1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    La legge Regionale non prevale sui principi previsti dagli artt. 1322 e 1372 c.c. e sulle disposizioni del regolamento condominiale contrattuale.
    Il condomino non può trasformare il sottotetto da deposito in abitazione ritenendo di poter effettuare tale operazione usufruendo della legge regionale che autorizza il recupero dei sottotetti qualora il regolamento di condominio contrattuale vieti il cambio di destinazione degli immobili.

    La Cassazione, II sezione civile, con la sentenza del 24 ottobre 2013 n. 24125 ha esaminato il quesito di diritto: "Può una legge urbanistica regionale, in tema di recupero edilizio dei sottotetti, dettare disposizioni derogatorie dei principi privatistici, relativi all'autonomia contrattuale delle parti e al diritto di proprietà di queste ultime?".
    La Corte ha ribadito il principio per cui la regolarizzazione di una costruzione mediante il c.d. "condono" delle violazioni di norme urbanistiche perpetrate nel realizzarla, esplica effetti sul piano pubblicistico, precludendo alla pubblica amministrazione l'applicazione delle sanzioni a dette violazioni correlate, ma non incide in alcun modo sui diritti dei terzi direttamente pregiudicati dalla attività costruttiva illecita oggetto di sanatoria.

    Nel caso di specie la legge regionale 15 luglio 1996 n. 15, finalizzata al recupero ai fini abitativi dei sottotetti con l'obiettivo di contenere il consumo di nuovo territorio e favorire la messa in opera di interventi tecnologici per il contenimento dei consumi energetici, autorizza gli interventi di recupero dei sottotetti, pur non dovendo eccedere le trasformazioni riconducibili al concetto di ristrutturazione edilizia prevista dall'art. 31 lett. d) legge n. 457/1978, non può provocare l'effetto di far venire meno le conseguenze della violazione del regolamento contrattuale condominiale commessa da due condomini con le mutazioni effettuate nella zona di sottotetto acquistata con la violazione del diritto dei condomini ricorrenti di pretendere la puntuale osservanza del regolamento di condominio di natura contrattuale.

    Le conseguenze delle violazioni edilizie si sviluppano su piani ben distinti di rapporti giuridici, uno, pubblicistico, tra il soggetto costruttore e gli organi pubblici amministrativi preposti alla prevenzione e repressione degli illeciti, l'altro, privatistico, tra lo stesso soggetto e i titolari di diritti soggettivi che possono rimanere lesi dall'attività edificatrice del primo.

    La previsione di attività di regolarizzazione delle opere, ricordano i giudici di piazza Cavour, attiene al punto di vista amministrativo, penale e fiscale, ovvero ai soli effetti dell'interesse pubblico, ma non pure ai fini privatistici, cosicché nelle controversie tra i privati, detta regolarizzazione non può incidere negativamente sui diritti dei terzi direttamente pregiudicati dalla attività edilizia in questione.

    Avv. Luigi De Valeri
     
    A condobip piace questo elemento.
  2. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Da questa sentenza desumiamo che le leggi regionali per la corte di cassazione non fanno testo.
     
  3. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bravo il "NS." avvocato che ci tiene informati, Grazie
     
  4. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    I regolamenti a cui far riferimento per recuperare il sottotetto
    Per rendere abitabile un sottotetto è necessario fare riferimento alla normativa vigente per il “recupero ai fini abitativi dei sottotetti esistenti”.Tale normativa è stata varata da alcune Regioni, per poter regolamentare spazi abitativi che possono dar luogo da una parte ad abusi edilizi e dall’altra possono permettere di ricavare nuovi appartamenti senza aggiungere ulteriori volumetrie al territorio.

    Le Regioni che hanno varato la normativa per il recupero ai fini abitativi dei sottotetti esistenti sono: Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia, mentre in Valle d’Aosta e Friuli Venezia Giulia sono previste facilitazioni nonostante la mancanza di leggi specifiche in materia.
    Certe regolamentazioni tuttavia, cambiano anche da comune a comune; sono diverse per esempio nelle comunità montane, dove le particolari condizioni climatiche e territoriali impongono norme diverse.

    I tratti essenziali delle regole che dimensionano gli interventi sui sottotetti, sono tuttavia simili nei tratti essenziali e per vedere quali sono questi tratti, solitamente si fa riferimento alla Lombardia, poiché è stata la prima Regione a regolamentare questo tipo di interventi edilizi.

    Quindi le leggi (della Lombardia) a cui bisogna far riferimento sono:

    • la L.R. 15/96 e successive modifiche
    • la L.R. 22/99
    • la L.R. 18/01
    • la L.R. 12/05 Legge per il Governo del Territorio e successive modifiche
    • la L.R. 20/05
    In generale, a regolamentare le modalità per il recupero abitativo dei sottotetti sono i nuovi Piani di Governo del Territorio, conosciuti come PGT. http://www.guidaconsumatore.com/arredamento/recuperare_sottotetto.html ciao
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina