1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mrguitar

    mrguitar Membro Attivo

    Salve a tutti,
    il quesito è questo:

    Mia madre è deceduta a metà dicembre 2012, nel corso del 2012 lei ha sostenuto dei pagamenti per lavori iniziati nel 2012 ed effetuati nelle parti comuni del condominio ed in questi giorni ho ricevuto dal amministratore la lettera con l'importo complessivo pagato.

    Dato che per mia madre non dovrei fare la dichiarazione dei redditi in quanto ha avuto nel anno 2012 un reddito complessivo di € 6551 pensione + € 807 immobili (altre tipologie di reddito) = € 7358 quindi non superiore a € 7500 come indicato nelle istruzioni del 730/2013.

    Quindi avendo io ereditato a fine anno 2012 il 50% insieme a mio fratello 50%.

    Come dovrei inserire nel quadro E (oneri e spese) del mio 730 queste spese per gli interventi della proprietà che ho appena ereditato?

    Un grandissimo saluto a tutti e grazie a chi vorrà chiarirmi le idee.
    :)

    C.C.
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Premesso che, condizione essenziale per fruire della detrazione è la detenzione diretta del bene, ovvero secondo le precisazioni fornite dall'AdE nella circ. n. 15/E del 05/03/2003, il beneficio si trasmette per le quote non detratte dal defunto esclusivamente agli eredi che conservano la materiale e diretta detenzione del bene (potendone disporre quando lo si desideri a prescindere dalla circostanza che lo stesso sia adibito ad abitazione principale), sarà comunque necessario il rilascio da parte dell'amministratore del condominio (informato inconfutabilmente e per iscritto sull'identificazione degli eredi) della debita certificazione richiesta dalla normativa ai fini del beneficio fiscale.
     
  3. mrguitar

    mrguitar Membro Attivo

    Quindi dato che mia madre non ha potuto detrarre nessuna quota in quanto i lavori sono finiti nel 2012 prima del suo decesso.
    Io dovrei inserire nel quadro E la spesa complessiva risultante dalla dichiarazione del amministratore e quindi inserire :
    anno 2012, c.f. del condominio, inserire come numero rate la 1° di 10 e l'importo della spesa sostenuta
    E' giusto questo procedimento?
    Grazie di tutto :)
    C.C.
     
  4. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Sì, il procedimento è giusto. Tieni presente però, come nel tuo caso, in presenza comunque di un altro erede e l'immobile è libero, la detrazione spetterà a ciascuno pro-quota. La certificazione dell'amministratore spetta infatti di diritto agli eredi e nessuno può rinunciarvi a favore dell'altro. Se invece, l'immobile dovesse essere utilizzato come abitazione solo da te, allora la detrazione spetterebbe a te per intero, non avendone più l'altro erede la disponibilità.
     
  5. mrguitar

    mrguitar Membro Attivo

    Ok quindi se ho capito bene nel mio caso essendoci un altro erede ed essendo la mia quota del 50% e non essendo utilizata da me come abitazione, l'importo di spesa da inserire nella colonna 9 sarà il 50% dell'importo della spesa complessiva risultante dalla dichiarazione datami dall amministratore?

    Grazie per queste preziose delucidazioni :)
    saluti
    C.C.
     
  6. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Hai capito bene.:ok:
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Anchio, molto esauriente ciao
     
    A dolly piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina