1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. oletto

    oletto Nuovo Iscritto

    Ho da poco acquistato un appartamento, premesso che i venditori nel compromesso e scritto sul rogito hanno sempre indicato "sottotetto di proprietà esclusiva con accesso dall'appartamento".
    Effettivamente si accede al cosiddetto sottotetto-soffitta solo attraverso una botola nell' appartamento, l'altezza massima è intorno a 2 metri ed è presente un lucernaio fisso che illumina il vano scala attraverso la luce che filtra da una parte di tetto in tegole di vetro.
    Il tecnico ed il notaio non hanno rilevato problemi, che però sono nati quando ho informato il proprietario del piano sottostante che tra gli altri lavori volevo aprire una scala di accesso al sottotetto .
    Infatti secondo lui una parte del sottotetto era di sua spettanza e avrebbe voluto usarla come ripostiglio.
    Non ci sono carte che dimostrino questa sua pretesa, però il tecnico da me interpellato mi risponde in modo "sibillino" visto che l'ho pagato per accertarsi dello stato delle cose, che però non ci sono nemmeno atti che dimostrino la proprietà esclusiva.
    Il venditore invece mi risponde che a suo tempo aveva già chiarito il tutto con questa persona, che probabilmente adesso rialza la testa.
    Come faccio ad essere sicuro dello stato di fatto, era mia intenzione oltre alla scala, posare un pavimento su solaio già calpestabile e mettere delle velux, ma non vorrei spendere e poi cedere ad altri.
    In teoria come potrebbe accedere al sottotetto soffitta se non gli concedo l'accesso attraverso il mio appartamento?
    Quale sarebbe la posizione del venditore che avrebbe dichiarato il falso e quella del tecnico e notaio?
     
  2. fiorello64

    fiorello64 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,

    secondo me, ma non ho i riferimenti normativi, la parte di sottotetto che insiste (= coincide) sul tuo appartamento e' di tuo uso esclusivo per cui lo puoi usare come vuoi e accederci come vuoi. La parte di sottotetto invece che eventualmente insiste su parti comuni, tipo vano scale, è di uso comune ma gli va creato un accesso, botola, dalla parte comune stessa. Mai e poi mai concedere l'accesso a qualche parte comune attraverso il tuo appartamento, ad esclusione di manutenzione eccezionale del tetto, posa antenne o altro. Rimane, a mio avviso, il problema del lucernario. Se il vano scale prende luce dal tetto non puoi occultarlo con opere di muratura fissa. Aspettiamo comunque il parere di esperti.
    Saluti.
     
    A Massimiliano Lusetti piace questo elemento.
  3. lupinnicola

    lupinnicola Nuovo Iscritto

    Quando hai fatto il rogito? Prima o dopo luglio 2010?
    Anch'io ho una situazione simile
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se dal rogito risulta di tua proprietà e che l'accesso al solaio è tramite il tuo appartamento è di tua esclusiva proprietà, dovranno altri dimostrare il contrario ciao:daccordo:
     
  5. lupinnicola

    lupinnicola Nuovo Iscritto

    A me nel mio rogito è scritto il venditore ha dato il sottotetto è proprietà esclusiva dell'appartamento , però il notaio ha detto che se non ci sono le piantine catastali del sottotetto non ha valore perchè dal 1 luglio 2010 tutto deve essere accatastato

    Sinceramente anche noi non riusciamo a capire bene la cosa.
     
  6. Stefano Mariano

    Stefano Mariano Membro dello Staff

    Rispondo a lupinnicola, il notaio ha ragione, da luglio 2010 tutti trasferimenti (e le locazioni) degli immobili devono essere accompagnati dalla relativa planimetria catastale con dichiarazione di conformità alla situazione reale redatta da un tecnico.
    Per quanto ho capito, Oletto ha il pieno diritto di annettersi il sottotetto, tranne però oscurare o limitare l'illuminazione delle parti comuni.
     
  7. oletto

    oletto Nuovo Iscritto

    Il rogito è di pochi mesi fa. Il sottotetto non risulta accatastato e ed è ovviamente di mia intenzione mantenere l'illuminazione del vano scale attraverso il lucernaio fisso.
    A questo punto per avere la sicurezza della proprietà dovrei procedere con l'accatastamento, occorre l'assenzo anche del proprietario dell'appartamento sottostante o potrei semplicemente procedere considerando che la precedente proprietaria per 30 anni la usava come proprietà esclusiva e quindi dovrebbe esserci usucapione.
     
    A sergio gattinara piace questo elemento.
  8. lupinnicola

    lupinnicola Nuovo Iscritto

    Non solo del proprietario sotto ma anche di tutti gli altri dello stabile.
     
  9. Stefano Mariano

    Stefano Mariano Membro dello Staff

    Penso che sia necessario procedere all'immissione planimetrica in Catasto per la quale non occorre, almeno per la tua porzione, l'assenso di altri. Qualora sorgessero delle opposizioni legali, una via potrebbe essere quella dell'acquisizione tramite usucapione da parte della precedente proprietà, che poi la trasferirebbe a te.

    Aggiunto dopo 3 minuti ....

    Chiedo lumi ai più esperti legulei per ciò che concerne la necessità dell'assenso di tuttii condòmini nello specifico caso.
     
  10. lupinnicola

    lupinnicola Nuovo Iscritto

    Devi anche tenere conto della legge che dice che il sottotetto è una parte di che serve ad isolare l'appartamento sottostante.
     
  11. oletto

    oletto Nuovo Iscritto

    Sia solo 2 proprietari, la precedente proprietaria è morta e ho acquistato dagli eredi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina