1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pennangelo

    pennangelo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno, leggendo la risposta autorevole data oggi da Nemesis riguardante la discussione "Morte del coniuge - nessun figlio ecc", mi è sorto un dubbio che spiego:
    Mio zio, deceduto alcuni anni fa, era vedovo e senza figli. E' stat o l'ultimo a morire di 10 fra fratelli e sorelle tra cui mia mamma. Sono rimasti solo una decina di nipoti (figli di fratelli e sorelle). Prima della sua morte, i 3 cugini più "intimi" facevano vacanze insieme, lo hanno portato dal notaio per redigere testamento. Alla sua morte, saputo il nome del notaio, è stato da me contattato ma non ho potuto ottenere nessuna informazione. Neanche in Tribunale dove mi sono recato non ho potuto analizzare il testamento. Il patrimonio era di 2 appartamenti, denaro e quant'altro che è stato diviso solamente dai 3 cugini.
    Curiosità: alla luce di quanto detto da Nemesis nella risposta, io e gli altri cugini nipoti dello zio, a prescindere dal testamento, avremmo potuto ottenere qualcosa ugualmente?
    ringrazio anticipatamente per la vostre risposte e saluto Nemesis che mi ha già precedentemente aiutato per altre questioni.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    I legittimari, cioè le persone a favore delle quali la legge riserva una quota di eredità o altri diritti nella successione sono: il coniuge, i figli, gli ascendenti.
    Mancando quei soggetti, il testatore poteva destinare tutto il suo patrimonio a suo piacimento.
    P.S.: se esiste valido testamento, la successione non è "legittima".
    Per quanto riguarda le mancate informazioni ricevute dal notaio, hai il diritto soggettivo di ottenere copia autentica del testamento pubblico, ex art. 67 della legge notarile e art. 743 c.p.c.
     
    Ultima modifica: 2 Settembre 2016
    A Marinarita piace questo elemento.
  3. pennangelo

    pennangelo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Nemesis ma, avendo tu scritto nell'altra discussione
    ......Chiamati all'eredità sono:
    - la moglie, per 2/3 del patrimonio ecc
    - il nipote, in rappresentazione del proprio padre premorto, per il restante 1/3.
    la mia domanda è: che c'entra il nipote (che non è nè figlio nè tantomeno ascendente) in quanto figlio di un fratello (figura non compresa tra i legittimari). O mi sbaglio?

    grazie
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se manca testamento, la successione è legittima (secondo legge). Il fratello, a cui subentra il figlio, è un erede legittimo.
     
  5. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Purtroppo la lingua italiana, ed il legalese, si prestano anche a questi equivoci:

    Nel senso che pur essendo un "procedimento legittimo", la successione in presenza di testamento valido si chiama "testamentaria" e non "legittima= regolata dalla legge"

    Anche "nipote" ha un doppio significato : figlio del fratello, ma anche figlio del figlio.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  6. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dimenticavo:
    il figlio del figlio, ed il figlio del fratello, entrambi "nipoti", subentrano al proprio genitore per "rappresentazione" nella successione "legittima"

    Nel caso invece della successione "testamentaria", la rappresentazione non opera se il chiamato all'eredità che non può o non vuole accettare è soggetto diverso dal figlio o dal fratello del defunto.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Proprio per quanto hai scritto nel secondo periodo, entrambe le specie di nipoti subentrano per rappresentazione anche nella successione testamentaria, e non solo in quella legittima.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  8. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Figurati se mi permetto di dire che sbagli: quello che hai scritto tu è corretto: cioè entrambe le specie di nipoti subentrano per rappresentazione anche nella successione testamentaria.

    ma non è quello che ho scritto io, anche se in modo infelice; le premesse lasciavano effettivamente pensare a quanto hai dedotto, e me ne scuso.

    Intendevo dire che la rappresentazione non opera se il chiamato (testamentario) è direttamente un nipote . (cass 22840/2009) : lo ho imparato da te!

    Ho messo purtroppo assieme due aspetti che non avevano un legame logico, se non la presenza di nipoti. Il secondo aspetto poteva riguardare i 3 nipoti-cugini
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti. Basta la lettura dell'art. 468, comma 1 c.c.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  10. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi permetto di replicare, meglio di proseguire nel dialogo, per amore di conversazione ed analisi.

    basta la lettura dell'art. 468 .... direi se a leggere è uno che mastica il diritto come il pane e companatico quotidiano.

    per un dilettante allo sbaraglio come me, non era stato automatico che l'articolo dovesse essere letto in modo letterale, in senso stretto
    Per cui è stata per me abbastanza una sorpresa leggere una tua precedente precisazione che faceva notare che il codice civile indica come legittimati a rappresentare , solo i discendenti dei figli e dei fratelli, così indefinitamente, ma non partendo direttamente dai nipoti. Se devo essere sincero mi sono pure chiesto se questa lettura "alla lettera" fosse effettivamente rappresentativa della volontà del legislatore.

    E che sia una situazione indigesta, controversa e poco appariscente, lo dimostra pure il fatto che l'argomento sia stato dibattuto fino al livello di Cassazione: con giudizi in Appello difformi. Che gli avvocati di parte ci provino è scontato; che siano occorsi tre livelli di giudizio, più il ritorno a diversa Corte d'Appello per sancire in che modo vada letto l'art. 468 mi pare dimostri che......

    non è così sufficiente la lettura del art. 468 c.c. per dedurne gli esiti:

    p.s.: nella fattispecie questo tema mi porta ad ulteriormente credere che fare testamento quando ci sono o sono stati dei figli, produce più facilmente danni che non lasciando le cose gestite secondo legge.
     
    Ultima modifica: 2 Settembre 2016
    A Marinarita piace questo elemento.
  11. Ezequiel

    Ezequiel Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Scusate se mi intrometto per motivi personali: Io ho un nipote, figlio di mia sorella deceduta e diversi cugini, figli di fratelli dei miei genitori (defunti) e vorrei che i miei averi venissero trasmessi solo a mia moglie e a mia figlia, cosa debbo fare?
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  12. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nulla.... o più precisamente.... dipartire ... il più tardi possibile.
     
    A Marinarita e Ezequiel piace questo messaggio.
  13. Ezequiel

    Ezequiel Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ok Basty, grazie, cercherò di seguire il tuo consiglio!
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  14. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Soprattutto il secondo.... mi raccomando! ;)
     
    A Marinarita e Ezequiel piace questo messaggio.
  15. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se non farai testamento, solamente tua moglie e tua figlia avranno diritto alla tua eredità (la metà a ciascuno di loro due). Ciò in base all'art. 581 c.c.
    A tua moglie, ex art. 540, comma 2 c.c., saranno riservati i diritti di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare e di uso sui mobili che la corredano, se di tua proprietà o comuni.
     
    A Marinarita e Ezequiel piace questo messaggio.
  16. nondormomai

    nondormomai Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Mi pare che di capire che tale regola si applica in caso di successione testamentaria.

    In caso di successione legittima (=in assenza di testamento o più genericamente in assenza di volontà formalmente valide ai fini della successione), la nipote (=figlia della sorella di una defunta prova di figli o coniuge, dunque in grado di disporre di tutto il suo patrimonio senza dover soddisfare i legittimari) può subentrare in rappresentazione della propria madre?
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  17. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il tuo messaggio contiene un refuso che rende abbastanaza strana la tua risposta: se ho capito il senso (priva invece di prova), risponderei di si.

    La rappresentazione opera all'infinito, in caso i primi chiamati legittimi, cioè figli o fratelli, siano impossibilitati.

    In caso invece di disposizioni testamentarie, se il chiamato è direttamente un nipote, la rappresentazione non scatta. Così la sentenza.

    Mi resta però difficile allora capire il secondo comma dell'art. 467: @Nemesis ci verrà in aiuto.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  18. nondormomai

    nondormomai Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Quale refuso?
     
  19. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
     
    A Marinarita piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina