1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. roxy1952

    roxy1952 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve, volevo un consiglio, può l'amministratore del condominio richiedere le spese direttamente all'inquilino senza menzionare il proprietario? Sul contratto di affitto non c'è questa ipotesi. Se si paga all'amministratore direttamente siamo in regola o si deve pagare solo su richiesta del proprietario e direttamente a lui? Fra l'altro i conteggi sono dall'anno 2002 mentre il contratto è stato stipulato a dicembre 2008 a nome di mia madre. Il precedente contratto era a nome di mio padre (deceduto nel 2005) è stato disdettato nel 2007 per finita locazione, ma non sono stati richiesti all'epoca, oneri condominiali. In caso affermativo, l'amministratore può chiedermi le spese (mai richieste dal proprietario) anche quando i proprietari erano altri da quello attuale? (l'appartamento è stato venduto 3 volte).
    Grazie a tutti!!
     
  2. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Domandare è lecito, ottenere è un altro paio di maniche.
    Tieni presente che in caso di vendita il nuovo proprietario è obbligato, in solido con il venditore, al pagamento degli oneri dell'esercizio in corso e di quello precedente.
    Se nei contratti di affitto non c'è menzione del fatto che l'inquilino si impegna a pagare le spese direttamente all'amministratore (e di solito non c'è) la norma è che l'amministratore richiede le spese al proprietario il quale le chiede a sua volte all'inquilino (per quanto di sua competenza, ossia non tutte le spese ma solo quelle che spettano all'inquilino).
    Inoltre le spese condominiali, sia nei rapporti proprietario/inquilino che nei rapporti proprietario/condominio si prescrivono in 5 anni, quindi sicuramente, se la prescrizione non è stata interrotta da richieste precedenti, non ti potranno richiedere spese risalenti al 2002, ma al massimo al 2007.
     
    A ergobbo e condobip piace questo messaggio.
  3. roxy1952

    roxy1952 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Può essere richiesto l'anno 2007 (fino da gennaio?) quando il nuovo contratto è stato stipulato a dicembre 2008? Non c'è stata proroga del vecchio contratto, il proprietario (che è anche l'attuale) ha inviato formale disdetta per finita locazione e per alcuni mesi (fino al momento della stipula del nuovo contratto) è stata pagata l'indennità di occupazione. Confermo che non ci sono mai state richieste precedenti.
     
  4. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'amministratore deve richiedere le spese arretrate (che si prescrivono in 5 anni) al proprietario dell'immobile in condominio. Se non lo fa per tempo o non lo fa con la necessaria diligenza, può essere citato per danni dal condominio e costretto a risarcire.
    Il proprietario poi, a sua volta, può richiedere il rimborso all'inquilino delle spese arretrate di sua spettanza, ma questo è tutto un altro problema che non coinvolge in alcun modo né il condominio né l'amministratore ma rientra nel rapporto di locazione, al quale il condominio è del tutto estraneo.
     
    A condobip piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina