1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. francescas

    francescas Nuovo Iscritto

    salve a tutti

    mia madre sta per avviare la procedura di successione per la morte di mia nonna (sua madre) la quale le ha lasciato un appartamento del valore commerciale inferiore al 1milione di euro rimanendo cosi entro la franchigia
    lei e' l'unica erede in quanto unica figlia
    mia madre a sua volta e' gia' proprietaria di immobile prima casa in cui attualmente vive

    procedendo con la successione in tale senso pagherebbe di imposta catastale e ipotecaria il 3% sulla rendita catastale moltiplicata del coefficiente di adeguamento, e' corretto?

    nel caso invece decidesse di trasformare la casa oggetto di successione una prima casa (ci andra' anche a vivere) e procedere con la donazione a mio favore della sua attuale prima casa risparmierebbe l'imposta catastale ed ipotecaria sulla casa in successione e cosi non la pagherei neppure io in quanto (non risulto attualmente titolare di alcun immobile), e' corretto?

    un altro mio dubbio e' se e' obbligatorio procedere prima alla donazione da mia madre a me e poi procedere con la pratica di successione oppure procedere alla successione ed impegnarsi a trasferire la titolarita' dell'immobile entro un certo lasso di tempo

    inoltre, ultima domanda, le spese notarili per la successione e la donazione sono simili?

    grazie infinite a chiunque avra' la pazienza e cortesia di rispondermi

    francesca
     
  2. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Iniziamo dall'ultima domanda...

    1) non serve il notaio per fare la successione;
    2) la donazione in favore dei parenti in linea retta non paga l'imposta di registro, ma l'ipotecaria e la catastale al 3%, oltre all'onorario del notaio;
    3) per la donazione a tuo favore, c'è da sapere prima se anche tu sei figlia unica, altrimenti le cose cambiano;
    4) a mio parere è meglio che tua madre prima si spogli dell'immobile in proprietà e poi presenti la successione, in modo che qualche "ottuso" funzionari dell'Agenzia non accampi cavilli inutili;
     
  3. francescas

    francescas Nuovo Iscritto


    Risposta velocissima...grazie

    al patronato ci hanno detto che la successione la faranno fare al notaio e c'e' un onorario da pagare, non sapevo si potesse fare senza il notaio

    ti confermo che anche io a mio volta sono figlia unica

    riepiloghiamo:

    se mia madre prima fa la donazione a mio favore e cosi sarebbe prima casa per me dovrei pagare solo l'imposta di registro (168 euro) ed il notaio per l'onoraio dell'atto di donazione, nessuna imposta catastale ed ipotecaria

    cosi fatto mia madre sarebbe senza alcuna proprieta' e successivamente potrebbe ricevere per successione l'immobile pagando anche lei solo l imposta di registro e non la catastale e ipotecaria in quanto prima casa anche per lei

    e' tutto corretto?
     
  4. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa Massimo Binotto, ma in caso di donazione di un bene (sempre inferiore al milione di euro) e con destinazione "prima casa" le imposte mi sembra che siano in cifra fissa di 168 euro cad. per la trascrizione e per quella catastale. O sbaglio?
     
  5. francescas

    francescas Nuovo Iscritto

    ciao a tutti e grazie per la risposta

    per massimo: anche io sono figlia unica quindi non ci dovrebbero essere problemi per la donazione

    vorrei riepilogare per vedere se ho capito bene:

    se mia madre procede prima con la donazione a mio favore liberandosi di ogni proprieta ed essendo io senza alcun immobile dovremo pagare solo l'onorario del notaio e l'imposta di registro di euro 168 perche' e' prima casa, e' corretto?
    (leggevo che e' possibile fare la donazione anche direttamente alla ag delle entrate senza il notaio, e' una leggenda o la realta?)

    inoltre mia madre una volta fatta la donazione potrebbe procedere con la successione e cosi anche per lei sarebbe prima casa e pagherebbe solo l'imposta di registro, sempre 168 euro, corretto?

    l'unica cosa che non sapevo e' che la successione si puo' fare anche senza l'intervento del notaio
    noi andiamo al patronato e non so se la pratica la fanno loro o con l'intervento del notaio...mah

    grazie a tutti
     
  6. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Se è prima casa le imposte ipotecarie e catastali sono 168 € x 2
     
  7. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    :daccordo:
     
  8. geomgiusi

    geomgiusi Membro Attivo

    gentilissima se vuole la può fare lei stessa vada all'agenzia delle entrate e prenda la modulistica . e non le costa nulla . oppure si può rivolgere anche a un geometra . Io sono Lontana altrimenti mi sarei proposta io .
     
  9. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La donazione è meglio che la faccia il notaio. La successione la puo fare da sola. Il modello è scaricabile dal sito dell'Agenzia delle Entrate (così ne può sbagliare quanti ne vuole.....:applauso: Ma essendo unica erede non comporta nessunissima difficoltà nella compilazione. Poi pagherà, come detto 168 x 2 di tasse e la voltura catastale verrà eseguita in automatico dall'Agenzia delle Entrate.
    Diverso per la donazione. E' meglio che a compili il notaio ed i costi, presso i patronati sono abbastanza contenuti. Sempre inferiori agli "esterni".
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il contratto di donazione di un immobile richiede l'atto pubblico. Quindi necessariamente occorre il notaio.
     
  11. francescas

    francescas Nuovo Iscritto

    grazie a tutti per le risposte

    altra e direi ultima domanda in merito

    qualora si facesse la successione a mio favore (non ho alcuna proprieta' immobiliare attualmente) e fosse prima casa dovrei mantenere la residenza nel comune dove e' sito l'immobile, questo per quanto tempo?

    il problema e' che non ho la residenza nello stesso comune e di piu l'immobile oggetto di donazione sara' destinato a breve alla vendita
     
  12. piola75

    piola75 Membro Junior

    Professionista
    Concordo, la donazione è un atto pubblico per cui necessaria la stipula davanti ad un Notaio, mentre per la compilazione della denuncia di successione non vorrei essere troppo di parte, ma sicuramente la figura più competente, affidabile ed onesta è quella del Geometra, andare da un Notaio a mio avviso, mi sembra troppo eccessivo e confermo anche io che, nel caso abbia dimistichezza e un pò di competenze tecniche è in grado di farla anche da sola: non c'è bisogno di una firma di un professionista abilitato.
    Saluti
    Paola Poli
    Geometra
    Pistoia
     
  13. IMMOBSK

    IMMOBSK Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se ho capito bene l'immobile attualmente di tua madre sarà posto in vendita.
    Allora, in alternativa, tua madre potrebbe rinunciare all'eredità della nonna (si fa presso il Tribunale competente per luogo di apertura della successione e non costa praticamente nulla).
    L'appartamento di tua nonna andrebbe a te, quale figlia unica di tua madre e tu pagheresti solo la successione come prima casa (€ 168 x 2).
    Andrebbero a te tutti gli altri beni della nonna (eventuali).
    Tua madre con comodo venderebbe la casa che le appartiene, senza dover
    pagare nulla.
    Si risparmiano i costi del notaio e di registro per la donazione.
    Un saluto.
     
    A kat piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina