1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. carlat47

    carlat47 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Salve, chiedo aiuto per fare delle riflessioni.....sicuramente qualcuno saprà consigliarmi!
    mia suocera, di 96 anni con marito vivente,separata, ma non divorziata , mamma di 6 figli, la scorsa settimana è deceduta....ed ha lasciato intestato a lei e ad una figlia un libretto postale sul quale veniva acrreditata la pensione, con un saldo al momento della morte di circa 500 euro. Non aveva proprietà intestate a lei ....tranne un appartamento , venduto in piena facolta' di intendere, due mesi prima del decesso, avvenuto in casa di riposo . La mia domanda è: possono due dei figli che non si sono mai interessati , mai andati a trovarla da anni, reclamare ugualmente la loro parte? anche se la casa è stata venduta prima della sua morte? e il marito? anche lui "latitante" da anni ? Si puo' dire a questi signori che la mamma, aveva regalato agli altri quattro figli il ricavato della vendita( versato in parti uguali sui conti dei rispettivi quattro figli) dell'appartamento, o meglio è stata pagata la retta della casa di riposo? Hanno diritto per legge alla loro "parte" UGUALMENTE? Grazie infinite a tutti
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    I figli possono essere diseredati esclusivamente per gravi motivi, se ben ricordo p.es. minacce di morte da parte dei figli rivolte alla madre, altrimenti avranno quantomeno la legittima.
     
  3. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Concordo.
    I legittimari, lesi in parte nella loro quota di legittima, possono proporre "l'azione di riduzione", come indica l'art. 557 c.c. anche se la casa è stata venduta prima della morte della mamma.
    I legittimari sono il coniuge e i figli.
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si riducono le disposizioni testamentarie o le donazioni lesive . Non le "vendite".
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  5. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma la madre ha poi regalato il ricavato della vendita della casa solo ad alcuni figli. Non si tratta forse di donazione lesiva per i 2 figli e il coniuge che non hanno ricevuto niente????
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sì, ovviamente. Ma scrivere che "anche se la casa è stata venduta prima della morte della mamma" potrebbe ingenerare la falsa convinzione che oggetto della riduzione sia la vendita, e non la donazione.
     
  7. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Penso invece che Carlat47 intenda riferirsi ai soldi ricavati dalla vendita......
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite


    E' quello che volevo rimarcare anch'io (era implicito) perchè Carla47 nel primo post si è espressa: "la mamma aveva regalato agli altri quattro figli il ricavato della vendita",
    pertanto queste donazioni erano lesive e causa di richiesta dell'azione di riduzione.
     
  9. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per diseredare qualcuno non basta non fargli trovare nulla, bisogna "dimostrare" che nulla poteva esserci. Ad esempio se la pensione della mamma fosse insufficiente al pagamento della retta della casa di riposo, se avesse avuto bisogno di cure mediche costose etc e i figli a lei vicino potessero dimostrare di averle sostenute direttamentre, causa l'incapienza della pensione, allora la donazione sarebbe meno attaccabile o meglio chi se ne è sempra lavato le mani beccherebbe meno.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    D'accordo Arianna, ma è difficile (non impossibile) sia così, devono dimostrare di aver speso tutto il ricavato delle donazioni, e magari qualche cosina di più, tutta la pensione della mamma, in pratica devono dimostrare che non c'è più nulla da dividere, ovviamente quando l'eredità sarà esigibile, dopo la dipartita della mamma.
     
  11. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Io invece resto del mio parere, hanno diritto per legge alla loro parte "ugualmente".
    Hanno sperperato i soldi ricevuti dalla mamma, ora intaccano i loro risparmi.
    Anche se gli altri parenti se ne sono fregati, hanno mantenuto i loro diritti.
    Dura lex, sed lex.
     
  12. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Potranno accampare i diritti certo ma su quello che rimane del patrimonio della mamma, se tutto quello che aveva (anche quello donato) è stato speso per conto della mamma (bisogna che sia dimostrato), ovviamente il patrimonio non c'è più.
     
  13. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    OK quello che è stato detto è corretto, e se la mamma si fosse speso tutti i soldi giocandoseli senza dare niente a nessuno quello che rimane è il libretto della pensione con 500 Euro con chi ce la prendiamo?:fiore:
     
  14. arcore

    arcore Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Bisogna sempre fare domanda di successione anche se sul libretto postale viene versata solo la pensione?e ne rimane poco o niente?Grazie.
     
  15. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per il libretto io ho fatto cosi: ho ritirato quello che cera e ho lasciato solo 10 €uro ho preso l'estratto conto per farlo vedere a mia sorella e ci siamo diviso i soldi semplicemte, mi sono preoccupato di avvisare la banca, il giorno dopo aver effettuato il prelievo, del decesso di Mamma questo perchè l'imps continuerà a mandarti la pensione, non la toccare e riavvisa la banca quando succede, poi quel libretto morirà cosi, altrimenti, dovrete presentarvi tutti gli eredi presso la banca per chiuderlo....troppo complicato ed effettuarlo e poi lascia che siano gli altri a spendere i soldi tra avvocati ecc. per la lesione dell'eredità, c'è stata una causa che ha fatto clamore è durata 100 anni fai tu le conclusioni, fermo restante che vorrei sapere sempre con chi ce la dovremmo prendere nel caso che la signora avesse il vizio del gioco e avesse sperperato tutti i soldi della vendita della casa:fiore:
     
  16. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ohibò!! 10 anni comprendo ma 100 si saranno estinte anche le pensioni degli eredi :^^:
     
  17. carlat47

    carlat47 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Bene, ringrazio veramente tutti, per le riflessioni....! Anch'io ho riflettuto in questi due giorni e sono arrivata alla conclusione di dividere i soldi ricavati dalla vendita della casa fra tutti i figli, come prevede la legge, forse un po' a malincuore, ripensando a tutte le preoccupazioni gravate solo su alcuni figli....! In effetti non si puo' mettere su una bilancia, da una parte i sacrifici e l'affetto per una mamma e dall'altra il suo patrimonio.... Penso che la dedizione e i sacrifici che uno fa per una mamma (e viceversa) non sono ne' quantificabili, nè debbano essere in qualche modo "riconosciuti" in denaro o patrimonio che sia. Quindi sarà diviso tutto secondo
    quanto prevede la legge. I soldi non guadagnati ,come in questo caso, direttamente con il proprio onesto lavoro, non hanno lo stesso valore....e poi si puo' guardare serenamente negli occhi, tutti i fratelli e soprattutto i propri figli ai quali anche quando non ci pensiamo, diamo sempre il nostro esempio.
    Grazie veramente a tutti....!
     
    A Elisabetta48 e maidealista piace questo messaggio.
  18. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non vi è obbligo di dichiarazione (non "domanda") della successione se l'eredità è devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta del defunto e l'attivo ereditario ha un valore non superiore a 25.822,84 euro e non comprende beni immobili o diritti reali immobiliari, salvo che per effetto di sopravvenienze ereditarie queste condizioni vengano a mancare.
     
  19. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In effetti non si puo' mettere su una bilancia, da una parte i sacrifici e l'affetto per una mamma e dall'altra il suo patrimonio.... Penso che la dedizione e i sacrifici che uno fa per una TI DEVONO FARE UNA STATUA D'ORO PER QUESTO CHE HAI SCRITTO anzi dvrebbe essere una legge e metterla dentro al cervello della maggior parte degli esseri umani
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina