1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. RETORETO

    RETORETO Membro Junior

    Se si subentra ad un contratto di locazione commerciale per cessione attività,il proprietario dei locali deve rifare il contratto a nome del nuovo titolare di attività e quindi di licenza?
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    sono previsti tutt'e due i casi:
    lasciare il vecchio contratto o rifarne uno nuovo.
    sta a te decidere, col nuovo contratto puoi anche ricontrattare il canone, però devi considerare che la disponibilità dell'immobile si procrastinerà ulteriormente
    saluti
    JERRY48
     
  3. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    credo che debba fare un nuovo contratto.altrimenti chi subentra potrebbe non pagare,a chi vai a chiedere l'affitto?:idea:
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    guarda che chi subentra si assume tutte le responsabilità a nome suo del vecchio contratto.
    quindi può essere che non paghi nè col vecchio, nè col nuovo contratto
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sta alle due parti decidere se stipulare un nuovo contratto di locazione. Se il cessionario dell'azienda volesse subentrare nell'esistente contratto di locazione, il locatore nulla potrebbe opporre.
     
    A romrub piace questo elemento.
  6. romrub

    romrub Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Nella cessione di contratto di una locazione commerciale, il locatore, non ha alcun titolo per intervenire, ma deve accettare gli accordi tra le due parti; fermo restando l'invariabilità del contratto stesso, sia come affitto che come durata.
    D'altra parte penso proprio che il nuovo entrato, non abbia alcuna convenienza a stipulare un nuovo contratto, per due motivi, evita, procrastinandolo l'inevitabile ritocco, e ha un impegno per un tempo minore, durante il quale può testare la reddittività della sua azienda. Ciao.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti, ex art. 36 della legge n. 392/78, il locatore può opporsi alla cessione del (già esistente) contratto di locazione solo per per gravi motivi.
    Concordo.
     
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    perchè non posso tutelare la mia proprietà? se io conosco che il tizio che subentra è un "fallito" (per ipotesi) e che io conosco, ma per quale motivo devo impegolarmi e concedergli il mio locale per fare il buono e cattivo tempo?
    puo essere anche questo un "grave motivo" per un'opposizione.
    potrebbe essere anche per il subentrante un vantaggio a stipulare un nuovo contratto, ha la certezza di avere la disponibilità dei locali per avviare ed eventualmente incrementare la propria attività se crede in sè stesso e fà bene il proprio lavoro, oppure sfruttare la logistica dell'attività commerciale
    se ho scritto precedentemente che c'era la possibilità di confermare o stipulare un nuovo contratto stai tranquillo che l'ho letto da qualche parte, farò nuovamente le dovute ricerche. (oppure può essere che mi sbagli!!!)
     
  9. mariaaa

    mariaaa Nuovo Iscritto

  10. cichi

    cichi Membro Junior

    E' vero, si può opporre per gravi motivi.
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti, come avevo già scritto, la legge prevede (solo) gravi motivi. I gravi motivi che giustificano l'opposizione del locatore alla cessione del contratto di locazione devono riguardare la persona del nuovo conduttore, la sua affidabilità e posizione economica ovvero il complesso dell'operazione progettata, con esclusione di motivi che attengano, in via immediata e diretta, alle esigenze e alla situazione del locatore.
    L'inaffidabilità del cessionario può ben essere un grave motivo.
     
  12. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Nemesis, leggi questo e vedi se è conveniente al cedente lasciare il vecchio contratto.
    Articolo: LA RESPONSABILITA' NEI CONFRONTI DEI PROPRIETARI NELL'AMBITO DELLA LOCAZIONE COMMERCIALE - CESSIONI DI AZIENDA - RISCHI PER IL CEDENTE E PER IL CESSIONARIO.

    e poi ti volevo far leggere pure questo:
    la cessione del contratto è regolata dall'art. 1406,codice civile. in base a quest'ultima norma, ciascuna parte può sostituire a sè un terzo nei rapporti derivanti da un contratto con prestazioni corrispettive, se queste non sono state eseguite, purchè l'altra parte vi consenta.
    e, dunque, sotto questo profilo, l'art. 36 della legge 392/78 è derogatorio della disciplina dettata dall'art. 1594, codice civile, a norma del quale l'affittuario, salvo patto contrario, ha la facoltà di sublocare la cosa locata, ma non può cedere il contratto senza il consenso del conduttore.
    nel post n° 2 mio, a ciò ho voluto riferirmi.
    saluti
    JERRY48
     
  13. romrub

    romrub Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Caro jerry48, siamo all'ennesima farsa, c'è la legge e poi c'è anche la norma che la cambia, per ultimo, c'è anche l'estro del giudice che nel caso di giudizio, ti sforna una interpretazione ad hoc sul momento.
    Laicamente dico beato il povero di beni che sua è la tranquillità sulla terra. Ciao.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina