1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. thehub

    thehub Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Salve,
    necessito un chiarimento: mia madre ha lasciato in eredità la sua casa composta da due appartamenti in cui in una ci viveva lei, e nell'altro la mia famiglia ed io ormai da più di trent'anni.
    Questo immobile è entrato in asse ereditario, e mi trovo costretta a lasciare la mia casa perché gli altri coeredi hanno intenzione di vendere la casa per ricavare la loro quota. Dato che sono più di trent'anni che ci vivo si può parlare di usufrutto? o di una sorta di diritto di prelazione affinché almeno l'appartamento in cui vivo e io e la mia famiglia non entri asse ereditario?
    Grazie.
     
  2. Franca68

    Franca68 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ma hai un comodato d'uso gratuito?
     
  3. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    No, l'usufrutto è un diritto reale minore regolato dagli articoli 978 e seguenti del codice civile.

    Nell'asse ereditario deve per legge essere compreso. Però in caso di vendita hai il diritto di prelazione e puoi soddisfare le quote dei coeredi.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  4. thehub

    thehub Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Potrebbe riguardare anche la fattispecie dell'usucapione?[DOUBLEPOST=1391809929,1391809801][/DOUBLEPOST]Non so se si tratti di comodato d'uso gratuito, non ho mai pagato affitto, mi prendevo cura di mia madre che viveva nell'appartamento di sopra sempre di sua proprietà.
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il contratto di comodato d’uso è disciplinato dagli artt. 1803 e successivi del codice civile. Esso produce effetti obbligatori e non reali, ciò significa che il comodatario (chi riceve) è titolare di un diritto personale di godimento di una proprietà, ma non detiene alcun diritto di proprietà. In altre parole è un rapporto di cortesia e fiducia che non genera vincoli giuridici ed è per questo che è spesso frequente in ambito familiare (genitori che concedono il godimento di una casa ai figli, per esempio).
    Niente usucapione per l'immobile prestato dai genitori ai figli.
     
  6. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Fatevi fare una stima dei due appartamenti e tu esercita il diritto di prelazione su quello in cui abiti. In fondo anche una quota dell'altro appartamento ti spetta e può aiutarti a comperare il tuo.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Eh?
     
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite


    Giuridicamente, il contratto di comodato:
    • è gratuito, poiché non prevede in cambio alcun corrispettivo ed è pertanto ridondante parlare di comodato d’uso gratuito, in quanto la gratuità è insita nella tipologia stessa della formula contrattuale;
    • non produce effetti traslativi della proprietà, né il comodatario è titolare della proprietà che riceve in comodato;
    • appartiene alla categoria dei contratti reali in quanto per la sua conclusione è richiesta la riconsegna del bene in oggetto;
    • attribuisce precisi obblighi e responsabilità al comodatario.
    Ma non genera vincoli giuridici.
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Art. 1321 c.c.:
    "Il contratto è l'accordo di due o più parti per costituire, regolare o estinguere tra loro un rapporto giuridico patrimoniale".
    E infatti:
    Obblighi e responsabilità che cosa sarebbero se non "vincoli"?
     
  10. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Quello che voglio dire io con la frase usata "non genera vincoli giuridici" è che nulla può accampare il comodatario, il comodante in pratica è in una botte di ferro.
    Il comodatario è tenuto a custodire e conservare la cosa con la diligenza del buon padre di famiglia. Egli non può servirsene che per l'uso determinato dal contratto o dalla natura della cosa. Non puo' concedere ad un terzo il godimento della cosa senza il consenso del comodante. Se il comodatario non adempie gli obblighi suddetti, il comodante può chiedere l'immediata resttuzione della cosa, oltre il risarcimento del danno. (Art. 1804 cod. Civ.)
    - il comodato il Codice civile non prescrive alcun vincolo di forma né sostanziale “ad substantiam”, né probatoria “ad probationem”. Pertanto, esso può essere stipulato in forma verbale, in base ad un semplice accordo fra le parti, dunque, fondato sulla parola, ovvero scritta, anche sotto forma di semplice scrittura privata fra le parti.
    - per quanto riguarda la durata, il Codice civile non pone limiti, pertanto le parti hanno piena facoltà di stabilire nel contratto la durata del comodato, la quale può essere liberamente determinata.
    E' possibile non fissare espressamente alcun termine di durata del comodato e lasciare che essa sia desumibile dalla generica destinazione che il bene può avere per sua propria natura o dalla sua specifica destinazione, individuata per mezzo delle particolari prescrizioni e limitazioni dettate per il suo godimento.
    Il comodante ha, comunque, il diritto di esigere in qualsiasi momento la restituzione anticipata della cosa qualora sopraggiunga un bisogno urgente ed imprevisto (art. 1809, comma 2, c.c.).
     
    A Franca68 piace questo elemento.
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si può dire che il comodato ad uso gratuito è un rapporto giuridico, ovvero è un contratto che prevede che il comodante sia in una botte di ferro perchè il comodatario è vincolato giuridicamente alle regole che il comodato esprime. Potremmo dire che ambedue abbiate ragione @JERRY48 e @Nemesis , sulle prime pure pure, se non ci fosse la precisione che nemesis apporta. Ha ragione lui jerry ci sono dei vincoli giuridici altrimenti il comodatario potrebbe usucapire il bene se non ci fossero. Nulla toglie al fatto che in ogni caso non si possano usucapire beni di famiglia che in quanto tali appartengono alla famiglia nel caso che il proprietario fino alla sua morte li ha utilizzati come meglio crede.
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ha il diritto di godere del bene che ha ricevuto in comodato, secondo le previsioni contrattuali e le norme di legge.
    Non direi.
    Se il comodatario fosse genitore, affidatario dei figli minori, e gli fosse stato assegnato dal giudice la casa familiare ricevuta in comodato
    in caso di mancata apposizione di un termine espresso al comodato, salvo quello legato all’uso del bene stesso, come previsto dal contratto, non dovrebbe temere la pretesa restitutoria del comodante fino a che le esigenze abitative della famiglia non venissero meno con il raggiungimento della maggiore età dei figli e con la loro autosufficienza economica. Il comodante avrà il diritto di chiedere, ex art. 1809, comma 2 c.c., la restituzione del bene solo in presenza di un urgente e impreveduto bisogno, anche se non grave.
     
  13. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    La validità ed efficacia del contratto di comodato conosciuta dalle parti e da costoro pacificamente accettata impedisce il maturarsi dell'usucapione a favore del comodatario e a scapito del comodante proprietario.
    La Cassazione, sentenza n. 5551 del 2005 ha ribadito questo principio precisando che il possesso utile ad usucapire ex art. 1141 non opera quando la relazione derivi non da un atto volontario di apprensione ma da un atto o fatto del proprietario possessore, quindi ad esempio la concessione di comodato, poichè l'attività del soggetto che dispone del bene non è svolta in opposizione al proprietario.
    Se il godimento del bene è cominciato in base ad un comodato precario per ragioni di servizio non è sufficiente, rilevano i giudici di legittimità, a farne desumere la trasformazione in possesso utile per l'usucapione la semplice mancata restituzione delle chiavi.
    Il detentore, per semplificare, dovrà comunicare formalmente al proprietario l'intento di continuare a tenere il bene non riconoscendo il possesso del comodatario ma il proprio mentre costui farà bene ad opporsi ribadendo l'esistenza di una concessione di comodato.
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Nessuno, a parte l'OP, aveva minimamente ammesso tale possibilità.
     
  15. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    L'obiettivo mio, con la risposta data, era proprio mettere al corrente e tranquillizzare l'OP.
     
  16. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    il diritto di prelazione lo hai sicuramente. Il diritto di prelazione non c'entra nulla con il fatto di non fare entrare l'appartamento nell'asse ereditario. Il diritto di prelazione è sul prezzo di vendita ad un altro, in quel caso puoi subentrare tu ed allo stesso prezzo comprare l'immobile.

    come fai a tranquillizzare l'OP? lei vorrebbe l'appartamento per sè escludendo gli altri eredi
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  17. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Condivido.

    Sì hai ragione è stata Franca68 che ha tirato in ballo il comodato d'uso.
    Comunque ha ricevuto le dritte giuste e avrà senz'altro le idee più chiare in merito all'usucapione e il diritto di prelazione in caso di vendita a terzi.
     
    A Franca68 piace questo elemento.
  18. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Le idee più chiare ce l'ha sicuramente...Con questi pezzi da novanta che le hanno risposto...
     
  19. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Giova precisare che per "un altro" deve intendersi un estraneo alla comunione ereditaria. Se un coerede volesse alienare la sua quota a un altro coerede, non vi sarebbe né un obbligo informativo preliminare dell’alienante, né l'alienazione potrebbe ricevere successive aggressioni con richieste di retratto da parte degli altri comunisti.
     
  20. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    volevo dire questo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina