1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Francesco inkazzato

    Francesco inkazzato Nuovo Iscritto

    Professionista
    Salve a tutti ho un problema, che sta diventando un vero rompicapo.:triste::triste::triste:
    Un piccolo orto di circa 125 mq è intestato in catasto a 5 fratelli 1/5 ciascuno.
    Poiché uno di questi che chiamerò A ha interesse a regolarizzare la divisione della sua parte, mi ha incaricato di provvedere al frazionamento dello stesso.
    Il mio topografo nel redigere lo schema del frazionamento, mi ha comunicato della necessità della firma di tutti i proprietari per l'ufficialità del documento.
    Il problema è che uno degli intestatari che chiamero B è deceduto nel 2000. Nella successione che riguardava B, i 6 figli e il coniuge, deceduto anch'esso nel 2004, non hanno incluso quel bene nella pratica poiché non erano a conoscenza del possedimento.
    Oggi i 6 figli, eredi diretti di B, non hanno alcun interesse al detto terreno e sono intenzionati a rinunciare all'eredità in favore di A senza nulla a pretendere in cambio.
    Questi rivolgendosi ad un avvocato di fiducia hanno saputo che non si può rinunciare all'eredità poichè B è deceduto da oltre dieci anni.

    Come ovviare a questa situazione?
    Francesco
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    I figli di B debbono procedere ad integrazione della loro successione inserendo la quota di questo terreno per poi volturare, dopo quando regolarizzerete le quote potranno cedere la loro a tutti gli eredi iniziali potendo così dividere l'appezzamento in 4 e non più in cinque, questa è una delle tante soluzioni percorribili, ma c'è da dire che qualsiasi altra soluzione si intraprenda penso che i costi superino il valore della quota che andrete ad acquisire.

    Ciao salves
     
    A Francesco inkazzato piace questo elemento.
  3. erwan

    erwan Membro Attivo

    non è così: eventualmente il contrario dopo 10 anni non si può più accettare.
    ma qui l'accettazione c'è già stata, anche se un bene è rimasto fuori...
     
  4. Francesco inkazzato

    Francesco inkazzato Nuovo Iscritto

    Professionista
    Io non sono esperto di successioni, ma in questi casi come si può uscire dall'empasse? Legalmente intendo...
     
  5. Francesco inkazzato

    Francesco inkazzato Nuovo Iscritto

    Professionista
    Salves, grazie del suggerimento, ma si può fare l'integrazione della successione se sono passati più di 10 anni?
     
  6. erwan

    erwan Membro Attivo

  7. Francesco inkazzato

    Francesco inkazzato Nuovo Iscritto

    Professionista
    e per quanto riguarda la rinuncia del bene?
     
  8. erwan

    erwan Membro Attivo

    non esiste rinuncia ad un bene: o c'è rinuncia all'intera successione o niente.

    ma nel nostro caso come ho detto il problema è diverso: o c'è stata mancata accettazione nel termine di 10 anni oppure credo che l'accettazione sia già scattata in qualche forma.
    (ma ripeto: parliamo sempre dell'intera eredità, e non di un solo bene, che eventualmente potrà essere acquisito da terzi a titolo originario o derivativo...)
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    l'unica cosa da fare è dividere per 4 e non fare niente, solo voi sapete dove sono i confini
     
  10. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    si

    non è rinuncia del bene ma effettivo titolo di passaggio che poi sia di vendita, cessione o qualsiasi cosa legalmente possibile che il notaio potrà indicarvi.


    la mancata accettazione secondo me non c'e stata perche i figli del defunto non hanno inserito o erano all'oscuro che il padre aveva anche questa quota di terrenno indiviso, quindi hanno accettato quello a loro conoscenza quindi automaticamente anche questa anche se non dichiarata, così come del resto hai indicato al post 8.

    Non si può dividere per quattro in quanto gli intestatari sono cinque ed occorrono le cinque firme per farlo, delle quali una sarà falsa perche defunto, quindi debbono firmare gli redi, ma per firmare gli eredi occorre in gergo tecnico allineare l'intestazione al catasto e per fare cio occorre successione integrativa e voltura.

    Ciao salves
     
  11. Francesco inkazzato

    Francesco inkazzato Nuovo Iscritto

    Professionista
    Grazie dei suggerimenti, sto provvedendo a redarguire gli eredi sulla necessità di procedere all'integrazione della successione, così poi cedere il bene agli altri eredi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina