1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. maxconte76

    maxconte76 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Buonasera,

    dopo le questioni relative alla cantina chiarite pochi post fa, lo stesso immobile da me visionato ha prodotto un ulteriore dubbio riguardante il soppalco.

    L'Agenzia Immobiliare infatti ha dichiarato che il soppalco dell'appartamento, essendo totalmente in legno e bullonato al muro in maniera "mobile" è configurabile come un elemento di arredo.
    Pertano non è soggetto ad accatastamento ed a particolari autorizzazioni comunali.

    Il ragionamento sarebbe il medesimo di un letto a soppalco... cioè... io ho un mobile su cui dormo, ancorato al muro, ma non per questo lo devo accatastare o dichiarare al comune.

    Inutile dire che questa risposta mi lascia perplesso perché comunque parliamo di una superficie calpestabile su cui porterei un letto per dormire (infatti il soppalco citato è adibito a zona notte). Come elemento di arredo e di abbellimento sarebbe davvero un po' grandicello.

    Pertanto (non potendomi basare sulla parola di un venditore che ha tutto l'interesse affinchè io acquisti l'immobile) volevo chiedervi, oltre ad un opinione a riguardo, se è un mio diritto interpellare e far vedere lo stato attuale dell'appartamento ad un tecnico di mia fiducia che possa confermare o meno questa interpretazione. In lternativa potrei andare all'ufficio tecnico del comune e sottoporre la questione direttamente a loro (senza s******are l'immobile, ma spiegando la situazione in maniera generica).

    Inoltre l'Agenzia ha confermato che il "mobile", in quanto tale, non verrebbe citato nell'eventuale rogito.
    Io invece vorrei che venisse inserito (qualora fosse appurata la versione del mobile) più o meno come segue "Il vano è comprensivo di elemento di arredo mobile in legno... etc etc...). Posso pretenderlo?

    Grazie per l'attenzione! :)
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se fossi in te chiederei il parere di un tecnico, poichè la questione potrebbe non essere del tutto chiara.

    Deve ritenersi sufficiente una D.I.A. nel caso in cui il soppalco sia di modeste dimensioni e al servizio della preesistente unità immobiliare mentre, in senso contrario, deve ritenersi necessario il permesso di costruire quando il soppalco sia di dimensioni non modeste e comporti una sostanziale ristrutturazione dell'immobile preesistente, ai sensi dell'art. 3 comma 1, D.P.R. n. 380 del 2001, comportando un incremento delle superfici dell'immobile e, quindi, anche un ulteriore possibile carico urbanistico. --- Tribunale Amministrativo Regionale CAMPANIA - Napoli, Sez.6 , Sentenza 22/02/2012, n. 908

    Sulla questione è intervenuto il Consiglio di Stato (sentenza n. 720 dell’8 febbraio 2013) il quale ha precisato che l'art. 10 del D.P.R. n. 380/2001 dispone che sono subordinati al rilascio del permesso di costruire, gli interventi di ristrutturazione edilizia. La realizzazione di un soppalco comporta un aumento di superfici e limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A, comporta anche un mutamento della destinazione d'uso. Nel caso di specie, secondo i giudici, il soppalco per sua struttura e funzione ha comportato un aumento della superficie utile, nulla rilevando che mera intelaiatura sia priva del “piano di calpestio”. Anche ad ammettere che questo corrisponda alla reale situazione dei luoghi, rimane incontestato, come risulta anche dalla stessa perizia di parte (redatta, peraltro, sulla base di “documentazione fotografica fornita dalla proprietà”), che fossero state già realizzate “travi in ferro ad una altezza di circa due metri con scala in ferro per accesso”. Questi interventi, concludono i Giudici, delineano gli elementi strutturali essenziali di un soppalco.
     
  3. giovannaangela

    giovannaangela Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    non so se potrà esserti utile, ma ti riporto due situazioni personali: mio fratello ha fatto un soppalco che si sviluppa su due camere e che ha comportato opere di muratura e quindi per questo soppalco c'è stato un aumento di superficie dell'appartamento ..e il comune gli ha mandato poco dopo anche un bell'aumento della tassa rifiuti...mio figlio invece ha fatto realizzare un soppalco totalmente in legno che occupa quasi metà della stanza nella quale è stato costruito, tale soppalco oltre ad essere ancorato al muro è sostenuto anche da un palo in ferro per maggior sicurezza ma è considerato elemento di arredo ...quindi nessun aumento di superficie. Comunque se hai la possibilità di fare vedere la struttura da un tecnico ( anche un geometra va benissimo.. credo ) ti puoi togliere qualsiasi dubbio!
     
  4. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    salvo che le norme tecniche lo consentano e a quale altezza, è un aumento di superficie calpestabile e pertanto va autorizzato con regolare progetto depositato in comune.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se è stato fatto un soppalco con altezze non conforme alle normi vifenti per il residenziale, potrebbe essere considerato anche come ripostiglio, e pertanto va dichiarato come aumento di superficie
     
  6. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi piacerebbe sapere quale e' il problema che vuoi risolvere. Tu vuoi il soppalco ma che sia sanato a spese del venditore? E se il venditore smonta il soppalco? La casa ti va bene lo stesso? Non c' e' dubbio che c' e' un aumento di superificie, e questo dovrebbe far salire il prezzo delle tasse e dei millesimi, e cosa non da poco, accatastare con relative nuove mappature. E se si potesse semplificare il tutto, non si vivrebbe tutti meglio?
     
    A fiorello64 piace questo elemento.
  7. maxconte76

    maxconte76 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Vorrei semplicemente acquistare un immobile privo di abusi.. tutto qui.

    Ovviamente senza questo "elemento di arredo" sceglierei una soluzione diversa...
     
    A condobip e meri56 piace questo messaggio.
  8. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    :ok: :applauso: :applauso: :applauso:
     
    A maxconte76 piace questo elemento.
  9. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    accidenti. strano. se hai una soluzione migliore allora è meglio che ti rivolgi ad essa. (dico strano perchè sui prezzi questo appartamento dovrebbe essere conveniente. un altro senza i soppalchi dovrebbe costare di più essendo più grande)
     
  10. maxconte76

    maxconte76 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Non ho mai detto di avere una soluzione migliore per le mani.. ;)
     
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    avevo travisato? perchè se non l'hai una soluzione migliore al posto tuo prenderei questa casa soppalcata ovvero arredata. e se non ci fosse, avendo la possibilità in altezza, la creerei io. Cosa si va incontro? E' dentro casa mia e non offro pericoli o danno a nessuno. Anzi questa può essere l'occasione di lanciare una proposta di legge che nessuno in una proprietà privata, a meno che presenti un pericolo per la collettività, possa interloquire. Stato o che dir si voglia. Perchè voi soloni siete così punitivi verso il prossimo e non impariamo a vivere tutti bene per quel che è possibile? Ai ricchi che vivono in 500 metri quadrati nessuno va a conteggiare il ripostiglio perchè gli fa un baffo. Insomma le leggi quando sono un impiccio per tutti vanno cambiate senz'altro senza applaudire ciò che ci fa male.
     
  12. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si va incontro a spese non previste, è capitato ad un mio conoscente che inconsciamente ha acquistato un appartamento con un abuso, così che per non incorrere in problemi ha ripristinato l'immobile allo stato regolare come previsto dalla norma.
     
  13. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma a quali problemi vuoi che incorra se uno a casa sua ci ha un soppalco? Ora, è vero che esiste una legge e finchè esiste si deve fare capo, MA quando un ordine è sbagliato non si deve eseguire....vedi gli SS. hitleriani. Noi proveniamo da una società dove i furbacchioni rubavano legalmente, con contratti fatti da amici, da amici degli amici, da consorterie che fissavano i prezzi affinchè gente con i titoli erano titolati ad aprirti il portafoglio, credo che ci si debba battere affinchè noi tutti, e non una parte, si possa vivere bene. Vi è la possibilità di tenere un soppalco senza che nessuno ci metta il naso e la bocca? a meno che il signore in questione, forte di una legge idiota, voglia fare la cresta sul prezzo...tanto se toglie il soppalco non se la compra...
     
  14. maxconte76

    maxconte76 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Mi permetto di dire che le leggi ci sono e sono, nella maggior parte dei casi, sensate.
    Il concetto che ognuno a casa propria fa quello che vuole è ampliamente discutibile. Il soppalco stesso, in quanto struttura portante, deve avere calcoli e collaudi di peso che attestino la sua sicurezza. Poco importa che sia di legno o di muratura, anche qualora si accatasti come ripostiglio o deposito.
    Inoltre mi sembra logico che se si va a poggiare su muri portanti o perimetrali vi sia in ballo anche la sicurezza e la stabilità dell'edificio in cui magari vivono altre persone.
    Per capirci.. Mi darebbe un po' fastidio ritrovarmi l'inquilino del piano di sopra nella mia camera, in mezzo ai calcinacci e con un buco nel soffitto, per aver garantito la sua sua libertà a fare quello che vuole nel suo appartamento. :risata:
     
  15. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    non creiamo troppe storie false. Che la libertà di uno non deve oltrepassare la barriera dell'altro oramai è cosa indiscutibile per tutti. Ti ricordo che non lo era fino a pochi anni fa quando c'era ancora l'aristocrazia in Italia. Ricordi? Ed il retaggio è ancora quello, mica veniamo da un altro mondo, Sono leggi che perseguiscono i poiveri cristi mentre sgli attici, da regolamenti di condominio, ci si può costruire sopra. Dunque. devi poggiarci un letto? lo vuoi poggiare sopra una struttura in legno mobile? A parer tuo peserà meno o più di un armadio di legno massello pieno di vestiti? Ora il problema verte proprio su questo "parere" E il tuo parere su un mobile di legno massello (sai quanto pesa un armadio di legno massello più vestiti e cappotti e coperte e quant'altro? che fai? facciamo la legge che anche per questo ci vuole il geometra?) e quanto pesa una libreria? una buona libreria poi... Non diciamo quindi cose insensate. Prendiamo atto che se costruisco un piano in muratura dovrò interpellare un geometra il quale si prenderà la sua responsabilità (senza coinvolgere nessuna istituzione, infatti per le opere interne c'è la possibilità) Ma se metto un palo che sorregge una fila di di palanche, come se fosse un parquet, e ci metto sopra un letto....come dice Montalbano...non mi rompete.....
     
  16. maxconte76

    maxconte76 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Non concordo assolutamente. È la funzione che determina una cosa.. non ciò con cui è fatto.
    Sono consapevole delle ingiustizie a cui ti riferisci. Ma proprio per quello voglio che tutti, io per primo, si rispetti e si faccia rispettare la legge vigente.
    Gli abusi di chi sta nell'attico e dell'arstocrazia non mi autorizzano o giustificano a fare a meno della legge.

    Detto questo, essendo il creatore della discussione, preferirei tornare a parlare del mio caso specifico e di casi simili. Chi volesse parlare di massimi sistemi e flosofie sociali è, con tutto rispetto, pregato di aprire discussione apposita. Senza rancore.. eh!
     
  17. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    il problema, caro mio, è che la legge non viene dal sacro monte portata da mosè, è quella creata da una banda organizzata di delinquenti chiamata aristocrazia. E poco noi abbiamo fatto per adeguarla all'esigenze nostre. Pensa solo all'impossibilità di fare delle verande e vivere meglio con un pochettino di più spazio. E' la legge loro. E' la giustizia loro fatta contro quelli che loro chiamavano plebaglia. E' coma la cementificazione delle coste. Finchè erano gli Agnelli che chiudevano Km. di costa all'argentario nessuno diceva niente. Quando un poveretto si vuole fare la villetta a pochi metri dalla riva...ecco la legge!
    comunque il tuo caso specifico è stato ampiamente specificato.
     
  18. maxconte76

    maxconte76 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Vi aggiorno sulla questione soppalco.
    Arrivo ora da una mattinata nell'ufficio edile del comune dove si trova l'immobile.
    Ho spiegato la mia situazione al responsabile che ha espresso forti perplessità sul fatto che un soppalco in legno possa sempre e comunque essere assimilabile ad un mobile.
    Vedendo le foto che ho portato loro la questione si è un po' chiarita.
    Ovviamente il vano che si è venuto a creare in questa circostanza non ha le misure per l'abitabilità, ma dovrebbe comunque essere accatastato e comunicato al comune come magazzino/ripostiglio (in realtà si sarebbe dovuto fare un D.I.A. prima dell'inizio dei lavori, ma può essere sistemato anche in seguito - va però detto che si rischia l'ordine di smantellamento se non a norma).
    La spesa di per sè non dovrebbe essere altissima (parliamo di circa 300€/400€ in tutto).
    La questione (confermata poi anche da un architetto che si occupa di abusi simili al tribunale di Milano) è che ci sarebbero spese per collaudi e perizie che potrebbero far lievitare il costo anche a 2.000€.
    Stasera, per avre ulteriore conferma, porterò la documentazione ad un architetto di mia fiducia per una verifica di massima sui costi e sull'effettiva sanabilità della situazione.

    Fatto questo valuterò con l'agenzia il da farsi.
    Nel mio interesse ci sarebbe il mantenimento del soppalco, acquistando però l'immobile regolarmente accatastato.

    Credo che sia mio diritto pretendere che ciò venga fatto dal proprietario attuale senza modificare il prezzo di offerta attuale.
    Altrimenti...Potrei sempre chiedere un ridimensionamento del prezzo di vendita proprzionato alle spese che andrei a sostenere per la regolarizzazione del tutto, ma significherebbe dichiarare il falso, come minimo, all'atto del rogito.
    La terza opzione poi, rimane sempre valida e suona più o meno come un: "arrivederci e tante grazie!" :D[DOUBLEPOST=1370443485,1370443278][/DOUBLEPOST]Arciera, lasciami almeno la libertà di decidere quando il mio problema (a mio insindacabile giudizio) sarà stato sufficientemente discusso. Grazie.
    Ora basta off topic, ok?
     
    A condobip piace questo elemento.
  19. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Un soppalco in legno è comunque una struttura non puoi smontarlo a piacimento ma andrebbe calcolato la portanza ne più ne meno che una struttura in cemento armato poi deve essere infulcrato nel muro portante per essere sorretto quindi richiede comunque una concessione e collaudo strutturale visto che ci cammini. Per cui ci vuole anche il catasto.
    L'agenzia immobiliare è in errore poichè nella planimetria dell'edificio catastale oltre a considerare le stanze della casa, devi considerare anche le superfici di balconi terrazze, sporti ed anche il terreno su cui insiste la casa, altro che non considerare i soppalchi.

    Poi sulla questine del "mobile" non saldamente ancorato al suolo che si può levare in ogni momento non ne sono convinto.
    tre anni fa un Comune mandò una lettera ad un mio cliente che dopo aver comprato la casa da me, si fece anche un piccola tensostruttura nel cortile per parcheggiarci il camper (la tensostruttura era ed è appoggiata al suolo, non ancorata, niente fondazioni) eppure fu richiesto di accatastarla, ne venne fuori un C/6 ulteriore..oltre all'autorimessa che già possedeva con la casa.
     
    A condobip piace questo elemento.
  20. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Perfettamente d'accordo :ok:
    Infatti una struttura rimovibile potrebbe essere considerata un oggetto che si possa smontare in pochi minuti, riporlo da qualche parte pronto all'uso per una futura occasione, come ad esempio un ombrellone o qualche cosa del genere, pensa che in alcuni Comuni è necessario un particolare permesso anche per un gazebo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina