non capisco come diavolo possa succedere questa cosa.

    sul contratto la consegna era prevista per l'1/11, già passato. mi trovo con casa che è un cantiere, con il 50% dei lavori pagati (ma quelli fatti non coprono nemmeno la metà), nessun materiale che copra tale spesa, e la ditta è sparita.

    cosa devo fare?!

    posso ritenere il contratto risolto e mettere un altra ditta almeno? sto fuori casa!!!:triste:
    faccio foto o cose simili?
    non mi ha fatto comunicazione scritta ne niente, semplicemente non vuole continuare i lavori (truffa!!!!!) e ha disattivato tutti i cellulari

    Mi hanno lasciato cosi, in mezzo alla strada
     
  2. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Una bella denuncia per truffa no ? Se erano a conoscenza di una loro situazione finanziaria disastrata che avrebbe loro impedito di svolgere i lavori e ti hanno chiesto lo stesso soldi in anticipo si può ravvisare l'elemento del dolo.
     
    A bolognaprogramme piace questo elemento.
  3. diabolique1984

    diabolique1984 Nuovo Iscritto

    La farò sicuramente, ma come mi muovo? Posso mettere un altra ditta? Devo fare foto?

    La denuncia cosa comporta? Posso sperare di ottenere qualcosa?
     
  4. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Pur non avendo la palla di vetro :risata: per rispondere alle sue domande ovvie, da quanto racconta non potrà non mettere..... l'avvocato:occhi_al_cielo: per tutelarsi da questi personaggi.....pardon truffatori.
    Sembre proprio una cosa organizzata :shock:
     
  5. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    potrebbe essere organizzata oppure no, sicuramente i tuoi contraenti sono stati scorretti

    per poter risolvere, posto che la necessità di dover fruire correttamente della tua casa è priporitaria, dovresti incaricare un perito (non hai un Direttore lavori?) che stimi correttamente le opere realizzate anche in forza dei prezzi pattuiti e poi potrai incaricare altri per il completamento
    con questa stima e un'ulteriore stima dei danni provocati dalla situazione, puoi agire contro l'impresa, la sensazione però è che loro non avranno nulla da pardere qiondi rischi di spendere ancora per nulla

    il punto tecnico sui lavori però è indispensabile, serve a pararti nel caso l'impresa decdesse di tornare a farsi viva epotrebbe addirittura citarti per inadempienza
     
  6. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi trovo perfettamente d'accordo con l'avvocato. In questi casi è impossibile prescindere dall'appoggio di un bravo legale che imbastisca un'azione giudiziaria nei confronti dei truffatori.
    Il "fai da te" è oltremodo rischioso.
     
  7. diabolique1984

    diabolique1984 Nuovo Iscritto

    grazie mille per i suggerimenti. Ho incaricato un avvocato che ha prontamente inviato una lettera in a/r per la risoluzione immediata del contratto per grave inadempienza cosi da permettere i lavori con altra ditta.

    Decideremo insieme come procedere poi penalmente/civilmente.

    E' assurdo che esistano persone che campano in questo modo comunque, è una vergogna.

    PS: il direttore dei lavori sul contratto era il tizio stesso della ditta.
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    e questo è solo linizio, se andiamo avanti di questo passo, non so dove andremo a finire, dove per ottenere un diritto ci impieghi anni e un sacco di soldi senza nessuna garanzia di ricuperare quanto da te speso, questi elementi sono protetti dalle istituzioni, e se per sbaglio li tocchi ti denunciano pure tanto loro non hanno niente da perdere ciao:daccordo:
     
    A bolognaprogramme piace questo elemento.
  9. Giovanni de Matteis

    Giovanni de Matteis Nuovo Iscritto

    Attenzione !!!!!
    Pagare SEMPRE a constatazione dello stato di avanzamento dei lavori.
    Non è il primo caso che succede, puoi senzaltro dare mandato ad altra ditta, quanto alla denuncia per truffa se, sicuramente, non hanno niente da perder ci rimetterai pure le spese ! Insomma...."cornuto e mazziato"...
     
  10. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Questo è un grave errore, ossia accettare di mettere una persona che ha come compito primario controllare la buona esecuzione dei lavori (dovrebbe fare gli interessi della committenza) e farlo coincidere con un esponente interno o collaboratore della Ditta.

    Può succedere che sia la committenza a proporre il "pacchetto completo" come mi era successo ai tempi; occhio però che in caso di problemi difficilmente uno interno alla ditta (messo li come direttore dei lavori fa gli interessi della committenza).

    Oltre ad una nuova impresa dai l'incarico anche ad un Nuovo Direttore dei Lavori di tua fiducia, che (essendo pagato direttamente da te e non dalla Ditta di turno) farà i Tuoi interessi, e per farlo basta che come committente comunichi al Comune che a partire dalla data tal dei tali il nuovo professionista (perchè un professionista solo potrebbe fare la Direzione lavori) è il Nuovo Direttore dei Lavori.
     
  11. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    In caso di truffa non ci rimetti le spese perchè in caso di sentenza sicuramente ti danno ragione, il problema è che quando ti trovi in casi come questi (per arrivare a sentenza il tutto non è immediato).

    Spiace anche a me sentire queste cose perchè avendo un'impresa edile ed essendo anche libero professionista, e sempre un duro colpo che prende tutto il settore (anche per chi lavora in modo serio), perchè subito si tende a fare di tutta un erba un fascio.

    Mi auguro diabolique che riesci a trovare del operatori seri (Un vero Direttore dei Lavori) ed una Impresa seria.
     
  12. diabolique1984

    diabolique1984 Nuovo Iscritto

    Grazie per il supporto psicologico. E' dura anche solo ricominciare a fare preventivi ecc, rimanendo fuori casa già da un mese.

    Ma non mi fermo di certo, andrò avanti con tutti i mezzi possibili per recuperare ciò che mi spetta. questi maledetti sperano proprio che la gente demorda per costi legali e tempistiche della burocrazia.

    Forse per la cifra non ne varrebbe la pena, ma qualcuno deve pur fermarli o almeno provarci. che gente di m....a.mah

    Comunque i prossimi che ho contattato hanno già fatto lavori a amici ma mi hanno chiesto il 60% di acconto, ma non è troppo!? è vero che devono comprare la caldaia, ma mi pare esagerato e stavolta non voglio sbagliare.
     
  13. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Beh in effeti non è poco il 60%, però occore anche vedere i tempi totali di pagamento, vedere a quanti giorni dalla fine lavori arriverà l'ultima tranche.

    Poi bisogna vedere se per la fornitura di materiali (come spesso succede anche a me) il commitente decida (comunque in accordo con chi gli fa i lavori) di comprarsi lui le piastrelle ma di farle fatturare all'azienda in modo da avere un beneficio sull'IVA (10% anziche 21%), quindi ovviamente chi ti da la disponibilita (non ricaricando sul prezzo finale della fornitura) decida di chiedere più anticipo.

    Naturalmente sono leprime considerazioni che mi vengono in mente dalla mia esperienza non sapendo nulla di come hai gestito i tuoi contratti con loro.

    Il fatto comunque che siano conosciuti almeno ti da già delle garanzie di partenza ed è un buon segnale sicuramente.
     
  14. diabolique1984

    diabolique1984 Nuovo Iscritto

    no il pavimento lo prendo io a parte, loro di materiale hanno la caldaia, 2 termosifoni, il resto è manodopera per il sistema termico e il montaggio pavimento + pittura di casa).
    Sono tipo 4500 totali, di cui 600 di caldaia e 300 di termosifoni.

    mi ha detto 60% subito e resto a fine lavori (15-20gg).

    Per la fattura non ho capito bene, ma la ditta è "esente IVA", ma che vuol dire? dice che lui se compra paga l'IVA e poi se la scarica, ma se fattura lavori non mette IVA in fattura e non la paga (?!?!?!?!)

    ma me li trovo tutti io?
     
  15. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Quello che ti ha detto si chiama "reverse charge" hai questo ipo di rapporto però nel subappalto, in realtà non è che sei esente IVA ma il subappaltatore fa fattura senza IVA all'appaltatore e questo emette fattura con IVA dopo, ma in registro IVA segni anche l'importo IVA che dovresti versare al subappaltatore e lo pagha l'appaltatore. Il regime del reverse charge è servito allo stato per avere meno partite IVA da controllare e tutti gli oneri di versamento IVA sonoi capo all'appaltatore.

    Il tuo caso mi sembra diverso, però non saprei dirti così su due piedi, anche perchè la casisitica e tanto troppo varia....
     
  16. diabolique1984

    diabolique1984 Nuovo Iscritto

    a me ha solo detto di aver usufruito di una legge del 2003 se non erro per cui se tiene il reddito sotto una certa soglia è esente IVA, cioè non la paga e non la fa pagare (?!?!?!?).

    che balls...
     
  17. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    quello a cui si riferisce è il "Forfettone" se non erro il reddito era sotto i 30.000....però essendo io superiore a tale soglia non l'ho mai applicato.
     
  18. diabolique1984

    diabolique1984 Nuovo Iscritto

    il commercialista dice che non ci sono problemi, basta che indica in fattura la clausola che specifica il motivo per cui non è indicata l'IVA.

    e proviamo st'altra ditta, sempre con detrazioni. che stress!!!!!
     
  19. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    ma a te cosa interessa se applica l'IVA o meno l'importante che rilascia la ricevuta con la dicitura esente da IVA per xxxxx art. xxxx ciao
     
  20. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    secondo me è un piccolo artigiano che opera in contabilità semplificata, non ha praticamente contabilità, scarica un forfait dal fatturato

    certo che chiamarla impresa.....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina