1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. aristideloris

    aristideloris Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Abito in un condominio nel quale uno dei condomini (proprietario di più appartamenti ancora non abitati) ha un elevato debito per spese condominiali sia ordinarie che straordinarie non pagate (ca. 30.000 €). Il suddetto condomino, in qualità di Liquidatore della S.r.L. alla quale sono intestati tali appartamenti, propone all'Amministratore di pagare il 50% del debito in questione in ossequio al principio della "par condicio creditorum". Al momento non se se abbia già in atto una procedura di fallimento o meno.
    Vorrei sapere se per accettare questa proposta occorre avere l'unanimità di tutti i restanti condomini e, soprattutto, se l'invocazione del suddetto principio è corretta, oppure se i crediti vantati nei confronti del moroso sono da considerare privilegiati rispetto a quelli di altri cerditori e quindi meritevoli di essere soddisfatti interamente.
    grazie
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se deve 30.000 Euro, è bene richiedere il Decreto Ingiuntivo a carico di questo condomino, meglio che deliberate l'adozione di un fondo per queste spese legali. Se invece c'è odore di fallimento è meglio che sentite un legale perchè è bene per voi inserirvi nella lista dei creditori, altrimenti potreste rischiare di non prendere granchè, infatti in questi casi (fallimento) ci sono i creditori privilegiati (banche, dipendenti ecc ecc)
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.
  3. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Ci sono due questioni da affrontare in questo caso:

    1) Questione formale: Che maggioranza è necessaria per poter accettare la proposta del liquidatore? Ritengo sia sufficiente la maggioranza qualificata (Metà + 1 degli intervenuti almeno 50% del valore edificio).

    2) Questione sostanziale: E' conveniente la proposta del liquidatore? A mio giudizio è rischiosa, perchè se poi la società fallisce, il curatore ha titolo per proporre azione revocatoria su tutti i pagamenti svolti nei due anni precedenti (non mi dilungo in particolari tecnici), ...il punto della questione è che vi è il rischio che tempo dopo aver incassato il 50% delle spese, il condominio poi sia costretto a restituire quanto incassato, per poi dover insinuarsi al passivo del fallimento come creditore chirografario.
     
  4. aristideloris

    aristideloris Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Aggiunto dopo 9 minuti ....

    La proposta del proprietario (che è anche Liquidatore) nasce dal fatto che avrebbe trovato una Società disposta ad acquistare tutti i suoi appartamenti, ma a condizione che siano completamente saldate le spese condominiali pregresse. E' quindi questo il motivo per cui ha avanzato all'Amministratore la proposta di pagare solo la metà del debito, facendo ricadere sugli altri condomini il restante 50%.
     
  5. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sinceramente e mi auguro di non sbagliare, ma sento puzza di bruciato, per il fatto che questo condomino che ha il debito è anche il liquidatore delle stessa S.r.L.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina