1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. piotti73

    piotti73 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buonasera a tutti, mi scuso se apro una discussione ma è tutto il pomeriggio che cerco una caso simile al mio ma non l'ho trovato... non sono una maga della tecnologia!

    Vi espongo la mia situazione.
    Condominio di quattro appartamenti uno sopra l'altro lasciati in eredità dal padre 25 anni fa alle tre figlie, il piano terra è di mia madre.
    Abito al piano secondo, 7 mesi fa ho acquistato il terzo e ultimo piano da mia sorella la quale si è trasferita in un'altra nazione.

    Il sottotetto già ai tempi della successione era di proprietà del terzo piano, tutto confermato anche nel recente rogito. Non c'era e non c'è nessuna clausola di servitù di passaggio agli altri condomini, chi doveva accedere al tetto entrava nell'appartamento del terzo piano, accedeva al sottotetto e al tetto tramite una botola in cucina. Il sottotetto non è abitabile e sulla soletta c'è l'isolamento del piano sottostante (fibra di vetro).

    Visto che spesse volte in famiglia si hanno più problemi che tra estranei, a mie spese ho fatto installare un accesso al tetto tramite il vano scale.
    Nel sottotetto c'è il centralino tv/satellitare.
    Ora la sorella del primo piano mi ha già più volte ripetuto che il sottotetto non è di mia proprietà, lei deve avere accesso al centralino tv tutte le volte che lo ritiene necessario.

    Posso impedirle di entrare nel mio sottotetto visto che, oltre ad essere proprietà privata, non ha nessuna competenza tecnica ma allo stesso modo dare la possibilità di accesso ad un tecnico qualificato?
    Posso richiedere comunicazioni scritte della richiesta di accedere il giorno x?

    Se, a mie spese, portassi il centralino tv su tetto rischio qualche azione legale?

    vi ringrazio
     
  2. luciano1949

    luciano1949 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il sottotetto ha una proprietà ed è scritto nero su bianco, e quella è tua, hai già fatto una cosa che ha "aiutato" il condominio ha evitare attese e problematiche per aver accesso al tetto, quindi, alla prossima occasione o riunione fai presente che dal tuo appartamento non sarà più consentito accedere al sottotetto perchè proprietà privata senza nessuna servitù, e di conseguenza se ci saranno operazioni da fare sul centralino tv saranno fatte con tua comodità e disponibilità e solo facendo accedere il personale tecnico quando e come vorrai tu a seconda della tua disponibilità e reperibilità, (Potresti essere in ferie :)) a meno che TUTTI diano mano al portafoglio e spostino il centralino TV in zona comune da reperire, appunto, nelle parti comuni, questo centralino potrebbe benissimo essere installato nel vano scale oppure, se non è possibile spostarlo su parti comuni, dovete provvedere a mettere sul tetto una scatola di derivazione "ermetica e adatta allo scopo" per evitare appunto di dover passare su proprietà privata ogni volta che a qualcuno vien la voglia di andare a salutare il centralino.
     
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    se il centralino è nel sottotetto, vi è chiaramente una servitù, è corretto quindi che vi si debba poter accedere in caso di necessità, le necessità però di un accesso non sono certo quotidiane e il centralino è comune, non vedo quindi l anecessità di affrontare la questione in questi termini. La possibiità di spostarlo è eventualmente da considerare, valutate bene il tutto
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  4. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Oppure se non fosse proprio possibile spostarlo (per qualunque motivo) c'è la possibilità di mettere un piccolo lucernario in modo da accedere dall'esterno ed ogni volta che c'è la necessita chiamare un "cestello" che solleva l'operatore e lo accompagna al lucernario, da li entra tranquillamente senza passare dalla tua proprietà.
    E' una soluzione possibile, poi come detto da @griz è una servitù (per cui non si può negare l'accesso) ma è anche vero che questo tipo di riparazioni non sono quotidiane ma saltuarie per cui non c'è questo pericolo di "continuo transito" sulla tua proprietà @piotti73
     
  5. luciano1949

    luciano1949 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Una servitù è diversa da un'altra, quando è ASSOLUTAMENTE indispensabile non si può annullare e normalmente è scritta negli atti di vendita e d'acquisto dei beni soggetti a servitù, detto questo un centralino televisivo, per grande che sia non occupa certo uno spazio che lede diritti e non implica accessi se non in casi estremi, ma come ha detto @piotti73 non esiste documentazione della servitù e quindi come è stato messo si può togliere, ovviamente se i presupposti di buona convivenza e di familiarità fossero buoni il centralino stesso potrebbe rimanere dove si trova, ma a quanto affermato nell'intervento c'è sempre un "gatto selvatico" che vuole andare dove vorrebbe, quindi serve una bella riunione di "gatti" che risolvano una volta per tutte la questione, e non risulta da nessuna parte che la TV e il SATELLITARE sia indispensabili alla vita quotidiana, come non è obbligatorio avere questi apparecchi.... quindi la chiacchierata è d'obbligo e, da parte mia, faccio gli auguri e consiglio che meno cose in comune ci sono più la vita è allegra.
     
  6. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    non risulta da nessuna parte che la TV e il SATELLITARE sia indispensabili alla vita quotidiana,


    Non è cosi se per ipotesi la sorella vuole mettere l'antenna del baracchino nessuno lo può impedire anche se il tetto fosse di proprietà esclusiva, chiaramente il proprietario del tetto sarà lui a decidere dove come e quando installare l'antenna
    Ma la questione e che la sorella vuole avere il diritto di accedere al sottotetto non di altre cose che si sono aggiunte alla discussione.
    Pertanto se non è scritto da nessuna parte il tetto di chi è il tetto è condominiale non è che solo perché l'ho sempre usato io è mio in quel caso si dovrebbe dimostrare l'acquisizione per usucapione.
     
  7. luciano1949

    luciano1949 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il tetto è sicuramente proprietà comune, tant'è che @piotti73 ha fatto in modo che l'accesso allo stesso possa avvenire dall'esterno, quindi tutti possono salirci e mettere tutte le antenne che vogliono, (rispettando eventuali limiti imposti dalla legge) qui si stà invece discutendo sul sottotetto, di esclusiva proprietà, dove si trova un centralino che è sul posto per pura cortesia e non per una servitù ben precisa della quale non esiste traccia scritta, per pura informazione, io ho acquistato circa 25 anni fa la porzione di casa dove vivo, su tre piani e al terzo piano, (mansarda) avevo il centralino tv, e il centralino Telecom, nonchè la distribuzione della linea Enel, alla richiesta mia ai due gestori, telecom e Enel di spostare i centralini si sono interessati e nel breve tempo necessario hanno predisposto la nuova sede, hanno fatto i lavori spostando in un posto idoneo ma cmq fuori dalla mia proprietà, mentre per la distribuzione del segnale tv si è provveduto a sistemare sul tetto, dietro mio permesso, una piccola scatola a tenuta di intemperie il centralino tv.
    Qualche anno fa con l'avvento del digitale, abbiamo cambiato il sistema e l'abbiamo posto sempre sul tetto della casa ma in un posto dove salirci è abbastanza facile con una semplice scala, il tutto in pacifica collaborazione fra tutti noi che abitiamo in questa corte di un centro storico.
     
  8. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    e il mio discorso come finisce?:)
     
  9. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    che la servitù del centralino della TV debba essere scritta sull'atto, è solo un'opinione, condivisibile ma tant'è, se esiste, esiste a prescindere che sia disciplinata e/o scritta, quindi va gestita
     
  10. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma che centra il centralino li la sorella vuole l'accesso al sottotetto figurati se fanno la guerra per il centralino, il centralino e stato menzionato quale causa di un uso saltuario e obbligatorio.
     
  11. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    cosa se ne fa dell'accesso al sottotetto dove al pavimento c'è la lana di vetro? rischi il prurito eterno :)
    se poi deve essere una questione di principio ......
     
  12. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    @chiacchia senza centralino la TV non funziona, non arriva il segnale, per cui è indispensabile.
    Però come dicevo sopra se non è posizionabile in modo diverso (di solito vengono messi alla base del palo) puoi sempre mettere sul tetto un lucernario e far passare il tecnico da fuori tramite cestello.

    non è un'operazione che fai quotidianamente per cui puoi anche pensarci.
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    da Antenne TV in condominio

    L'utilizzo dell'antenna, e quindi la sua installazione, è un vero e proprio diritto, che trova fondamento nella Costituzione Italiana. L'art. 21 Cost. recita infatti:
    “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. […].” A tale diritto di espressione corrisponde il diritto a ricevere, e dunque ad essere informati. Ne consegue che l'antenna è un diritto e la decisione di installarla non può essere subordinata all'approvazione dell'assemblea condominiale.
    A tale proposito va ricordata la sentenza 06.05.2005, n. 9393, sez. II, della Cassazione Civile, la quale ha stabilito che:
    “il diritto di ogni singolo condomino di installare l'antenna di ricezione televisiva sulla proprietà comune o esclusiva di altri condomini deve intendersi condizionato alla impossibilità per l'utente dei servizi radiotelevisivi di utilizzare spazi propri.”

    ELENCO NORME DI LEGGI, DISPOSIZIONI MINISTERIALI, SENTENZE DI CASSAZIONE CHE REGOLANO IN MATERIA DI DIRITTO D'INSTALLAZIONE D'AEREO ESTERNO
    • Regio Decreto 3 agosto 1928,n.2295 art. 78, 79 part. 3;
    • Legge 6.5.1940 n.554 art. 1,2,3,11, e art. 179 R.D. 29.2.1936 n.645;
    • Regio Decreto 11.12.1941 n.1555;
    • Decreto Leg. Luogotenenziale 5.5.1946 n.382 art. e 2 ultimo comma;
    • Costituzione della Repubblica Italiana 27.12.1947 art. 21 (Gazzetta Ufficiale n. 298, edizione straordinaria), entrata in vigore il 1 Gennaio 1948;
    • Decreto del Ministero delle Poste e delle Telecomunicazioni Radio corriere n.11-14 del 20
      Marzo 1954;
    • Corte di Cassazione a sezioni unite 4 Maggio 1960, sentenza n.1005;
    • Cassazione seconda sezione civile, sentenza n. 2160 del 8 Luglio 1971
    Decreto del Presidente della Repubblica n.156 del 29.03.1973 art. 231-232-233 e 315-397,
    (Ed altri articoli dello stesso Codice PT..). G.U. 3/5/1973 n.113;


    Quando ci sono le antenne condominiali, cioè sul tetto c'é una unica antenna, c'é bisogno di una centralina alla quale arriva il segnale, che dopo elaborazione dello stesso, viene messo a disposizione di tutti i condomini con discese che raggiungono gli appartamenti.
    Se c'é la possibilità di mettere la centralina in un locale condominiale là deve essere sistemata altrimenti deve essere messa nella proprietà privata che più si presta dal punto di vista logistico alla sua messa in opera.
     
  14. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La servitù allo stato attuale direi che esiste: e si chiama per "disposizione del padre di famiglia". Questo avviene quando alcuni vincoli sulla proprietà esclusiva rimangono a seguito di una divisione di beni pervenuti per eredità, dove in precedeza il proprietario poteva disporre liberamente dell'intero fabbricato. Presumo che il centralino sia stato posizionato nel sottotetto utilizzando il passaggio attraverso il 3° piano proprio in quell'epoca. Se così è così rimane anche in seguito , come servitù.

    Ciò non toglie che il proprietario esclusivo possa trovare una sistemazione consona equivalente per eliminare questo vincolo: sulle spese temo spettino al fondo "servente".

    Sul diritto costituzionale inalienabile a ricevere le telecomunicazioni + già stato scritto.
     
  15. piotti73

    piotti73 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    grazie a tutti per le risposte, non ho mai vietato di accedere al centralino solo che ora i rapporti sono molto tesi.
    Per questo accederà solo un tecnico specializzato... se la sorella non sarà d'accordo potrà dare indicazioni al tecnico di spostare il centralino sul tetto e installare una nuova antenna ad uso suo personale ma a sue spese!
     
  16. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io ritengo di no, almeno per la seconda parte.

    Se il centralino preesiste ed è una antenna collettiva, tale rimane.
    Se questo preesiste dai tempi di tuo padre, si è formata una servitù : credo tu possa eliminarla, facendo spostare il centralino nel vano scala: ma temo le spese di spostamento siano a tuo carico.
    Se i rapporti sono complicati, riterrei soldi ben spesi.

    Cosa non può fare tua sorella è installare un nuovo impianto nel tuo sottotetto; ma potrebbe attraversarlo (sempre per la vecchia legge citata da criscuolo)
     
  17. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Si ma i centralini principali vengono messi sempre alla base del palo perché sono loro che trasformano le onde del segnale delle antenne e lo trasformano in segnale TV. mettere una seconda antenna non ti toglierà il problema poichè anche solo per "girare l'antenna" quando viene spazzata dal vento comporta sempre l'accesso dall'interno...oppure dall'esterno.
    Se però si vuole accedere dall'esterno ci vorrà un cestello e per toccare il centralino all'interno (senza passare da casa tua) ci vorrebbe un lucernario per permettere l'ingresso nel sottotetto.

    Credimi ti risolveresti per sempre i problemi, e il tecnico anche di tua sorella potrebbe benissimo operare SENZA passare da casa tua, e salire nella botola per andare nel sottotetto.
     
  18. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se hai voluto favorire i tuoi parenti, condomini, tieni presente che l'accesso al sottotetto costituisce una servitù che dopo vent'anni se non contestata sarà usucapita. Evidentemente è che l'accesso avvenga per periodi inferiori all'anno.
     
  19. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    OOOHHH| ma avete capito che il centralino è solo una SCUSAAAAA| il problema è il sotto tetto di chi è.
    ORA:
    Il sottotetto già ai tempi della successione era di proprietà del terzo piano, tutto confermato anche nel recente rogito.
    Il rogito dice che è tuo ed è tuo, mettici una chiave e dici a tua sorella che quando vuole può riparare il centralino quando vuole per evitare discussioni.... ma deve essere rotto o quante volte credi che voglia salire li su per romperti le scatole? si dovrà scocciare, la calma è la virtù dei forti.

    la sorella del primo piano mi ha già più volte ripetuto che il sottotetto non è di mia proprietà.
    Posso impedirle di entrare nel mio sottotetto visto che, oltre ad essere proprietà privata,
    Hai fatto uno sbaglio quello di mettere una botola all'esterno questo la favorisce, gli mostri il rogito è deve lei dimostrare che non è cosi.
    Questi sono solo consigli poi la guerra la devi fare tu pensaci e valuta ne vale la pena? falla salire e avvisala che se ci saranno danni li dovrà pagare se lei non sale non paga quanto vale per una ripicca crearsi dei problemi, o tua sorella pensa che se si rompe il sottotetto lei non paghi niente? non sarà più visto che in quel caso lo usa anche lei?
     
  20. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Il centralino non è una scusa perchè in tutte le case alla base del palo dell'antenna c'è una centralina che trasforma il segnale radio in segnale adeguato per il televisore e non può essere in altri posti che li.
    Anch'io abito all'ultimo piano di una palazzina di 4 e sopra di me c'è un sottotetto non praticabile dove ci stanno tutti gli impianti TV del palazzo.

    L'unica cosa è che la botola di accesso non è all'interno di casa mia, ed è un bene, altrimenti pur essendo mio, dovrei permettere il passaggio dei tecnici in caso di malfunzionamento di un impianto comune.

    Proprio per evitare nel nostro caso che la gente passi sempre dentro casa ho consigliato di far mettere un piccolo lucernario (che il nostro proprietario previo accordo con gli altri proprietari) aprirà dall'interno.

    Se non vuole far accedere nessuno dalla casa, gli altri possono sempre noleggiarsi il cestello e passare direttamente dal tetto ed accedere al sottotetto tramite LUCERNARIO.

    Ho evitato sin da subito ogni sorta di "castello" (ponteggio) poichè il costo e la burocrazia per la sua realizzazione ne scoraggerebbe subito l'utilizzo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina