• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

forest

Membro Junior
Proprietario Casa
Papà vedovo muore e lascia una casa ai tre figli. I tre fratelli fanno la successione ma uno dei tre fratelli si rifiuta di dare l'assenso per vendere ma neanche vuole comprare le quote dai due fratelli. Si puo chiedere vendita forzata ? Sono tempi lunghi? Spese? nel frattempo uno dei tre fratelli (che non ha residenza nella casa in questione) può andarci ad abitare? Grazie
 

plutarco

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Si balla!!! Gli altri figli potrebbero chiedere lo scioglimento della comunione ereditaria, ma è una procedura estrema. Non è possibile un accordo col fratello recalcitrante, magari acquistando la sua quota senza finire in causa, cosa molto brutta tra parenti...
 

forest

Membro Junior
Proprietario Casa
io pensavo alla lontana che un giudice qualsiasi potrebbe mettere all'asta la casa e dividere in 3 il ricavato da dividere. Nel caso i fratelli hanno la prelazione nell'acquisto, questo penso sia la cosa piu logica ma non so se sia contemplata nelle leggi italiane
 

plutarco

Membro Ordinario
Proprietario Casa
se l'immobile non è frazionabile in sede un erede che ne faccia richiesta avrà la possibilità di acquisire per intero il bene.
 

forest

Membro Junior
Proprietario Casa
non è assolutamente frazionabile quindi si spera che il giudice lo metta all'asta, come fa equitalia con chi gli deve soldi
 

plutarco

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Faccio un esempio, sperando di essere chiaro. Asse ereditario:

casa con valore di 90000€

conto corrente 90000€

casa2 con valore di 90000€

Quote: un terzo. In questo caso si procederà al sorteggio.

Asse ereditario:

casa con valore di 90000€ non frazionabile.

Quote un terzo. In questo caso l'abitazione può essere richiesta o può essere venduta ma più che altro svenduta all'asta.

Trai tu le adeguate deduzioni.

Buona notte!!!
 

griz

Membro Storico
Professionista
io pensavo alla lontana che un giudice qualsiasi potrebbe mettere all'asta la casa e dividere in 3 il ricavato da dividere. Nel caso i fratelli hanno la prelazione nell'acquisto, questo penso sia la cosa piu logica ma non so se sia contemplata nelle leggi italiane
se avviate una procedura giudiziaria per lo scioglimento della comunione questa sarà la soluzione ma il valore che otterrrete sarà bassissimo, fate ragionare il fratello prospettandogli una soluzione che non converrà nemmeno a lui
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
E sempre possibile avviare una contesa giudiziale dove, prima di far finire la casa all'asta, le parti contrapposte possono proporre di rilevare l'altrui quota ad un valore stabilito dal Giudice su interpello di un CTU.

Se finisce all'asta bisogna vedere se ne sarà permessa partecipazione anche ai "litiganti".

Ps.
Non ci vuole un "genio" per capire che si può sempre trovare una "controfigura".
 

forest

Membro Junior
Proprietario Casa
se la casa va all'asta credo che tutti i 3 fratelli potranno partecipare, sbaglio?
 

griz

Membro Storico
Professionista
diciamo che ad una procedura di vendita all'asta avviata dietro richiesta di un titolare di un credito, l'esecutato non può partecipare, nel caso di una vendita promossa in caso di una divisione giudiziale, non so, credo anche che non se ne facciano molte, è infatti interesse dei proprietari accordarsi prima
 

forest

Membro Junior
Proprietario Casa
cioè se la casa va all'asta nessuno dei 3 fratelli può partecipare? c'è un motivo particolare?

No Griz, non c'è nessuna richiesta di credito, solo che la casa è indivisibile, uno dei tre si oppone alla vendita pensando di usufruirne a vita gratis perdipiu facendo pagare IMU e tasse varie agli altri due , credo che la cosa sensata sia di metterla all'asta e far partecipare chiunque, me per esempio.
 

forest

Membro Junior
Proprietario Casa
Vabbè faccio partecipare mio figlio :) anche se chi si aggiudica un acquisto in sede notarile può indicare a suo piacere il nome del beneficiario
 

griz

Membro Storico
Professionista
cioè se la casa va all'asta nessuno dei 3 fratelli può partecipare? c'è un motivo particolare?

No Griz, non c'è nessuna richiesta di credito, solo che la casa è indivisibile, uno dei tre si oppone alla vendita pensando di usufruirne a vita gratis perdipiu facendo pagare IMU e tasse varie agli altri due , credo che la cosa sensata sia di metterla all'asta e far partecipare chiunque, me per esempio.
capiamoci: so per certo che se la vendita all'asta fosse promossa dalla banca in seguito a mancato pagamento del mutuo, l'esecutato non può riacquistare la propria casa, il caso in esame è evidentemente diverso e non so se vi sono ostative alla partecipazione di un soggetto che è intestatario del bene, lo trovo un po' incongruente: potrebbe essere il fratello che oggi se ne disinteressa che poi ne approfitta per acquisire le altre quote al prezzo di realizzo :)
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Il coerede non può partecipare alla vendita all'incanto, ma può chiedere l'attribuzione della quota degli altri coeredi, prima della vendita all'incanto dell'immobile, in modo da evitare che tale immobile sia venduto all'asta.
In pratica, può impedire che l'immobile sia venduto all'asta. Ma può chiedere l’assegnazione anche dopo che è stata disposta la vendita all'incanto, prima che sia aggiudicato a un terzo.
 

plutarco

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Il coerede non può partecipare alla vendita all'incanto, ma può chiedere l'attribuzione della quota degli altri coeredi, prima della vendita all'incanto dell'immobile, in modo da evitare che tale immobile sia venduto all'asta.
In pratica, può impedire che l'immobile sia venduto all'asta. Ma può chiedere l’assegnazione anche dopo che è stata disposta la vendita all'incanto, prima che sia aggiudicato a un terzo.
Ciò che ho sempre sostenuto io. Grazie avvocato.
 

forest

Membro Junior
Proprietario Casa
Cioè, uno qualsiasi degli eredi può chiedere l'attribuzione della quota degli altri eredi, cioè può acquistare le quote degli altri eredi prima che avvenga la vendita all'incanto è questo va bene , se si è d'accordo non c'è bisogno del giudice. Ma se uno dei tre non vuole ne vendere ne acquistarequote la casa va necessariamente all'asta. Se il giudice fissa un prezzo di partenza di 50mila euro uno dei tre può intervenire e acquistare direttamente? Se un terzo fratello non può fare opposizione a meno che non offra di piu. Sbaglio
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Claudia85 ha scritto sul profilo di Gianco.
Scusi Gianco, cosi siamo in privato? Non vorrei allegare pubblicamente per privacy
possessore ha scritto sul profilo di Luigi Criscuolo.
Auguri di buon compleanno anche da parte mia!
Alto