• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Simone_123

Nuovo Iscritto
Conduttore
Sono un inquilino e sto per stipulare un contratto a canone concordato con cedolare secca per un appartamento. Ho chiesto la possibilità di poter subaffittare e il proprietario mi ha detto di sì.
L'agenzia che deve preparare il contratto ha bloccato tutto dicendo che con un contratto a canone concordato non si può subaffittare. Sono andato a chiedere all'agenzia delle entrate e mi hanno detto che è possibile il subaffitto poiché i due contratti hanno due regimi fiscali diversi.

Come faccio in maniera chiara a capire qual è la verità una volta per tutte?
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Il contratto di locazione agevolato a canone concordato deve essere stipulato in base ai parametri dell'Accordo Territoriale del Comune dove è situato l'immobile, e redatto conformemente al modello ministeriale (D.M. 16/01/2017 - all. A).

Leggi attentamente l'Accordo del tuo Comune, ma direi che sarebbe molto strano vietasse la sublocazione malgrado l'accordo intercorso tra locatore e conduttore.

Allego lo schema ministeriale del contratto concordato.
Come puoi vedere, l'art. 7 prevede che la sublocazione è vietata salvo espresso patto scritto contrario.
Se il proprietario è d'accordo per la sublocazione e lo scrivete nel contratto, non vedo quale sia il problema.
Fallo presente all'agente immobiliare e chiedigli perché ritiene non sia possibile.
 

Allegati

Elisabetta2

Membro Ordinario
Professionista
Il contratto di locazione agevolato a canone concordato deve essere stipulato in base ai parametri dell'Accordo Territoriale del Comune dove è situato l'immobile, e redatto conformemente al modello ministeriale (D.M. 16/01/2017 - all. A).

Leggi attentamente l'Accordo del tuo Comune, ma direi che sarebbe molto strano vietasse la sublocazione malgrado l'accordo intercorso tra locatore e conduttore.

Allego lo schema ministeriale del contratto concordato.
Come puoi vedere, l'art. 7 prevede che la sublocazione è vietata salvo espresso patto scritto contrario.
Se il proprietario è d'accordo per la sublocazione e lo scrivete nel contratto, non vedo quale sia il problema.
Fallo presente all'agente immobiliare e chiedigli perché ritiene non sia possibile.
se il conduttore attuale non porta la residenza nell'appartamento, il locatore perde le agevolazioni sull'IMU
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Ulteriore domanda: si può stipulare un contratto concordato senza che il conduttore porti la residenza nell'immobile?
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
se il conduttore attuale non porta la residenza nell'appartamento, il locatore perde le agevolazioni sull'IMU
Questo dipende dal regolamento IMU del Comune, e generalmente è così.

Nel primo post @Simone_123 ha scritto che le parti sono d'accordo nell'autorizzare la sublocazione dell'immobile (che può anche essere parziale): ne deduco che il locatore ha già considerato la questione dell'IMU.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
si può stipulare un contratto concordato senza che il conduttore porti la residenza nell'immobile?
Dipende dall'Accordo Territoriale del Comune dove è situato l'immobile.

A Torino, ad esempio, per usufruire dell'aliquota IMU agevolata occorre che l'inquilino abbia la residenza nell'unità immobiliare.

Allego lo schema dei contratti concordati di cui all'Accordo torinese.
L'art. n. 16 stabilisce che il conduttore si impegna a trasferire la residenza. E se non lo fa, il locatore può agire di conseguenza.
 

Allegati

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Che sia possibile la sublocazione parziale, credo sia fuori discussione, ma hai fatto bene a ricordarlo.

Se poi ha capito bene la tua risposta, è verosimile che il problema stia nella mancata residenza del conduttore, più che nella sublocazione.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Nel frattempo hai modificato il testo della risposta: quindi per es. a Torino, a parte il risvolto IMU, il trasferimento della residenza non costituisce vincolo per la redazione del contratto concordato?
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Nel frattempo hai modificato il testo della risposta
Se ti riferisci a me, non capisco che cosa ho modificato.

il trasferimento della residenza non costituisce vincolo per la redazione del contratto concordato?
Il contratto concordato prevede (a Torino) l'obbligo per il conduttore di trasferire la residenza nell'immobile locato. E prevede determinate conseguenze se il conduttore non la trasferisce.
Leggi l'art. n. 16 dello schema di contratto concordato che ho allegato al mio post n. #7
 

Simone_123

Nuovo Iscritto
Conduttore
Ulteriore domanda: si può stipulare un contratto concordato senza che il conduttore porti la residenza nell'immobile?
Sì può stipulare a Bologna. Esco da una casa dove c'era sempre il contratto a canone concordato e la mia residenza è in altra regione.

Che sia possibile la sublocazione parziale, credo sia fuori discussione, ma hai fatto bene a ricordarlo.

Se poi ha capito bene la tua risposta, è verosimile che il problema stia nella mancata residenza del conduttore, più che nella sublocazione.
L'agenzia afferma che non è possibile il subaffitto anche parziale.

In allegato il modello di contratto e accordo tra le parti. Non trovo nessun divieto assoluto di sublocazione.
 

Allegati

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
è verosimile che il problema stia nella mancata residenza del conduttore, più che nella sublocazione.
Non è chiaro quale sia il problema che l'agenzia immobiliare pone a @Simone_123.
Infatti gli ho consigliato di chiedere all'agente di motivare le sue affermazioni.

Nel caso in discussione è l'agenzia che "ha bloccato tutto", malgrado locatore e conduttore fossero d'accordo nel permettere la sublocazione.
 

Simone_123

Nuovo Iscritto
Conduttore
Non è chiaro quale sia il problema che l'agenzia immobiliare pone a @Simone_123.
Infatti gli ho consigliato di chiedere all'agente di motivare le sue affermazioni.

Nel caso in discussione è l'agenzia che "ha bloccato tutto", malgrado locatore e conduttore fossero d'accordo nel permettere la sublocazione.
Non è chiaro neanche a me.

Hanno solo affermato che non è possibile subaffittare con contratto a canone concordato. Io sinceramente non trovo niente che confermi la loro teoria.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
non trovo niente che confermi la loro teoria.
Se gli chiedi spiegazioni l'agente immobiliare dovrebbe risponderti.
Penso che anche il locatore, col quale avevi raggiunto un accordo, ora non sia contento di non poter stipulare il contratto.
Quando ottieni una risposta magari postala qui. Così capiamo meglio la situazione.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

dove è il tasto invio per mandare il messaggio che ho scritto
Alto