1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. nino1954

    nino1954 Nuovo Iscritto

    A seguito di furto con scasso, nel locale commerciale da me condotto in fitto, ho subito la rottura della serranda e dell'infisso con vetro antinfortunistico che ho dovuto sostituire con urgenza previa comunicazione al proprietario. Presentata la nota spese al proprietario questo ha detto che non è di sua competenza e che non mi spetta alcun rimborso spese. Ma non si tratta di spese straordinarie di competenza del proprietario?
     
  2. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Come condizione generale il conduttore ha l’obbligo di custodire la cosa locata con la diligenza del buon padre di famiglia e di restituirla nello stato medesimo in cui l’aveva ricevuta. In caso di danneggiamento della cosa locata, l’art. 1588 c.c. pone a carico del conduttore medesimo l’onere di provare che la perdita o il deterioramento di essa siano avvenuti per causa a lui non imputabile. In sostanza, se si verificano dei danni alla cosa locata si presume che di questi debba rispondere il conduttore; Se però il conduttore vince tale presunzione, e dà la prova ( e qui sta il punto) che i danni da effrazione sono dipesi da eventi fortuiti o forza maggiore ( e non da sua negligenza ) deve dedursi la sua esclusione da responsabilità con conseguente obbligo a carico del locatore di provvedere alle riparazioni necessaria per mantenere l’immobile in buono stato locativo. Se, pertanto, il danno è stato causato da un tentativo di furto , esistendo regolare denuncia alle autorità di polizia, la prova deve ritenersi soddisfatta e pertanto la spesa di ripristino competerà alla proprietà-cordialmente .
     
  3. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Io chiedo scusa e alcune spiegazioni. Se lo scasso è avvenuto ai danni dell'attività del conduttore, mi sembrerebbe palese essere un danno conseguente all'attività svolta e pertanto insite nelle responsabilità e rischi del gestore del locale. In molti contratti si recita anche la responsabilità dei dipendenti del conduttore, ovvero i comportamenti di questi, ricadono in responsabilità al conduttore, come d'altronde mi sembra ovvio. Come non pensare che uno scasso non sia volto ad asportare merce esposta o contenuta nel locale, merce di proprietà del conduttore? Ergo lo scasso e i suoi danni sono attività in capo al conduttore. Grazie se mi date il Vostro prezioso punto di vista.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina