• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Waltr

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Un saluto a tutti,

io e gli altri eredi siamo alle prese con una successione di cui fanno parte due immobili con dati catastali non aggiornati.

IMMOBILE 1
Si tratta di una cantina acquistata all'asta dalla defunta nel 1980. Abbiamo il decreto del tribunale che attesta l'aggiudicazione dell'immobile e il pagamento. Al catasto però risultano ancora i dati dei vecchi proprietari.

IMMOBILE 2
Si tratta delle parti comuni di un condominio in cui la defunta era proprietaria di un negozio.
Il negozio è stato venduto nel 1978, comprese le parti comuni condominiali, ma secondo il catasto la defunta risulta ancora proprietaria di queste ultime.

Ora ci chiediamo questo:

1) Dobbiamo fare in modo di aggiornare i dati catastali PRIMA della presentazione della successione, oppure la variazione può anche essere fatta in un secondo momento quando faremo inserire i nostri?

2) In successione va inserito quello che risulta al catasto o quello che risulta dagli atti di proprietà?

3) Come possiamo fare per far aggiornare il catasto con i dati corretti? Quali sono i documenti che devo recuperare e dove mi devo recare per fare i cambiamenti?
 

griz

Membro Storico
Professionista
La succassione deve essere presentata coi dati aggiornati altrimenti avrette problemi, in catasto la continuità storica è importantissima
Immobile 1
dovete presentare al catasto la voltura dell'atto del tribunale e aggiornare l'intestazione
Immobile 2
dovete chiarire come è stata presentata la voltura e perchè esistono queste incongruenze, eventualmente rettificare con istanza o nuova voltura
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Avrete capito che il "che" voleva essere "ve". Comunque, per dare dei consigli seri, sarebbe necessario esaminare tutta la documentazione. Posti così, i problemi lasciano molto spazio all'immaginazione.
 

Luigi Barbero

Membro Senior
Proprietario Casa
Io sono riuscito a far correggere i dati catastali collegandosi al sito dell' Agenzia delle Entrate e poi sul link catasto. Compilando i campi opportuni mi è stato poi richiesto di inviare via fax (modernità. ......) i documenti che attestavano le modifiche richieste. Dopo una quindicina di giorni mi hanno comunicato l' avvenuta variazione.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Se il tribunale non ha presentato la voltura (a me è capitato con una sentenza di divirzio) per l'immobile 1, dovete presentarla voi. Se la domanda di voltura non c'è, non è possibile rettificare
 

Waltr

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Entrambi i documenti che abbiamo sono indirizzati alla Conservatoria.

Quello dell'immobile 1 è un decreto di trasferimento indirizzato alla conservatoria in cui il tribunale ordina di cancellare le pregiudizievoli dei precedenti proprietari.

Quello dell'immobile 2 è una nota del notaio indirizzata alla conservatoria che certifica la vendita.

Lunedì vado all'agenzia delle entrate e chiedo cosa ne pensano.
 

salves

Membro Assiduo
Professionista
Un tentativo tramite contact center dell'Agenzia delle Entrate lo farei, visti gli anni degli atti traslativi (1980-1978), la peggiore delle ipotesi é che ti indicano cosa fare per poter correggere, la migliore, correggono tutto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve, mio marito ed io siamo in separazione dei beni e risediamo nella casa di proprietà di mio marito. Abbiamo deciso di trasferirci in un'altra abitazione(situata nello stesso comune) per la quale io sola ho richiesto il mutuo, facendo mio marito da garante, e che verrà intestata a me. Quesito: ai fini fiscali, spostando la residenza di entrambi nella nuova casa in acquisto, la casa di mio marito come risulterà?
Ciao amici, pongo questo quesito:.
Siccome n° 5 condomini su un totale di 8, sono favorevoli che rappresentano 625 millesimi della scala, alla sostituzione del portoncino d'ingresso scala, quindi basta questa maggioranza o il consenso deve essere unanime? Spero di avere risposte a questo quesito al più presto.
Ciao Sammarco M.
Alto