• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Deny

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Buongiorno,
devo far sostituire la caldaia a gas a camera aperta (tiraggio naturale) in quanto si è rotto lo scambiatore. La canna fumaria condominiale è certificata per caldaie a camera aperta, non a condensazione.
Ho chiesto un paio di preventivi e volevo chiedervi opinioni sui seguenti marchi:
Ariston camera aperta con montaggio 1.300 euro.
Baxi camera aperta con montaggio 1.900 euro.
Italtherm camera aperta con montaggio 1.600 euro.
Hermann saunier duval camera aperta con montaggio 1.300 euro.
Grazie.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
E' meglio una Peugeot o una Citroen?

Come puoi pensare che si possano esprimere giudizi sulla qualità di un prodotto basandosi solo sulla marca...quando citi produttori di pari livello (medio/ basso).?

Sicuro che non possano installare nella canna comune un ulteriore camino a tuo servizio per installare una a condensazione?.
 

Deny

Membro Ordinario
Proprietario Casa
E' meglio una Peugeot o una Citroen?

Come puoi pensare che si possano esprimere giudizi sulla qualità di un prodotto basandosi solo sulla marca...quando citi produttori di pari livello (medio/ basso).?

Sicuro che non possano installare nella canna comune un ulteriore camino a tuo servizio per installare una a condensazione?.
credo che se uno conosce i marchi, può anche dire un paio di parole al riguardo tipo Ariston è sottomarca, megio evitare, Italtherm è da considerare in quanto una buona marca, Baxi sicuramente da scartare, ecc.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
credo che se uno conosce i marchi, può anche dire un paio di parole al riguardo tipo Ariston è sottomarca, megio evitare, Italtherm è da considerare in quanto una buona marca, Baxi sicuramente da scartare, ecc.
Sarebbero "4 chiacchere da Bar".

Secondo te, con la concorrenza che esiste, ci può essere un produttore che a parità di prezzo sia palesemente peggiore di un altro?
Nessuno produce un unico modello .. quindi potrebbe essere che un all'interno della gamma ve ne siano di pù "problematici"...ma, salvo la ditta stessa, nessuno potrebbe dire quale facile solo pensare che i nuovi modelli siano quelli che potrebbero presentare più incognite).

A proposito di Baxi troverai chi ne parla bene e chi ne parla male... al pari di tante altre marche.
 

Angelosky

Membro Attivo
Proprietario Casa
Stessa osservazione di Dimaraz. Devo cambiare la caldaia a camera aperta, però sto considerando di installarne una a condensazione, in questo modo: sto aspettando la valutazione dello spazzacamino per inserire nel cavedio una canna fumaria adatta anche alla raccolta della condensa di diametro = 60 mm (qui dovrei essere a posto), lo smaltimento della condensa lo farei passare attraverso un apposito tubicino di scarico da pochi mm che viene fornito assieme alla caldaia, fino alle tubazioni di scarico condominiali, compatibili con la condensa, che per mia fortuna sono poco distanti dalle prese d'aria che accedono alla stanzetta della vecchia caldaia. Quando avrò raccolto tutte queste informazioni, ormai quasi ci sono già, penso di andare da un termotecnico per far verificare il tutto e poi OK al lavoro! Forse ti sono stato d'aiuto, ma se qualcosa mi è scappato, per favore dimmelo.
Le ragioni del cambio sono le seguenti: caldaia vecchia, inoltre la tecnologia a condensazione permette un risparmio del 20- 30%, maggiore sicurezza dato che la caldaia lavora a camera chiusa e poi permette anche di godere del bonus mobili... (vale anche per la camera aperta bonus 50%) insomma mi hanno convinto.
Ciao a tutti e grazie per ogni consiglio che vorrete darmi
 

griz

Membro Storico
Professionista
non sapevo che vendessero ancora caldaie non a condensazione
infatti, anche a me risulta che andassero ad esaurimento omai da anni, o che ce ne sono ancora nei magazzini...
Comunque mi piacerebbe sapere quali sono le ragioni per le quali non si possa installare una caldaia a condensazione
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Comunque mi piacerebbe sapere quali sono le ragioni per le quali non si possa installare una caldaia a condensazione
Una probabilissima è che la canna fumaria condominiale non permette immissioni di tipi diversi di caldaie. Devono sempre essere omogenee.

Secondo motivo: la canna per caldaie a condensazione devono essere adatte alla presenza della condensa: quindi in sostanza installazione di nuova distinta canna fumaria, che comporta interventi non ordinari. E costi significativi.
 

griz

Membro Storico
Professionista
vero, la canna è condominiale, leggendo velocemente avevo interpretato come canna presente ma singola
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
infatti, anche a me risulta che andassero ad esaurimento omai da anni, o che ce ne sono ancora nei magazzini...
Comunque mi piacerebbe sapere quali sono le ragioni per le quali non si possa installare una caldaia a condensazione
che io sappia entro il 2020 dovrebbero essere dismesse tutte le caldaie non a condensazione, anche se parlando con i tecnici dicono che sarà impossibile sostituirle tutte, uscirà una proroga, boh
 

griz

Membro Storico
Professionista
che io sappia entro il 2020 dovrebbero essere dismesse tutte le caldaie non a condensazione
io ricordo che si parlava di esaurire le scorte e poi le caldaie dovranno essere tutte a condensazione, però sicuramente esistono situazioni come questa dove non so può cambiare tipologia di caldaia, quindi?
Comunque obbligare tutti a sostituire le caldaie è una follia, come quella di obbligare a sostituire l'amianto-cemento che vige da ormai oltre 30 anni e piano piano si arriva alla sostituzione ma secondo esigenza
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
entro il 2020 dovrebbero essere dismesse tutte le caldaie non a condensazione
Esiste l'obbligo per i costruttori di non immettere sul mercato caldaie che non siano a condensazione a partire dal 26 settembre 2015.
Quindi quelle prodotte prima di tale data possono essere regolarmente vendute.
 

Angelosky

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ciao Nemesis, mi sai indicare per cortesia, il riferimento normativo che afferma ciò che tu hai scritto, perchè vorrei convincere un condomino che l'idea di sostituire le vecchie caldaie a camera aperta con una a condensazione non è poi così sprecona. Lo stesso favore lo chiederei a Gattaccia, grazie
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Una probabilissima è che la canna fumaria condominiale non permette immissioni di tipi diversi di caldaie. Devono sempre essere omogenee.
Questa è una stupidaggine.
Nessuna caldaia può emettere i fumi di scarico nello stesso camino di altre....siano di tipologie diverse o anche tutte identiche.

ia, inoltre la tecnologia a condensazione permette un risparmio del 20- 30%,
Mmmmh...su questo ho i miei fondati dubbi.
Prova a chiedere a chi declama tali risparmi se è disposto a "mettere una mano sul fuoco" su quanto afferma.
Ma digli che invece dei calcoli la prova si fa coi fatti riscaldando una certa quantità di acqua con 2 caldaie al top (una a condensazione) ed una no.

Se esce una differenza di rendimento del 6-7% è tutto grasso che cola.

Senza contare che sostituire una caldaia "vecchio tipo" con una "a condensazione" lasciando inalterato l'impianto di tipo tradizionale...ridurrà tale miglior rendimento praticamente a zero.

Ps.
Non fosse per il vantaggio del bonus fiscale...quanto tempo ci vuole perchè il miglior rendimento ripaghi il maggior costo della caldaia?
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
@Angelosky,
che io sappia, per la dismissione la direttiva 2009/29/CE, entrata in vigore nel giugno 2009 valida dal gennaio 2013 fino al 2020
per il divieto di commercializzazione, la direttiva Eco design del 2005 recepita in Italia con il Decreto Legislativo n. 201 del 6 novembre 2007
 
Ultima modifica:

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
Questa è una stupidaggine.
Nessuna caldaia può emettere i fumi di scarico nello stesso camino di altre....siano di tipologie diverse o anche tutte identiche.
se non ricordo male sino a 4 caldaie, sì, insieme nello stesso camino singolo
è una norma UNI, sui camini singoli e le canne fumarie ramificate
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
se non ricordo male sino a 4 caldaie, sì, insieme nello stesso camino singolo
è una norma UNI, sui camini singoli e le canne fumarie ramificate
Forse ci fraintendiamo.
Se intendi che 4 caldaie abbiano "tubi fumo" singoli che "viaggiano" internamente ad una singola canna fumaria è un conto (indipendenti fino all'uscita sul tetto.
Mai devono avere "tratti" in comune.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Questa è una stupidaggine.
Nessuna caldaia può emettere i fumi di scarico nello stesso camino di altre....siano di tipologie diverse o anche tutte identiche.
non è esattamente il mio mestiere ma mi risulta che sia possibile far confluire fumi di diversi apparecchi in una stessa canna comune seguendo precise prescrizioni tecniche
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
Forse ci fraintendiamo.
Se intendi che 4 caldaie abbiano "tubi fumo" singoli che "viaggiano" internamente ad una singola canna fumaria è un conto (indipendenti fino all'uscita sul tetto.
Mai devono avere "tratti" in comune.
il caso da te citato è il caso di canna fumaria collettiva ramificata, se non ho capito male
tuttavia può anche essere canna fumaria collettiva semplice, come da disegno
5331

mi sa che ho sbagliato il numero: non più di tre caldaie (credo)
la differenza tra il terzo e il quarto disegno è che nel terzo l'aria è presa dall'esterno a facciata, nel quarto sempre da tubo collettivo fuori tetto, come lo scarico dei fumi
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
non è esattamente il mio mestiere ma mi risulta che sia possibile far confluire fumi di diversi apparecchi in una stessa canna comune seguendo precise prescrizioni tecniche
vero, a certe condizioni e con progetto e calcoli del termotecnico, mi pare
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di un appartamento di una casa bifamiliare. L'altro 50% e di proprietà del mio ex marito,L'altro appartamento che si trova al piano di sotto e' di proprieta' al 50% sempre del mio ex marito e 50% di mia figlia. Ora ci sono delle spese da sostenere per il tetto della casa. Per quanto io devo partecipare ? grazie
Alto