1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. isalari

    isalari Membro Junior

    Buongiorno a tutti.
    sto ristrutturando casa e vorrei avere dei chiarimenti sull'innalzamento a EUR 96.000,00 del tetto di spesa detraibile al 50%.
    mi trovo in una situazione per cui al 25 giugno di quest'anno avevo gia abbontantemente superato il "vecchio" limite di EUR 48.000,00.
    La ristrutturazione sta andando avanti e pertanto dovrei poter beneficiare del nuovo bonus al 50% e anche del nuovo massimale di EUR 96.000,00.

    Vorrei però capire cosa succede per le spese di ristrutturazioni sostenute prima del 25 giugno 2012 che gia eccedevano il limite di 48MILA EUR?

    per fare un esempio con delle cifre:
    se da gennaio 2012 a giugno 2012 un privato avesse sostenuto spese di ristrutturazione per:

    EUR 80.000,00,

    e dal 26 giugno 2012 al 31 giugno 2013, ne sosterrà ancora per

    EUR 30.000,00

    per quali importi potrà beneficiare delle detrazioni al 36% e per quali al 50%?
    vi ringrazio molto per la consulenza.
    saluti
     
  2. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Su ciò che eccede 48000 euro, non puoi recuperare nulla. Hai sostenuto queste spese PRIMA del 25/06/2012.


    Potrai beneficiare della detrazione al 36% su 48.000 Euro, e nient'altro. I lavori sono riferiti al MEDESIMO INTERVENTO, che è INIZIATO prima del 25/06/2012 (sicuramente la tua dichiarazione inizio attività o S.C.I.A. fanno riferimento a una data ben anteriore al 25 giugno 2012), quindi tu sei assoggettato interamente alle regole del 36%.

    Dei primi 80.000 euro puoi recuperare in 10 anni il 36% di 48.000, e così facendo hai sforato il massimale. I restanti 30.000 che paghi dopo il 25/06/2012 non sono recuperabili perché afferenti al MEDESIMO INTERVENTO, sono la PROSECUZIONE DI UN INTERVENTO INIZIATO PRIMA DELLA DATA SPARTIACQUE cioè prima del 25 giugno 2012 (e sicuramente, tra l'altro, un intervento sullo STESSO IMMOBILE!), e quindi sono assoggettati alla vecchia regola del 36%.

    Non sono recuperabili perché, in base alle vecchie regole, nell'ambito di un unico intervento di ristrutturazione edilizia, il massimale era 48.000 euro da recuperare in 10 anni (il 36%).

    I tuoi lavori sono iniziati prima di quella data spartiacque, e la prosecuzione di tali lavori (sullo stesso immobile, sullo stesso intervento di ristrutturazione edilizia) rispetta comunque il massimale (da te già sforato) di 48.000 euro e nient'altro.

    Consolati pensando che in Italia tantissima gente si trova nella tua situazione.

    Con questo provvedimento il Governo incentiva NUOVI e VELOCI INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA, ma non ha voluto aiutare RETROATTIVAMENTE chi li aveva già avviati prima del 25/06/2012: è, cioè, un intervento per "SMUOVERE L'ECONOMIA", e non per fare un regalo a chi l'ha già smossa col 36% e il massimale di 48.000 euro.

    Io ho beneficiato di un intervento a Settembre 2011 e sono nella tua stessa situazione, tranquillo.

    Nel mio caso, posso recuperare il 36% di 25mila euro in 10 anni (900 euro l'anno), con la nuova normativa avrei recuperato il 50% di 25mila euro sempre in 10 anni (1250 euro l'anno, differenza non da poco, ora che c'è da pagare l'IMU).

    L'unico modo per beneficiare ancora è fare un nuovo intervento di ristrutturazione edilizia, CHE NON SIA LA PROSECUZIONE DEL PRECEDENTE INTERVENTO, e possibilmente che non sia sullo stesso immobile!

    Vi ricordo infatti che nel Modello 730 vanno indicati I DATI CATASTALI (la famosa terna: FOGLIO, PARTICELLA, SUBALTERNO) dell'immobile che è stato oggetto di un intervento di recupero tramite ristrutturazione edilizia. Due righe con le stesse coordinate catastali vengono considerate afferenti allo STESSO INTERVENTO perché riguardano lo stesso immobile.
     
  3. isalari

    isalari Membro Junior

    Ciao possessore
    ti ringrazio molto per la risposta... Non è quella che speravo, putroppo, ma è molto chiara. grazie ancora.
     
  4. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @possessore: in merito a quanto affermi (non applicabilità dei nuovi parametri per ristrutturazioni in corso), sono state emesse circolari specifiche o è una tua, anche se verosimile, deduzione?
    Ci sono specifiche prese di posizione della AdE?
     
  5. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa

    FONTE: RISTRUTTURAZIONI E RISPARMIO ENERGETICO, IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SUI NUOVI BONUS

    Ora copio & incollo il contenuto del link qui sopra, poiché tale link POTREBBE SPARIRE FRA QUALCHE MESE!

    La parte in grassetto è la risposta al Tuo quesito.

    30/07/2012 - Mentre il decreto per lo sviluppo e la crescita passa all’esame del Senato, sembra definito il quadro delle detrazioni fiscali per chi intende riqualificare un immobile dal punto di vista edilizio o energetico.

    RISTRUTTURAZIONI
    Il decreto ha elevato dal 36% al 50% la percentuale di detrazione fiscale sulle spese per gli interventi di ristrutturazione e raddoppiato il tetto di spesa su cui calcolare l’agevolazione da 48 mila a 96 mila euro.

    Si tratta di un incentivo agli investimenti privati, la cui portata si è erosa durante l’esame delle misure. In un primo momento si era infatti pensato di rendere stabile la detrazione al 50%. Successivamente i bonus maggiorati sono stati limitati alle ristrutturazioni effettuate entro il 31 dicembre 2014, per poi essere circoscritti ulteriormente alle spese per lavori sostenute entro il 30 giugno 2013.

    Come calcolare le detrazioni
    Il decreto sviluppo non ha fatto scomparire le detrazioni del 36%, che in alcuni casi restano valide per i lavori in corso al momento dell’approvazione della nuova norma.
    Per capire quale percentuale di sconto applicare, soprattutto per quei lavori a cavallo tra vecchia e nuova normativa, bisogna considerare la data in cui è stato emesso il pagamento per gli interventi effettuati sull’immobile.

    Nel periodo di imposta 2012, le spese sostenute fino al 25 giugno 2012 rientrano infatti nella vecchia normativa e usufruiscono della detrazione del 36%, con un tetto di spesa di 48 mila euro.
    Le spese sostenute dal 26 giugno 2012, data di entrata in vigore del Decreto Sviluppo, al 30 giugno 2013, sono agevolate con una detrazione fiscale del 50% fino a un tetto di spesa di 96 mila euro. Da questo nuovo totale vanno però detratte le spese già sostenute in precedenza, che sono state agevolate col regime del 36%.

    Nel periodo di imposta 2013, spetta la detrazione del 50%, con tetto di 96 mila euro, per le spese sostenute fino al 30 giugno 2013. Se i lavori non iniziano nel 2013, ma proseguono dall’anno precedente, bisognerà tenere presenti le spese già pagate, che concorrono al raggiungimento del tetto dei 96 mila euro.
    Dopo il 30 giugno 2013 si torna automaticamente alla vecchia normativa. Significa che chi effettuerà spese dopo questa data potrà beneficiare della detrazione del 36%. Ma bisogna prestare attenzione ad un altro particolare. A scendere ai livelli originari non è solo la percentuale del bonus, ma anche il tetto di spesa, che torna quindi a 48 mila euro. Se i lavori proseguono dopo il 30 giugno 2013, ed è già stata spesa una cifra superiore a 48 mila euro, le ulteriori spese potrebbero non beneficiare di nessuna agevolazione.

    RIQUALIFICAZIONI ENERGETICHE
    Sono prorogate al 30 giugno 2013 le detrazioni del 55% sulle spese per gli interventi utili a conseguire il miglioramento energetico degli edifici.

    Lo slittamento dei termini è una novità rispetto alle previsioni iniziali in base alle quali l’agevolazione doveva scendere al 50% dal primo gennaio 2013 al 30 giugno 2013.

    Nel caso dei lavori per il risparmio energetico non sembrano quindi esserci dubbi sul calcolo della detrazione, perché si continuerà a beneficiare degli stessi bonus.
    (riproduzione riservata)

    Il caso dell'utente che ha aperto questo thread, è il caso di una persona che ha già utilizzato al 100% il massimale di 48mila euro previsto dal recupero IRPEF del 36%, sicché la mia risposta è stata che, pur spendendo altri 30mila euro dopo il 25 giugno 2012, non si potrà recuperare alcunché su questi ulteriori 30mila euro, in quanto gli 80mila euro spesi prima dell'entrata in vigore della nuova legge hanno già esaurito interamente il plafond (di 48mila euro) disponibile con la VECCHIA normativa.
     
    A basty piace questo elemento.
  6. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @possessore: grazie per l'articolo postato, che leggerò con attenzione. Se posso cercherò anche il testo legislativo per confrontare il dato e l'interpretazione. Grazie e alla prossima.
     
    A possessore piace questo elemento.
  7. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Approfitto, dopo aver letto i commenti suggeriti di edilportale, per segnalare una precisazione (sempre che abbia inteso bene)

    Dalla frase citata sembra tu intenda come spartiacque per l'applicazione del 36 o 50%, la data della DIA.

    Il commento alla normativa indica invece come discriminante la DATA DI PAGAMENTO: le spese sostenute dal 26 giugno sono agevolate con una detrazione fiscale del 50%

    Con questa lettura parrebbe che il nostro isolari possa chiedere la detrazione di 48.000 sui primo 80.000 spesi prima del 26.6.
    Ma chiedere ancora l'agevolazione dei restanti 30.000€ pagati dopo la fatidica data: 48k+30K non supera il totale massimo di 96k.

    Spero che isolari ritorni a leggere: la risposta sarebbe più favorevole.
     
  8. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Penso che, poiché si tratta del medesimo intervento, non possano esistere interventi promiscui, ovvero sia in parte assoggettati al 36%, ed in parte assoggettati al 50%.

    Vale la data inizio lavori.

    Se un lavoro è iniziato dopo il 25 Giugno 2012 sicuramente sarà assoggettato al 50%.

    Un lavoro iniziato prima, e per il quale è iniziato il pagamento prima della data spartiacque, sarà comunque assoggettato al 36% e al massimale di 48mila euro, anche se i lavori e i pagamenti si protraggono ben oltre 25 Giugno 2012.

    Lo scopo della nuova legge è INCENTIVARE NUOVI INTERVENTI di ristrutturazione, non agevolare retroattivamente gli interventi già avviati, e per i quali sono già iniziati i pagamenti e i lavori.

    In sintesi, io penso che sia la data inizio lavori a decidere il tipo di agevolazione, non è possibile pensare a un intervento "ibrido" che fruisca di un massimale per i pagamenti fatti in certe date, e di un altro massimale per i pagamenti fatti in altre date.
     
  9. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non so quale sia la risposta corretta per l'AdE.
    Ma il testo da te postato, fa proprio il caso che ho citato, quindi dà una interpretazione diversa dalla tua. Trascrivo il paragrafo:

    Il dubbio quindi è lecito: credo sia opportuno aspettare un qualche chiarimento o circolare in proposito.
     
  10. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non c'è bisogno del chiarimento, ho capito male io ;)

    FONTE:

    Detrazione 50%: lavori iniziati
    Il caso molto diffuso è quello del contribuente che ha iniziato i lavori di ristrutturazione sull’unità immobiliare in quest’ anno, il 2012, e il mese scorso ha raggiunto la soglia massima di spesa agevolabile, i 48mila euro. In tal caso, dopo che verrà emanato il decreto sviluppo potrà arrivare alla nuova soglia di 96ila euro, detraendo sulla quota di 48mila il 50% al posto del 36%. Così, il limite di spesa per lo stesso intervento eseguito nel corso del 2012, passa da 48mila e 96mila anche se si riferiscono alla stessa concessione o autorizzazione.


    Link: Detrazione al 50%: quando l’entrata in vigore? - Fisco - Investireoggi.it
     
  11. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi permetto ancora di mantenere una certa prudenza: anche la nuova fonte citata non è altro che una sia pur nobilissima interpretazione di parte, addirittura ipotizzata prima della pubblicazione sulla GU

    Inoltre questa interpretazione differisce dalla prima fonte citata, essendo più estensiva e riguardante anche le spese effettuate prima della data del decreto (ipotizza quasi la retroattività? E' vero che la detrazione la si chiede a posteriori, ma è anche vero che fino alla data del decreto non era agevolato il supero dei 48k)

    Ti ringrazio per aver citato sempre le fonti, ottima abitudine: ma nel caso specifico credo che la FONTE vera sia l'interpretazione autentica data dalla AdE, che per ora non ho letto. Speriamo coincida con quella data dal sito "InvestireOggi"
     
    A possessore piace questo elemento.
  12. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Effettivamente non riesco a trovare la fonte vera, cioè quella dell'Agenzia delle Entrate. Temo che ci voglia una "Risoluzione numero bla bla bla" per capire A FONDO questa normativa. Il Governo ha approvato questa legge come se non esistessero casi a cavallo dell'una e dell'altra normativa, che invece esistono e sono tantissimi. Speriamo dunque che quelcuno chieda chiarimenti all'AdE, e che l'AdE emetta un documento risolutivo prima possibile.
     
  13. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Abbiamo gridato al lupo... ed ecco che la ADE ha pubblicato la nuova guida alle ristrutturazioni, aggiornata ad agosto 2012. Scaricabile dal sito AdE.

    http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...&CACHEID=b817df80426dc23e98b59bc065cef0e8

    In merito al meccanismo delle agevolazioni, direi in sostanza conferma quanto illustrato al post #7.
    L'interpretazione corretta è quindi quella suggerita da EdilPortale.

    La discriminante è la data di pagamento: per il ns Isalari, la notizia spero sarà gradita.
     
    A possessore piace questo elemento.
  14. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ottima segnalazione, basty :daccordo: ;)
     
  15. isalari

    isalari Membro Junior

    vi ringrazio molto per l'interessamento e per le spiegazioni fornite! ora posto un'altra domanda sempre in questa sezione...
    grazie ancora e saluti
     
    A possessore piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina