1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sosa

    sosa Membro Attivo

    Buongiorno, avrei un questito la cui risposta girerei alla famiglia di mio caro amico putroppo 10 giorni facausa grave malattia è morto...ancora non hanno voglia di andare da notai o altro e allora chiedevo a voi preliminarmente qualcosa
    volevo portare alla vs conoscenza la sua situazione patrimoniale e familiare:
    Appartamento di sua proprietà totale con ipoteca banca per mutuo in essere
    piccolo negozio di sua proprietà libero da ipoteche

    famiglia:
    Moglie quando si sono sposati ha optato per lo stato di separazione dei beni + un bimbo di 12 anni

    ho letto che in questo caso la sucessione avviene con beneficio di inventario, essendoci un minore,
    se ho capito bene se ci sono creditori del defunto gli eredi coprono solo con il capitale del defunto?

    la moglie pur non essendo proprietaria della casa, ho la garanzia sul mutuo

    tecnicamente cosa dovrebbe fare per uscire da questo impiccio lei e suo figlio?

    grazie

    ps il mutuo è ancora aperto per 160.000 euro il valore dell'appartamento era di 320.000 6 anni fa
    ora sara 220/250 con la crisi

    piccolo negozio di sua proprietà libero da ipoteche valore comm 30.000 euro ma nessuno lo compra con la crisi
     
  2. sosa

    sosa Membro Attivo

    nessuno mi può aiutare? grazie
     
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    vendere la casa con il mutuo per vedere di ricavare qualche spicciolo. La casa può essere venduta e chi la compra si accolla il mutuo; oppure, contattando la banca per chiudere anticipatamente il mutuo, si fa partecipare all'atto di vendita il funzionario della banca al quale il compratore darà l'assegno per l'importo pattuito per la chiusura del mutuo e per la cancellazione dell'ipoteca. Quello che resta andrà alla vedova ed al figlio, dopo aver pagato tutti i professionisti che graviteranno attorno a questa operazione (notaio, agenzia immobiliare ecc... ecc... ).
    La vedova, se non ce l'ha, si deve trovare urgentemente un lavoro.
    Il negozio non si può affittare neanche per il periodo estivo?
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  4. sosa

    sosa Membro Attivo

    il lavoro ce l'ha e dovrebbe incassare anche una polizza vita di 120.000 (che è impignorabile secondo la legge e non fa parte dell'asse ereditario) che non sarebbe saggio ( secondo il mio parere) usare per abbattere il mutuo del 70% , io pensavo che visto che la casa è ipotecata con la Banca e che lei sarebbe in grado di continuare a pagare il mutuo essendo come dicevo garante ,gli altri creditori al massimo metteranno ipoteca di secondo grado sulla casa ma almeno lei ci può abitare per i prossimi 23 anni e intanto vedere che succede perchè venderla? dico male?

    faccio questo ragionamento perchè se il mutuo rimanente fosse basso e con un periodo di ammortamente breve forse anche la banca potrebbe insieme ad altri creditori spingere per la vendita, ma se lei sarà regolare nel pagare il mutuo chi potrebbe pignorarle la casa??

    al massimo cercherà di vendre il negozio anche per poco per soddisfare up po qualche creditore

    Luigi ma se c'è l'accettazione con beneficio di inventario come fa a vendere la casa?
    se a vende è come se accettassse l'eredita ho letto in giro
     
    Ultima modifica di un moderatore: 21 Febbraio 2015
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    @sosa io credo che non si possa parlare astrattamente: voglio significare se non si ha la quantificazione dei debiti stiamo a parlare di aria fritta. Se chi muore non ha debiti non c'é motivo di iniziare la procedura di accettazione della eredità con beneficio di inventario. La moglie saprà bene in che acque navigava il marito. Se i debiti sono superiori al valore dei beni lasciati in eredità conviene fare la rinuncia sia al coniuge superstite che al tutore del figlio minore. La vedova mantiene comunque il diritto di abitazione e l'uso del mobilio della casa. un problema può essere il fatto che la moglie abbia fatto da garante: questo potrebbe comportare il pagamento della parte restante del mutuo senza poter diventare proprietaria dell'immobile. Non è stata fatta una assicurazione che copre il mutuo in caso di morte del contraente? Saranno i creditori che dovranno dividersi quello che c'é. Se i creditori mettono una ipoteca di secondo grado sulla casa la casa diventa invendibile all'asta giudiziaria, non ci sarà nessuno che la compra con due livelli di ipoteche e per di più occupata dalla vedova con il diritto di abitazione.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Stai dimenticando che esiste un chiamato all'eredità di età minore. L’art. 471 c.c. stabilisce che non si possono accettare le eredità devolute ai minori se non con beneficio d’inventario, osservate le disposizioni degli artt. 321 e 374.
    Ex art. 320 c.c., l'eredità per i minori deve essere accettata dai genitori congiuntamente (o da quello che eserciti in via esclusiva la responsabilità genitoriale, come è nel caso in discussione).
    Ove questi non possano o non vogliano accettare l'eredità, può essere nominato un curatore speciale.
    In entrambi i casi è necessaria l'autorizzazione del giudice tutelare.
    La rinuncia del figlio minore dovrebbe essere fatta dal genitore superstite (la madre), dopo ricorso al giudice tutelare che, eventualmente, l'autorizzerà a rinunciare in nome e per conto del figlio minore.
    N.B.: se esiste la madre, non esiste il tutore del figlio minore.
    La tutela dei minori si apre, ex art. 343 c.c., quando entrambi i genitori sono morti o quando, per altre cause, non possono esercitare la responsabilità genitoriale (per esempio, nei casi di dichiarazione di assenza, morte presunta, incapacità dei genitori, residenza all’estero dei genitori, decadenza dalla responsabilità genitoriale, ecc.).
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  7. sosa

    sosa Membro Attivo

    S
     
  8. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se ci sono altri debiti è meglio rinunciare alla eredità.
    La cosa più strana, ed io aggiungerei più insensata, è stata quella di non aver sottoscritto una assicurazione che andasse a soddisfare la banca in caso di morte del contraente del mutuo.
    La banca chiederà al garante di soddisfare il mutuo, ma questo non significa che il garante diventerà proprietario dell'appartamento per la quota che ha pagato.
    La figura del garante è quello di intervenire economicamente in caso di insolvenza del contraente il mutuo.
    Ora io credo che quando la banca verrà a conoscenza della morte del contraente del mutuo, in mancanza di una assicurazione che copra questo evento, chiederà al garante di chiudere il debito consistente nella parte di capitale non ancora estinto e di una parte dei mancati interessi non percepiti.
    Non so se la banca accetterà un pagamento dilazionato nel tempo perché l'appartamento deve andare in successione nei tempi previsti dalla legge.
    In sostanza il garante dovrà mettere mani al portafoglio e pagare la banca altrimenti verrà aperto un pignoramento dei beni nei suoi confronti.
    Se non ci fossero gli altri creditori, la banca, visti i tempi che stiamo vivendo, potrebbe anche prendere in considerazione di volturare il mutuo al coniuge supestite, perché questo sarà comunque un comproprietario dell'appartamento e questa ipotesi andrebbe anche a vantaggio del figlio attualmente minore.
    Siccome ci sono i creditori che potrebbero avanzare la giusta pretesa di rientrare dei loro crediti, la banca cercherà di chiudere rientrando dei soldi che ha anticipato e poi lascerà che creditori e debitori si scannino tra loro.
    L'unica cosa positiva è che il coniuge superstite anche rinunciando alla eredità rimarrà coperto dal diritto di abitazionedell'appartamento edall'uso del mobilio.
     
  9. sosa

    sosa Membro Attivo

    L'unica cosa positiva è che il coniuge superstite anche rinunciando alla eredità rimarrà coperto dal diritto di abitazionedell'appartamento edall'uso del mobilio.

    Potresti spiegarmi meglio questo aspetto? come la moglie e il figlio potrebbero rimanere in una casa anche venduta all'esta perchè nessuno ha pagato il mutuo?
     
  10. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La compreresti tu una casa occupata da una persona che ha il diritto di abitarci vita natural durante?
     
  11. sosa

    sosa Membro Attivo

    Scusa Rita ma lo chiedo anche a te: chi paga il debito alla banca???
    lei è garante quindi se non paga la casa la mettono all'asta oppure c'è qualche aspetto che non capisco...come fa a starci a vita con il figlio???

    grazie ma proprio non capisco
     
  12. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Mah........ Le banche non finiscono mai , non muoiono, i coniugi superstiti,con il diritto di abitazione si!!! Arriverà il giorno che l immobile non avrà più alcun tipo di vincolo,di conseguenza sarà più facilmente vendibile, cioè anche se al momento la banca non acchiappa soldi, l immobile sta lì nessuno glie lo porta via, lo venderà tra 100 anni, cosa hai paura che le banche perdono soldi? Non ti preoccupare loro possono aspettare, e i loro soldi se li riprendono un giorno quando la signora coniuge supertite sarà deceduta.
     
  13. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Oppure il coniuge superstite decide di andare ad abitare da un altra parte e mette la casa in vendita per soddisfare il pagamento del mutuo, secondo me farebbe meglio la banca a lasciare la situazione così in fase di stallo tanto al momento che cosa credi che la vendita dell immobile soddisfi il pagamento del mutuo per intero?con la crisi del mattone che in Italia c'è ? Scordatelo, più conveniente per la banca aspettare 30 anni minimo!! Tanto dopo una crisi c è sempre una ripresa! È le banche lo sanno!!! Quindi ciò che non acchiappano oggi lo acchiapperanno di sicuro domani!!!
     
  14. sosa

    sosa Membro Attivo

    se è come dici che senso avrebbe vendere la casa per coprire il muto e andare a pagare l'affitto? non può stare li gratis? anche se mi sembra strano che lei essendo garante
    se non paga lasciano tutto fermo
     
  15. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    la moglie, in quanto coniuge superstite, ha il diritto di abitazione nella casa familiare (quella nella quale viveva abitalmente con il marito). questo diritto, che è rafforzato, in questo caso, dalla presenza di un figlio minore, può essere perso solo per volontà del beneficiario, o perché sono mutati i suoi bisoni e della sua famiglia (per esempio il coniuge superstite che si risposa) indipendentemente dal cambiamento di proprietà dell' immobile, e cessa con la morte del coniuge superstite.
    Leggiti gli artt. del c.c. dal 1021 in avanti
    DIRITTO D'USO E DI ABITAZIONE: gli articoli del codice
    civile sull'uso e l'abitazione e sui diritti relativi, quando esistono
    e quando finiscono, l'usufrutto

    se la casa viene messa all'asta viene messa nello stato in cui si trova ed in questo caso, gravata dal diritto di abitazione. Ovviamente questo peso giuridico, abbasserà notevolmente il valore base della vendita all'asta, e potrebbe non trovare acquirenti. Questa considerazione, vale anche nel caso in cui l'appartamento venisse aggredito dai creditori che tenteranno di rientrare almeno parzialmente del loro credito: la casa viene messa all'asta gravata dal diritto di abitazione.
    Chi decide di comprarla ne diventa il proprietario ma non potrà chiedere a chi gode del diritto di abitazione alcuna sorta di affitto o di rimborsi. Potrà solo offrire ulteriori soldi per convincere chi gode del diritto di abitazione di andarsene.
     
    Ultima modifica: 23 Febbraio 2015
    A rita dedè piace questo elemento.
  16. sosa

    sosa Membro Attivo

    azz, non lo sapevo.....però lei essendo garante quel cavolo di mutuo lo deve pagare?
    se non lo paga la banca al massimo gli pignorerà il 1/5 dello stipendio
    visto che la polizza vita del marito che incassera non la vuole utilizzare per coprire il mutuo ( e non la possono intaccare essendo per legge inpignorabile e insequestrabile) altrimenti non gli rimane nulla di liquido per se e il figlio nel tempo
    questo diritto di abitazione lo ottiene anche se sono in regime di separazione dei beni'
    e vale anche per il minore? finio a che eta?

    ma per ottenere il diritto di abitazione che deve fare rinunciare all'eredità sia lei che il minore o accettare quella con beneficio di inventario?

    grazie di tutto il vs interessamento ma mi sembra ( per me) complesso
     
    Ultima modifica: 23 Febbraio 2015
  17. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    chi fa da garante quando gli viene chiesto devo coprire la garanzia che ha offerto deve mettere mano al portafoglio e saldare il debito della persona alla quale ha fatto da garante.
    E' evidente una cosa che il marito della signora non novigava in buone acque già al momento del mutuo ecco perché la banca ha chiesto che qualcuno facesse da garante.
    Ora, la moglie, che ha accettato di fare da garante, quando la banca le chiederà di far fronte al debito contratto dal marito dovrà mettere mano al portafoglio e se non riuscirà a coprire la garanzia offerta le verranno pignorati i propri averi fino alla copertura.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  18. sosa

    sosa Membro Attivo

    Luigi ho integrato il mio post

    Come averi della moglie c'è solo lo stipendio perche la polizza vita ti rislta anche a te che sono per legge impignorabili?

    grazie ancora
     
  19. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    la polizza vita non è pignorabile ed è insequestrabile finchè rimane nelle mani della società assicuratrice, ma dal momento in cui viene riscossa ed entra nel patrimonio del coniuge superstite si.
    Quei soldi la signora dovrà darli alla banca per ridurre la parte di mutuo non estinta con il criterio che avevo precedentemente citato. Perché sulla casa c'é una ipoteca di primo grado.
    Credo sia il caso di consigliare alla vedova di farsi assistere da un avvocato specializzato in fallimenti ed esecuzioni immobiliari.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  20. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    come ha fatto la banca ad accettare come garante questa signora che gode del solo stipendio e non ha altri beni immobili?
    Questo fatto abbinato alla mancata sottoscrizione dell'assicurazione sul mutuo in caso di morte del contraente mi puzza.
     
    A rita dedè piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina