1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tyubaz

    tyubaz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    buon giorno.sono proprietaria di un appartamento senza condominio composto da tre unità.il contatore della luce delle parti comuni è intestato a me,e quando arrivano le bollette da pagare faccio la suddivisione a millesimi. Poco tempo fa,si è rotto il citofono dello stabile,è stato riparato ,ho anticipato i soldi e poi ho fatto anche qui la divisione in millesimi.i miei vicini mi hanno detto che dovevo dividere per quattro.Vorrei sapere come devo comportarmi in un futuro,se si dovessero fare altre riparazioni o manutenzioni di parti comuni,esempio cancello,tetto,intonaci esterni,ecc.visto che i miei vicini danno sempre per scontato che devo essere io ad occuparmi di queste cose.non so se per le future spese devo dividere a millesimi o per quattro,e neppure se per le decisioni riguardanti lo stabile conta la maggioranza.grazie,distinti saluti.
    P.S. Uno dei 3 addirittura non vuole pagare la luce del vialetto comune ...adduce la scusa che lui non la usa mai.
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sei proprietaria di un appartamento in un condominio, composto da 4 (o 3?) soggetti (scrivi "trifamiliare", poi di dividere le spese in quattro: quanti condomini siete?).
    In mancanza di una convenzione (regolamento del condominio) che preveda diversamente, hanno ragione, se (come sembra) è stata riparata una parte comune dell'impianto citofonico (per esempio, il quadro esterno e/o tutta l'altra parte dell’impianto che precede la diramazione dei cavi in direzione delle singole unità abitative.
     
  3. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Già ha compreso da tali premesse quali saranno le sue sventure!
    Se non riceve la collaborazione/comprensione altrui (che invece di farle le pulci dovrebbero quantomeno ringraziarla per quanto fatto sino ad ora), lasci perdere all'istante e faccia nominare un amministratore; costerà di più a tutti, ma lei non dovrà anticipare una lira nè dovrà sobbarcarsi oneri e preoccupazioni...
     
  4. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'amministratore chi lo nomina? Il giudice?
     
  5. tyubaz

    tyubaz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    non c'è un numero sufficente di persone per fare un condominio, mi pare che il minimo sia sette.
     
  6. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    1. Affinché ci sia un condominio è sufficiente che ci siano due proprietari.
    2. L'amministratore è obbligatorio quando i proprietari sono otto o più.
     
  7. tyubaz

    tyubaz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    MA LASCIA PERDE.....creare un condominio costa, questi so pulciari e pidocchiosi, non magneno.....pe non kagare!!!!!:^^:
     
  8. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Volgare.
     
  9. tyubaz

    tyubaz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ....ma realista!!!!
     
  10. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Prova ad essere realista senza essere volgare.
     
  11. tyubaz

    tyubaz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ci provo: lasciamo stare...creare un condominio costa danari e costoro son avari , non mangierebbero per non defecare.
    Meglio così?:^^::risata:
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quando sono più di otto.
    Il condominio si è già creato.
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    questa affermazione nasce da un equivoca interpretazione della norma. Questa dice che " Quando i condomini sono più di otto, se l'assemblea non vi provvede, la nomina di un amministratore è fatta dall'autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini o dell'amministratore dimissionario."
    Il che vuol dire che in un condominio di 12 condòmini se tutti sono d'accordo si può fare a meno dell'amministrator: si fa l'autogestione.

    c'é una contraddizione prima dici che non siete un condominio però avete i m/m di proprietà. Chi li ha fatti? Il costruttore?

    In effetti il quadro del citofono o del video citofono, assieme alla installazione della antenna televisiva condominiale (sia Digitale terrestre che satellitare), sono spese che possono essere ripartite in parti uguali secondo il numero dei condomini.

    Infine dai retta ad @Ollj: molla tutto; lascia che se la sbrighino gli altri. Se puoi coltiva e tieni pulita la tua proprietà lascia che gli altri vivano nella propria immondizia. Disdici il contratto della illuminazione scale, quando saranno al buio o si daranno una mossa: se non si muovono chiama un elettricista ed alimenta, dalla tua abitazione la lampadina che illumina la tua entrata. E suggerisci agli altri di fare altrettanto.
     
  14. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Eh no. Non è equivoca la interpretazione della norma, ma la norma stessa.
    Infatti l'interpretazione è necessaria vista l'incomprensibilità della norma.
     
  15. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Certo, ma non ex art.1129 Cc riformato, bensì ex art.1105 Cc
     
  16. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Con il consenso unanime o per convenzione. Al contrario solo riparto millesimale.
     
  17. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    per me la norma è chiara sono coloro che commentano che sbagliano. Leggi bene il testo: il testo non dice che con un numero di condòmini superiore ad 8 è obbligatorio che il condominio si doti di un amministratore. Dice che il Giudice, sollecitato da un condomino o dall'amministratore uscente, qualora il condominio sia formato da più di 8 condòmini nomina d'autorità un amministratore.
    Che è una cosa ben diversa.
    Poi chissà come mai per la maggior parte degli italiani nei condomìni con più di 8 condòmini è obbligatoria la presenza di un amministratore. Sarà perché, stante il carattere litigioso dei condòmini, si da per scontato che rivolgendosi al Giudice viene nominato un amministratore che è un amministratore giudiziale. Quest'ultimo non ha bisogno del gradimento della maggioranza dei condòmini, proprio perché nominato d'autorità; la durata della carica lo stabilisce il Giudice, dopo aver capito quali sono i motivi che hanno portato al disaccordo.
     
  18. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Beh, se invece di scrivere "su ricorso" il legislatore avesse scritto "qualora ci sia un ricorso", ossia avesse subordinato (se...) la necessità dell'amministratore all'evento "ricorso", la norma sarebbe stata perfetta.
    Ma tant'è, siamo tutti figli di ermetici, salvo poi sfogarci con "entro e non oltre", "assolutamente vietato", etc.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina