1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Dovendo mettere le mani su un impianto citofonico che non funziona bene, è necessario sostituire anche i fili oppure è sufficiente cambiare i citofoni e la pulsantiera? Grazie per le risposte.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Domanda generica e peregrina.

    Se dovessi cambiare i pneumatici cambieresti anche i cerchioni?
     
  3. serfior49

    serfior49 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    I moderni impianti di citofono o anche videocitofono, sono realizzati con una tecnologia digitale che gira generalmente su due soli fili.
    Se si cambiano i soli apparecchi interni ed esterni resta la vecchia tecnologia con i vecchi problemi.
     
    A Un giocatore piace questo elemento.
  4. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dipende dalle condizioni dei fili.
     
    A Dimaraz piace questo elemento.
  5. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Hai detto tutto, sei stato chiarissimo. Grazie mille!
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Mica ti ha detto tutto.
    Ha citato "vecchi problemi" adombrando che i nuovi sistemi digitali non ne abbiano (falso)
    Luca Barbero ha capito cosa intendevo.
     
  7. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie, Dimaraz.
    Del resto è intuibile anche al profano che se i fili non sono danneggiati, probabilmente il problema del citofono può risiedere in altro componente ad esempio, che so, l' alimentatore, i contatti ossidanti delle corrette interne o anche qualche interferenza all' interno delle abitazioni. Quando si tratta di elettricità si sa dove si inizia a mettervi mano ma qualche volta non si sa mai dove si va a finire.
     
  8. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non potrebbe verificarsi che i fili di vecchia concezione non sono adeguati, per tipo, composizione, sezione e isolamento, ai nuovi apparecchi centrali e periferici? Non può essere che i giunti elettrici siano inadatti alle apparecchiature nuove? E poi: non potrebbero esistere citofoni digitali e wireless?
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    [QUOTE="Un giocatore, post: 247009, member: 46050"]i fili di vecchia concezione non sono adeguati, per tipo, composizione, sezione e isolamento[/QUOTE]
    ...[​IMG]......[​IMG]...[​IMG]
     
  10. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ...[​IMG]......[​IMG]...[​IMG][/QUOTE]

    Dici che sbaglio?
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Mah...che dici?

    Mi hai fatto venire in mente le polemiche che esistono in capo hi-fi (suono) con i cultori dei cavi "esoterici".

    Ps.
    Non è escluso che in caso di eventuale sostituzione di tipologia di impianto ...la ditta ti "venda" anche la sostituzione dei cavi.
    Ma un cavo resta un cavo...e un citofono (analogico o digitale) non è di certo un impianto in cui transitano corrrenti "stratosferiche".
     
    Ultima modifica: 11 Febbraio 2016
  12. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Un impianto citofonico è "relativamente" recente. Non è che i cavi sono di quelli a torciglione isolati con la gomma e la stoffa come si usava nei vecchi ferri da stiro. Oppure, come quelli fissati su certi piccoli isolatori di porcellana....
    I cavetti citofonici sono del tipo di quelli telefonici e, come dice Dimaraz, non è che al loro interno passano correnti dell'ordine di 20 o 30 A. ma passano tensioni dell'ordine di 12 vcc. e correnti di pochi mA.
    Perciò l'unica usura che possono aver subito è quella di qualche chiodo durante il loro tragitto o qualche modifica fatta da qualche sprovveduto.
    Opterei quindi per la vetustà del posto amplificato esterno, alimentatore compreso.
     
  13. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Passano tensioni? Le tensioni non stanno tra due punti fissi (chiamiamoli poli)?
     
  14. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I topi che mangiano l'isolamento no?
     
  15. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per far funzionare un citofono una tensione ed unacorrente sono sempre necessarie. Quindi, normalmente nel posto esterno (dietro la pulsantiera, ci si troverà un alimentatore che preleva la tensione 220Vca. del fabbricato e la trasforma in 12 o 24 Vcc. e con questa alimenta appunto l'impianto citofonico.
    I topi poi, non sono altro che un sinonimo degli sprovveduti di cui al mio precedente post.....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina