1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve
    a seguito di migrazione da WIND verso TISCALI, mi è stata addebitata la somma di 35,00 euro quale "Costo per attività di migrazione.
    Dopo aver presentato un reclamo scritto a Wind Telecomunicazioni S.p.A.- Ufficio Reclami- , precisando che l’art. 1 comma 3 della legge 40/2007 (cd. Legge Bersani) non ho mai avuto risposta nè telefonica nè scritta se non in data 28 febbraio 2013 sono stato direttamente contattato telefonicamente dalla società recupero crediti per conto di Wind , invitandomi a pagare la somma di 35 euro altrimenti si vedeva costretto ad attivare la pratica recupero del credito con ulteriore aggravio di spese a mio carico. Chiedevo delucidazioni in merito e una risposta scritta per le motivazioni inerenti il rigetto del mio reclamo ma mi riferiva che non era possibile .
    Come mi devo comportare?
     
  2. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se ritieni di essere nel giusto non pagando i 35 €, ignora completamente le richieste.
    E non ti fare impressionare, non attiveranno mai un'azione legale per somme irrisorie.
     
  3. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Condivido, ma ho timore, poichè sono stato contattato dal recupero del credito, di rimanere infangato nel registro nero dei mal pagatori, quindi segnalazione al CRIF , e la cosa mi darebbe enormemente fastidio penalizzandomi per il futuro a causa di una scioccheria e non per colpa mia.
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Leggi nel contratto sottoscritto, se eri tenuto a pagare per la disdetta qualche penale.
     
  5. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao
    il contratto è stato stipulato nel 2009, in cui vigevano le penalità per i consumatori che passavano ad altro gestore, successivamente nel 2011 sono state abolite dal Decreto Bersani, e quindi le compagnie hanno rinominato le penalità in "spese di migrazione". Ma io nn ho mai ricevuto variazioni contrattuali anche se loro dicono di avermele mandate, ho controllato persino tutte le bollette telefoniche.
    Pertanto ritengo vessatorie l'applicazione delle spese di migrazione.
     
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Salta l'obbligo per gli utenti di restare fedeli agli operatori di telefonia e di reti televisive e di comunicazione elettronica, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata: i contratti di adesione stipulati con tali operatori devono prevedere la facoltà del contraente di recedere dal contratto in qualsiasi momento e senza spese non giustificate da costi dell'operatore.
    Ma attenzione, nello specifico, possono essere spese reali che il gestore sopporta per le operazioni quali la disattivazione del servizio o il trasferimento dell'utenza.
    Quindi cautela!
     
  7. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Le spese di disattivazione, secondo le linee guida del garante per le comunicazioni AGCOM sono sostenute dal gestore subentrante quindi il vecchio gestore non sostiene alcun onere di spese di disattivazione
     
  8. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ritengo il tuo timore infondato.Dovrebbero prima farti un'azione legale per arrivare a una sentenza a favore:^^:
     
  9. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ok
    speriamo bene
     
  10. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
  11. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Dolly
    sono d'accordo, ma le spese di migrazione che prima si chiamavano "penalità" nei contratti sono vessatori, secondo il Decreto Bersani non sono dovute a meno chè il gestore non dimostra dettagliatamente, al centesimo, i costi sostenuti per la disattivazione dell'utenza (che a quanto pare è competenza del nuovo gestore a cui si migra). Comunque nei vecchi contratti (il mio risale al 2009) non venivano menzionati solo successivamente dopo il Dcreto Bersani nel 2011 hanno variato le condizioni contrattuali che io nn ho mai sottoscritto.
     
  12. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Già, le hanno chieste anche a me. Io ho inviato una raccomandata dicendomi disposta a pagare chiedendo però, come da norma, il dettaglio di tali costi. Mai ricevuto. Ho ricevuto invece una lettera, a mezzo posta ordinaria (e questo la dice già lunga sula legittimità della richiesta) da una società di recupero crediti. Ho inviato una nuova raccomandata spedendo copia (e relativa documentazione) per conoscenza ad Altroconsumo. Ho ricevuto una ulteriore richiesta, sempre per posta ordinaria, ed ora, da oltre un anno, più nulla.
     
  13. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    E' quasi simile la mia vicesittudine, oltre ad aver inviato reclamo scritto a Wind e mai avuto una risposta, a distanza di tre mesi sono stato contattato da un addetto del recupero crediti, poichè il mio reclamo rigettato aveva già fatto scaturire una pratica di recupero del credito. Ho fatto immediatamente una segnalazione all'AGCOM tramite PEC e successivamente, tramite raccomandata, una richiesta di conciliazione al CORECOM Puglia.
    Adesso sto aspettando che mi convochino.
    Son curioso di ascoltare come si giustificherà il rappresentante legale della wind per discolparsi.
    A presto
     
  14. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per @tuonoblu e altri. Il collegamento con il codice di Proc.Civ. è sempre lo stesso: correggetemi se sbaglio. La grande Azienda ha l'Avvocato a libro paga. 1)Ricevi la sua prima diffida a pagare il dovuto + altre spese, comprese, forse, le sue. 2)Decidi di resistere con una tua risposta personale.3) dopo poco ti arriva l'ingiunzione del tribunale per una prima convocazione-comparsa.4) Ti presenti senza l'avvocato e il giudice, essendo tu capiente, non l'accetta....5) + 6) +7) Omissis.....Posso solo chiosare con una domanda: tutto questo per 35 euro??? Alla vostra risposta, credo scontata, aggiungo per riconfermare l'auspicata riduzione, se non il completo annullamento,dell'obbligatorietà dell'assistenza legale almeno in casi come questo fino alle insolvenze locative (che stanno in cima ai pensieri di tutti noi Propisti). Per pura curiosità chiedo
    a Giacomelli,Jerri48,Elisabetta48,Harwan, Guardiano e a tutti i
    numerosi esperti presenti: alzi la mano chi di voi, avendone il tempo, nel contesto
    in esame, si sente incapace di "affrontare" un giudice senza l'assistenza del professionista. Il quì presente QUIPROQUO di mani ne alza due. In caso di
    mano pesante.....si accetta anche il dito mignolo....!!! Alla prossima. PDI
     
  15. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    caro priproquo
    voglio premettere che l'autority per le comunicazioni, a tutela dei consumatori mette a disposizione la possibilità di ricorrere contro le grandi compagnia telefoniche tramite richiesta di conciliazione al CORECOM o qualora non si risolva la controversia al AGCOM ma il tutto senza farsi rappresentare da alcun legale e senza farsi carico di alcun spesa! Altrimenti nessuno ricorrerebbe,
    capisco la tua osservazione , che in altre occasioni ho condiviso anch 'io e cioè "meglio ritirarsi strategicamente che affrontare una sanguinosa battaglia già persa in partenza" ma in questo caso è puramente una questione di principio! Sicuramente, per il momento sto perdendo del tempo e soldi in raccomandate! Staremo a vedere, nella peggiore delle ipotesi pagherò le 35 euro.
     
  16. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Vedi Tuonobleu, io, talvolta eccedendo, non perdo occasioni per stuzzicare i Propisti sui costi della giustizia, perchè nonostante le numerose lamentele presenti su alcuni forum....,
    nessuno di essi vuol prendere posizione contro una evidente Stortura legislativa.....
    Non sono nè sordi, nè ciechi....forse sono intimoriti da un privilegio consolidato da
    secoli di USO...RIUSO ....e ABUSO...ricordano quei politici e giornalisti televisivi che pur avendone ancora motivo non si sentono più di rimarcare l'enorme conflitto di attribuzione fra funzione pubblica e privata di quel gaglioffo ganimede
    che imperterrito continua ad inculcarci la sua malsana filosofia di vita.
    Per ora chiudo. Alla prossima. Quip.pdi
     
  17. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    condivido
     
  18. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ed è inutile brontolare, indignarsi e poi non fare niente.
    Ora che i "consumatori" sono mediamente più consapevoli dei propri diritti sarebbe tempo di farli valere. Quello che a me da più fastidio è il continuo "provarci" da parte di chi fornisce beni e servizi. Tanto per dieci che resisteranno a richieste illegittime ce ne sono cento che per timore di conseguenze, per non perdere tempo ecc., preferiranno pagare un balzello non dovuto. E' una forma di arroganza che si manifesta nella consuetudine di non rispondere alle proteste di chi ormai non è più cliente e trova una sponda nella cronica farraginosità delle leggi e dei regolamenti e nella difficoltà e dispendiosità di far valere le proprie ragioni.
    E temo che tra dieci anni saremo ancora qui a fare gli stessi discorsi.
     
    A tuonoblu piace questo elemento.
  19. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    esattamente!
    Le nostre compagnie che forniscono servizi di vario genere hanno maturato una consolidata convinzione che il rapporto con la platea di contribuenti è rappresentato da pecoroni intimoriti pronti a piegarsi alle loro volontà e subire ogni forma di ingiustizia! Ma, avvalersi dei propri diritti significa anche dimostrare le proprie ragioni ma anche debellare questo vizio di forma che vige nei confronti dei consumatori. poi..come al solito ognuno è libero di fare quello che vuole ma non dobbiamo brontolare quando non vediamo riconosciuti i nostri diritti.
     
    A meri56 piace questo elemento.
  20. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Rivolgiti alla unione dei consumatori vedrai come fuggono:fiore:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina