1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pippero

    pippero Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ho un questito banale.
    Nel mio condominio e' apparso improvvisamente un cartello di alluminio, attaccato al cancellino d'ingresso, con il divieto di parcheggiare le biciclette. Ne' l'acquisto ne' il posizionamento del cartello era stato discusso e autorizzato dall'assempblea condominiale. Io sapevo che tutte le spese devono essere autorizzate, a parte quelle urgenti, ma non credo che l'affissione di tale cartello abbia questo requisito. Interrogato nel merito, l'amministratore asserisce che non è necessaria un’assemblea per applicare un cartello che serve per far rispettare le regole dettate anche dal regolamento di condominio. E' vero questo? se non lo e', potete darmi un riferimento normativo con cui controbattere la tesi dell'amministratore?
    Grazie mille,
    Enrico
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quale è il tuo quesito?

    1. - l'apposizione del cartello
    2. - la mancata osservanza regolamentare di RdC del divieto di parcheggiare le biciclette

    - Nel primo caso, l'eventuale spesa (direi irrisoria) potrà essere ratificata nella prossima riunione dall'assemblea
    - Nel secondo caso l'amministratore non fa altro che attuare quanto previsto dal regolamento, per cui e come detto l'assemblea "Sovrana" deciderà in merito alla presa di posizione di questo amministratore, male che vada all'amministratore, dovrà pagare di tasca propria ciò che non era stato approvato da nessuna assemblea ed avrebbe potuto inviare una lettera circolare a tutti con lo stesso risultato.
     
  3. pippero

    pippero Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ti ringrazio per la risposta.
    Il quesito e' se sia possibile fare spese non autorizzate dall'assemblea condominiale. La spesa e' irrisoria, lo so, e' per capire il principio, e per far calare le arie ad un condomino che si atteggia a padrone dello stabile, pappa e ciccia coll'amministratore .... piccole bassezze umane.

     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In tutti i casi, l'amministratore NON può effettuare spese straordinarie, salvo non siano urgenti e comunque deve darne comunicazione nella successiva assemblea (--> cc art. 1135)
     
  5. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Già, ma l'amministratore deve anche far rispettare il Regolamento di Condominio, e se questo vieta il posteggio di biciclette bene ha fatto l'amministratore ad apporre il cartello. Non vorrei che si arrivasse all'assurdo di dover autorizzare ad esempio la spesa per la duplicazione della chiave del portone per la ditta che pulisce le scale o l'acquisto di un blocchetto di ricevute!
     
  6. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sono perfettamente d'accordo e probabilmente questa spesa (irrisoria), sarà ratificata dall'assemblea al consuntivo, ma se non lo sarà?
    Magari i condomini preferivano richiami scritti, magari con lettera raccomandata, spendendo forse di più ;)
    p.s. la mia risposta precedente si riferiva sul principio che l'original poster aveva chiesto, e purtroppo questo vale per qualsiasi entità di spesa.
     
  7. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    D'accordo su questo punto.
    Però il semplice acquisto di cartello come citato non ritengo sia da considerarsi una spesa straordinaria, come mi sembra ciò sia condiviso anche da Condobip e da altri intervenuti.


    anch'io vivo ed ho sempre vissuto in condominio, e ne ho viste di tutti i colori........ personalmente ho sempre pensato "chi ha più cervello lo usi" :D
     
    A condobip e bolognaprogramme piace questo messaggio.
  8. pippero

    pippero Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie condobip, meri56 e Jrogin per le vostre opinioni :fiore:. Riassumendo in soldoni, mi pare di capire che l'amministratore e' dalla parte della ragione. Ed io non ho certo intenzione di fare una "guerra di religione" per una sciocchezza del genere.
     
    A Jrogin piace questo elemento.
  9. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti, direi che aver posto un cartello al posto di inviare lettere a tutti i condomini, per il rispetto del RdC, sia la stessa cosa, perciò l'amministratore ha agito anche con una azione al "risparmio" per il condominio.
    In pratica avrebbe potuto inviare (con pieno diritto) una circolare a tutti, forse spendendo più danaro dell'acquisto di questo cartello.
     
    A Jrogin e pippero piace questo messaggio.
  10. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Con il rischio di sentirsi rispondere: "Non mi è arrivata"... "Era una busta vuota"... e altre amenità del genere, nonché di dover ripetere l'invio ogni volta che cambia un inquilino!

    Concordo con tutti commenti precedenti sul fatto che l'amministratore ha agito correttamente.
     
  11. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Aggiungendo altre spese per il condominio ...... :^^:
    Per cui se l'amministratore ha posto questo cartello, converrà certamente ratificare la spesa ;)
     
  12. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Visto che siamo tutti d'accordo che l'amministratore in questione è un sant'uomo (o santa donna):D, fedele alla mia vocazione di "spaccatore di capelli" lancio un sasso nello stagno ponendo la domanda:

    "Può in un caso del genere l'assemblea rifiutarsi di ratificare la spesa?"
    Dal mio punto di vista la risposta potrebbe non essere affatto scontata, giacché se è vero che si tratta di una spesa straordinaria (e quindi suscettibile di ratifica assembleare a prescindere dall'importo), dall'altro il cartello rientra nell'attività dell'amministratore di far rispettare (o almeno tentare di far rispettare) il regolamento di condominio e rendere fruibili gli spazi comuni, ergo in una attività ordinaria.

    La domanda, premetto, è di pura accademia!
     
  13. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Per pura accademia, esprimo il mio parere;

    Se l'assemblea rifiuta la ratifica, e lo può fare, io fossi l'amministratore, rassegnerei all'istante le dimissioni irrevocabili convocando seduta stante un'assemblea straordinaria "Dimissioni e nomina nuovo amministratore" avvisando a spese comuni (con raccomandata e ricevuta di ritorno) anche gli assenti, ovviamente l'assemblea sarà pagamento (salvo altri accordi precedenti), e se in quella non sarà nominato un successore, mi rivolgerei alla Volontaria Giurisdizione per la nomina di un Amministratore Giudiziale

    Così che alla fine della bagarre e/o disputa, non so chi ci rimetterà più pecunia (vulgo danaro) :^^:
     
  14. pippero

    pippero Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Condobip, immagino tu sia un amministratore condominiale, e pure in gamba. Sono rimasto sorpreso da quest'ultima tua risposta. La mia intenzione (ma devo rifletterci ancora) sarebbe quella di non ratificare la spesa. Ma mica per le 2 lire che e' costato il cartello. Per il modo in cui e' stata trattata la questione. Vabbe', non conosci il clima condominiale .... le biciclette non danno fastidio a nessuno, fuorche' a uno, che ha (legittimamente) chiesto il cartello. Che tra l'altro e' antiestetico e messo sul cancella d'entrata, non fa prorpio un bell'effetto. Ma allora siccome ci sono dei condomini che fanno casino fino alle oe piccole, che faccio, metto un cartello con scritto "non fare casino dopo le 23, come da Reg. Cond." ? sarebbe una richiesta legittima, no? e questo allora per tutte le cose regolamentate. .... hai capito insomma. Anche se la richiesta era legittima, c'e' modo e modo di procedere, ed io mi opporro' non tanto per l'entita' della spesa, ma per come e' stata (mal) gestita la cosa. E se l'amministratore da' le dimissioni irrevocabili, mi fa pure un favore !
     
  15. Alessia Buschi

    Alessia Buschi Membro dello Staff Membro dello Staff

    Professionista
    Scusate se mi intrometto, ma a questo punto io, più che dire all'amministratore il perchè ha apposto il cartello, gli chiederei di inviare a tutti i condomini un richiamo alle norme contenute dal RdC, con le specifiche del caso in questione (biciclette, runori oltre orario ecc.)
     
    A meri56 piace questo elemento.
  16. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non sono un amministratore, anzi sono un semplice condomino e pure mi arrabbio se gli amministratori non eseguono quanto di loro spettanza e dovere, ma vedo assolutamente inutile impuntarsi per una spesa irrisoria, come in questo caso, se l'amministratore avrebbe applicato quanto in suo potere a voi condomini sarebbe costato molto di più dell'affissione di questo cartello.
    Comunque è tua facoltà opporti, ma come detto se l'assemblea ratificherà la spesa sarai obbligato a contribuire per la tua quota parte.
     
  17. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Quindi, secondo te, l'assemblea può NON ratificare (su tutto il resto sono assolutamente d'accordo con te, anche se per un amministratore non è così semplice liberarsi di un condominio. In effetti viene spesso messa in duscussione la leggittimazione dell'amministratore a rivolgersi all'AG, dato che la norma prevede che lo possano fare solo i condomini).


    In base a questo principio, tuttavia, l'amministratore potrebbe lasciare le scale al buio perché l'assemblea non ha approvato la spesa per l'acquisto e la sostituzione di una lampadina... Salvo poi essere accusato di inadempienza ai propri doveri.

    La domanda è: perché la lampadina si, e il cartello no? In fondo sono due casi riconducibili al medesimo articolo del codice.
    Tanto la lampadina da 30 euro (installazione compresa) quanto il cartello da 20 (?) non si può dire che esuberino i suoi doveri...

    Ribadisco, stiamo facendo accademia....:D
     
  18. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sempre accademicamente parlando, secondo il mio parere le cose possono essere vite da diversi punti di vista;

    - 1. sicurezza (ad esempio - cambio lampadine in caso di mancata illuminazione - ovviamente essendo stato avvisato del guasto o mancanza)
    - 2. cartello d'avviso per rispetto Regolamento

    nel primo caso l'amministratore sarà coinvolto anche penalmente in caso di incidente, ne secondo no.

    Per cui sta all'amministratore agire con competenza nelle varie situazioni che si possono riscontrare nel condominio.
     
  19. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    UUUUHHH :shock: chi è questo amministratore che per la sua sensibilità si offende e da le dimissioni L'HO ASSUMO SUBBBBBITO:fiore:

    :rabbia:il mio pur di spendere quattrro soldi e guadagnarsi un extra fa montare le maniglie anche dove non necessitano i pomelli dove non esistevano e cambiare i luchetti che nessuno usa e poi mette il tutto nelle spese di manutenzione ordinaria tanto sono poche lire ovvero €uro chi vuoi che contesti € 20 qui e là VERGOGNA salvando la pace di quelli onesti sono rari ma ci sono. :fiore:
     
  20. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    PERò NON VEDO NEANCHE L'URGENZA DI APPORRE UN CARTELLO, senza autrizzazione dell'assemblea, come regola dovrebbe pagarlo l'Amministratore se non viene approvato in Assemblea nel rendiconto di fine anno ciao.:daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina