1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Kaffeine76

    Kaffeine76 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ciao a tutti e grazie per i suggerimenti ...

    quale è il modo più veloce ( azioni legali intendo) per ottenere uno sfratto esecutivo ?

    grazie a chi poterà la sua esperienza....
     
  2. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Con la risoluzione espressa nel contratto a seguito di morosità e l'uso della pec pubblica del conduttore per l'invio della diffida,hai il contratto già risolto ed il giudice con sentenza dichiarativa già dà mandato agli u.g. per lo sgombero.
    L'anello debole sono gli u.g. troppo lenti.Bisogna stargli dietro...'fisicamente,chiamarli,andare al loro ufficio...
    Magari un avvocato che li conosce bene,accelera il tutto...
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  3. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E se il conduttore non ha la PEC??? E se l'aveva l'ha tolta???quiproquo.
     
  4. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Pec pubblica Della societa obbligatoria per legge anche per ditta individuale
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  5. Kaffeine76

    Kaffeine76 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ipotesi: inizio l'azione legale di sfratto per morosità e l'inquilino poi durante salda tutti i debiti poi posso sfrattarlo lo stesso ?
     
  6. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Trattandosi di un contratto di locazione non abitativo non si applica l'art. 55 della legge 392/1978 (che permette al conduttore di sanare la morosità e quindi evitare lo sfratto).
    Per cui ritengo che il proprietario può comunque far valere la clausola risolutiva espressa (art. 1456 Cod.Civ.) contenuta nel contratto di locazione commerciale per ottenerne la risoluzione.
     
  7. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Si chiama cristallizzazione del contratto.
    Per Il non abitativo Il locatore e'libero di non accettare Il saldo delle morosita'.
    Pertanto Il giudice convalida lo sfratto.
     
  8. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La legge te lo consente. Nulla ti impedisce di ignorarla...e di valutare il lato umano. Non sei mica un caporale...e non hai fatto il soldato a Cuneo. Il Legislatore non tenne conto nè della grande espansione dei super e degli iper marcati...nè dei mercatini rionali che qui a Torino soffocano tantissimi negozi
    costringendoli alla chiusura...Poi il sottile piacere di suddividere non fa che confermare la crudeltà della sua Opera...La casa è un bene primario??? Sì
    Il Lavoro è un "bene" primario??? Sì, doppiamente sì..perchè senza un qualsivoglia lavoro anche la casa vacillerebbe...magari con quel lavoro il negoziante si paga anche il canone... Oltre a questa visione umanamente immateriale, intravedo anche un vantaggio materiale:
    1) Intanto ti paga ed incassi il credito,
    2) l'attività può riprendere e ne avrai"piacere",
    3) Persistere nella procedura porterebbe a delle ritorsioni
    4) Un eventualissimo negozio vuoto ed inattivo è una passività...
    5) Non è detto che con un nuovo affittuario le cose vadano meglio...
    Questo è quanto da quiproquo.
     
  9. Kaffeine76

    Kaffeine76 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Tu parli bene ma essere presi x il sedere da alcuni mesi con mutui da pagare (miei) e l'inquilino che ti risponde ( "adesso non ho i soldi perciò aspetti perche' non ti pago") non è molto bello e stimolante a comprendere le "difficoltà " dell'inquilino che se ne sbatte dei problemi che può arrecarti.... Poi commercialmente la tua riflessione è molto giusta e efficace....
     
  10. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai mille ragioni: il conduttore villano, maleducato e disonesto andrebbe
    allontanato a prescindere dal contratto. Il fatto è che tale comportamento
    viene alimentato dal continuo passaparola e dalla fusione pratica fra i due
    tipi di contratto...per cui la distinzione legislativa (che io condanno) si sbiadisce
    nella pratica quotidiana fino a determinare l'arroganza "anche" del negoziante.
    Il tutto contornato dal deficitario servizio giudiziario e ahinoi dei suoi imponderabili costi...spesso irrecuperabili. Errare humanum est...resistere
    lo è di più...Ed anche meglio. Auguri.qpq.
     
  11. Kaffeine76

    Kaffeine76 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    allora vi aggiorno sulla mia questione:
    il conduttore mi ha inviato ricevuta di acconto di bonifico CHE DOPO 10 GG NON è ARRIVATO SUL MIO C.C....
    sono andato dal' Avvocato e ho iniziato lo sfratto ...al momento 500€ di spese e bolli per il tribunale....poi il resto...credo che serviranno 2000€ totali

    avete dei consigli su come muovermi ?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina