• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

giotro

Nuovo Iscritto
Professionista
Una persona anziana affetta da gravi deficit cognitivi e da vuoti di memoria e pertanto non riconosce neanche i figli, può sottoscrivere un nuovo contratto di locazione? Eventualmente sarebbe valido con l'aggiunta delle firme di due testimoni? Grazie.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
Un incapace di intendere e di volere viene assolto anche dal reato di omicidio, come può firmare un contratto di locazione ? perché non far firmare i figli o un più adatto amministratore di sostegno ? I testimoni a che servono se hanno un "minimo di sale in zucca "?
 

giotro

Nuovo Iscritto
Professionista
Un incapace di intendere e di volere viene assolto anche dal reato di omicidio, come può firmare un contratto di locazione ? perché non far firmare i figli o un più adatto amministratore di sostegno ? I testimoni a che servono se hanno un "minimo di sale in zucca "?
Non è dichiarata incapace di intendere e volere. C'è un certificato dell'ASP con quelle patologie. Mi chiedo, i figli come firmano se non sono i proprietari dell'immobile da locare?
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
i figli come firmano se non sono i proprietari dell'immobile da locare?
Un figlio o un'altra persona può firmare il contratto di locazione in forza di una procura.
Se l'anziano si trova in quelle condizioni di salute potrebbe conferire una procura generale a persona di fiducia che curi i suoi affari. Oppure una procura speciale per quell'affare specifico.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Se l'anziano si trova in quelle condizioni di salute potrebbe conferire una procura generale a persona di fiducia che curi i suoi affari. Oppure una procura speciale per quell'affare specifico.
Se è in quelle condizioni non può rilasciare procura ad alcuno. Semmai, il parente prossimo deve fare richiesta al giudice tutelare perché nomini un amministratore di sostegno, che generalmente è un parente quale è il richiedente.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

dove è il tasto invio per mandare il messaggio che ho scritto
Alto