1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il coniuge superstite, già proprietario del 50% dell'unità immobiliare, essendo senza figli eredita 2/3 dell'altra metà di proprietà dell'altro coniuge, mentre il 1/3 residuo viene diviso in parti uguali tra i 4 fratelli/sorelle del de cuius.
    Godendo del diritto di abitazione il coniuge superstite è rimasto nell' appartamento familiare; ora i cognati sono comproprietari o nudi proprietari per la loro quota ?
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    I principi trasmessi dal de cuius riguardano principalmente diritti di proprietà e alcuni diritti reali. Non possono essere trasferiti diritti quali l'uso, l'usufrutto e il diritto di abitazione in quanto questi diritti sono legati alla vita del titolare e si estinguono con la sua morte. La nuda proprietà è un caso di proprietà privata alla quale non si accompagna un diritto reale di godimento del bene cui è relativa.
    Pertanto i cognati sono considerati nudi proprietari.
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    I cognati coeredi sono invece comproprietari. Hanno la piena proprietà della loro quota.
     
    A bolognaprogramme piace questo elemento.
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    A mio parere, il nudo proprietario è proprietario sì del bene, ma non ha il diritto di usufruirne.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La domanda posta era un'altra. I coeredi non sono nudi comproprietari.
     
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il coniuge superstite ha la proprietà del 66,67% ed il diritto di abitazione, mentre i coeredi hanno ciascuno l'8,33% di proprietà.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Dopo la successione, il coniuge ha la quota di 5/6 di piena proprietà di quella casa e ha il diritto di abitazione e di uso sui mobili che la corredano.
    Ciascuno/a dei fratelli/sorelle ha la quota di 1/24 di piena proprietà di quella casa.
     
  8. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Alla morte del coniuge superstite i fratelli non si ritrovano una nuda proprietà da riunire con l'usufrutto, essi hanno da sempre la piena proprietà sottomessa ad un altro tipo di limitazione dato dal "diritto di abitazione".[DOUBLEPOST=1399407921,1399407735][/DOUBLEPOST]ha già il 50% in più va messo un ulteriore 2/3 del residuo 50%.
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    cercando in internet ho trovato questo collegamento
    http://www.casanoi.it/s/il-diritto-di-abitazione
    sembrerebbe dare più ragione a @JERRY48
    inoltre ho scoperto che i Nudi Proprietari per evitare di pagare l' IMU devono far Registrare alla Conservatoria dei Registri Immobiliari il diritto di abitazione del coniuge superstite altrimenti devono pagare anche loro.
     
  10. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Allora: questi non sono nudi proprietari bensì proprietari pieni. Tanto e' vero che alla morte di chi ha non l'usufrutto bensì il diritto di abitazione di una casa coniugale, non devono riunire un usufrutto con una "nuda proprietà" bensì dividere, per disporre della loro quota della proprietà, con gli eredi del defunto. Già, in vita il coniuge superstite, avrebbero potuto vendere la loro quota, ammettiamo, ai futuri eredi di questi. Semplicemente, non dispongono del bene al momento. Usufrutto e' tuttaltra cosa. Qui neanche chi ha il diritto di abitazione puo disporre del bene.
     
    Ultima modifica: 11 Maggio 2014
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per quanto riguarda la trascrizione, essa e' stata effettuata in sede notarile sempre. Quando si e' verificata la successione. La' e' stato riportato tutto.
     
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Stai sostenendo l'opposto di quello riportato nel sito di "casanoi" secondo loro sembra che, con vigente il diritto di abitazione, non si possa vendere l'immobile.
    Leggi bene. Può darsi che abbiano pure scritto una cosa non vera o comunque applicata solo nel mercato immobiliare.
     
  13. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' un esercizio teorico: la quota si puo' sempre vendere, perché no? All'interno dell'asse ereditario e' ancor più semplice trovare un acquirente.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina