1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. annita

    annita Nuovo Iscritto

    Salve, ho venduto l'anno scorso un appartamento (data rogito 12/07/2011), con tanto di dichiarazione dell'amministratore sul versamento di quanto dovuto fino a quel momento. Mi contattano ora i nuovi proprietari, dicendo che l'amministratore verrà sostituito perchè ha avuto comportamenti scorretti che non mi hanno specificato meglio, tra i quali non aver informato il condominio che in questi giorni ci sarebbe stata la discussione di una causa contro la ditta costruttrice della palazzina.
    Controllando tutti i documenti condominiali, ho riscontrato che in data 14/10/2010 in sede di assemblea (seconda convocazione) si dava mandato all'amministratore di intraprendere azioni legali contro la ditta costruttrice della palazzina. Preciso che a questa assemblea io non ero presente, comunque fino a che sono stata proprietaria, e a quanto pare fino ad adesso, nessuna comunicazione, e conseguentemente nessuna spesa è stata richiesta per questa presunta causa in essere.
    Mi sembra quantomeno strano che il vecchio amministratore abbia anticipato le spese legali sostenute, e quindi verificherò a cosa in particolare si riferiscono le irregolarità per le quali è stato allontanato, ma nel caso in cui il nuovo amministratore imputi ai condomini delle spese correlate a questa causa a chi spetterebbe pagarle?
    Nel frattempo, alla data 30/06/2012, l'amministratore dell'appartamento che ho comprato (rogito 13/01/2012) mi chiede il pagamento di spese riferite a giugno, novembre e dicembre 2011....
    Insomma, chi paga??
     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Le spese della causa per l'appartamento che hai venduto le dovrà sostenere il nuovo inquilino se sono spese sostenute dopo il rogito.
    Se sono state anticipate delle spese (ma l'amministratore aveva dichiarato il contrario), vale quanto segue, ovviamente a parti invertite e salva la responsabilità dell'ex amministratore per aver fornito informazioni non veritiere. Credo (ma va verificato, non ne sono sicurissimo) che comunque il nuovo inquilino possa dissociarsi dalla causa.

    Quelle che ti vengono richieste per l'appartamento che hai acquistato le dovrai pagare tu, salvo rivalerti (se ne vale la pena) sul precedente proprietario. La legge infatti prevede la responsabilità in solido tra chi acquista e chi vende per le spese dell'esercizio in corso e di quello precedente.
     
  3. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Per cui sono azioni legali decise nel momento in cui eri proprietaria per cui sono a tuo carico come a tuo vantaggio saranno eventuali benefici scaturiti dalla causa.

    .
    In questo caso il pagamento relativo al periodo precedente il tuo acquisto sono a carico del vecchio proprietario ed a questi deve rivolgersi l'amministratore certo se questo non dovesse pagare saranno a tuo carico salvo il diritto di rivalerti dal vecchio proprietario.
     
  4. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non sono d'accordo. Annita non ha dato il suo assenso alla causa, almeno a quanto si evince da quello che scrive.


    L'amministratore è libero di chiedere il pagamento delle spese indistintamente all'acquirente o al venditore, dal momento che sono responsabili in solido.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  5. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Le spese sono a carico di chi le ha deliberate.
     
  6. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    le spese appartenenti al venditore sono TUTTE quelle annesse alle delibere condominiali FINO alla data del rogito = inquesto caso spese di causa e condominiali fino alla firma del rogito sono a carico del venditore
    es pratico : ho venduto un apt rogitandolo il 7 giugno 2010 : tre gg prima (nota che il compromesso esisteva gia' ) l'assemblea condominiale alla quale purtroppo non sono andato .....ha deliberato il rifacimento del cortile = beffa e danno = ho dovuto pagare IO !
     
  7. tyubaz

    tyubaz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' triste...e semplice:


    Tutte le spese di cause condominiali spettano a chi era proprietario in quella data dove, in sede condominiale, tale cosa fu decisa.
     
  8. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    tutti d'accordo allora:daccordo:
     
  9. tyubaz

    tyubaz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ....e pare di si.....!!!!!!!

    ...............E IO PAGOOOO!!!!!!:risata:
     
  10. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Basterebbe farsi rilasciare il giorno prima della stipula una dichiarazione dell'amministratore circa l'insussistenza di debiti o di delibere che prevedono delle spese.
     
  11. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il codice civile per questa specifica situazione, all’art. 1132, prevede che «Qualora l'assemblea dei condomini abbia deliberato di promuovere una lite o di resistere a una domanda, il condomino dissenziente, con atto notificato all'amministratore, può separare la propria responsabilità in ordine alle conseguenze della lite per il caso di soccombenza. L'atto deve essere notificato entro trenta giorni da quello in cui il condomino ha avuto notizia della deliberazione. [...]»

    Tutto dipende dalla circostanza che annita si sia dissociata o meno...
     
  12. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Beh certo in questo caso non paga nessuno dei due
     
  13. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    lionello : certo....la dichiarazione:risata::risata::risata::risata:ma li conosci gli "amministratori" ?:risata::risata::risata::risata:
     
  14. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Si molti seri e preparati e alcuni "intrallazzari" ma questo in tutte le professioni, ma al di la della loro preparazione ci sono articoli del Codice che non si possono sconvolgere
     
    A hanton21 piace questo elemento.
  15. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    e secondo me e' la tua ultima affermazione che taglia la testa : articoli del Codice:daccordo:
     
  16. annita

    annita Nuovo Iscritto

    Grazie a tutti per le risposte! In effetti temevo che le spese spettassero a me, perchè non mi sono dissociata dalla delibera, essendone venuta a conoscenza in ritardo.
    La cosa che mi ha tratto in inganno è che l'amministratore, come ho già scritto, da ottobre 2010 ad oggi non ha più fatto menzione di nulla e mi ha pure rilasciato dieci giorni prima del rogito la famosa dichiarazione che io ho consegnato ai nuovi proprietari, ai quali peraltro avevo anche comunicato informalmente la cosa, sicura che poi non se ne fosse fatto più niente di concreto.
    Non c'è una scadenza? Stiamo parlando di quasi due anni. E non capisco come nel caso opposto io sia obbligata in solido per le spese deliberate a giugno 2011(solo sei mesi in questo caso prima del rogito) quando non ero ancora proprietaria.
    Sono circa 500 euro per rifacimento cancello rampa garage più altri 300 per esercizio ordinario...
     
  17. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Avevi 30 gg da quando sei stata informata per dissociarti.

    Quanto alle spese, la regola la stabilisce ancora una volta il codice civile, art. 63, comma 2, delle disposizioni di attuazione del c.c.:
    «1-[...]
    2 - Chi subentra nei diritti di un condominio è obbligato, solidalmente con questo, al pagamento dei contributi relativi all'anno in corso e a quello precedente.
    3 - [...]
    »
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina