1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Adosim

    Adosim Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Mio nonno era residente a Staten Island, New York eil 22 novembre 2009 è morto in un ospedale di Manhattan. Negli USA si è risposato dopo il divorzio con mia nonna.

    Noi non abbiamo in mano niente che riguardi mio nonno, neppure un certificato di morte che stiamo provando a richiedere all’Office of Vital Records di New York.

    Mio nonno ha sempre parlato del suo testamento e circa 20 anni fa mio zio, mia madre e mia nonna ricevettero una lettera da un notaio di New York, che ci informava che eravamo menzionati nel testamento di mio nonno.

    Abbiamo chiesto alla signora, moglie di mio nonno, di poter vedere il testamento ma fino ad oggi le nostre richieste non sono state ascoltate. Ci ha solo risposto che ha lasciato tutto a lei e la cosa ci pare molto strana visto il forte desiderio di mio nonno, sempre espresso, di ricordare i suo figli e nipoti nelle ultime volontà.

    Mio nonno negli USA aveva raggiunto un alto livello di benessere economico e la mattina del giorno in cui è morto la signora si è allontanata dall’ospedale per diverse ore. Noi, io, mia madre e mio zio eravamo con mio nonno e la nostra impressione è stata che la signora doveva “sistemare” alcune faccende impellenti, tipo, svuotare i conti di mio nonno.

    Per questo crediamo non ci abbia mai mostrato il testamento che dice di avere: potrebbe averlo scritto lei e solo noi possiamo capirlo. Aveva anche 2 conti correnti in Italia, ma non sappiamo in quali banche e non siamo mai neanche stati contattati dalle banche per la successione.

    Sto cercando informazioni per capire come muoverci al meglio. Grazie in anticipo.
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Salvo suo nonno non avesse specificamente optato per l'applicazione della legge successoria italiana, considerata la mancanza di beni immobili nel territorio nazionale, si può affermare che al patrimonio del de cuius sarà applicata la legge statunitense.
    Un consiglio banale: cercate di contattare lo studio del notaio americano, il fatto che vi avesse parlato di un testamento a vostro favore fa presumere che quel professionista ne sia anche il custode.
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non so come siano organizzati in America, però potresti fare una ricerca nel corrispondente ufficio dei RR.II. per verificare chi fosse il notaio con il quale generalmente operava e tentare di rintracciarlo. Certo che di tempo ne è passato, probabilmente non ti sarà possibile rintracciarlo, nel caso dovresti verificare nel corrispondente archivio notarile dove vengono depositati gli atti ed i testamenti depositai presso il notaio che ha smesso di operare.
    Per quanto riguarda i conti correnti italiani, i conti dormienti dopo dieci anni, previo avviso con raccomandata A.R. inviata al titolare, vengono trasferiti allo stato.
     
  4. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    per la ricerca di conti correnti e libretti in italia basta rivolgersi alla Banca D'Italia, che consultando l'anagrafe dei conti correnti col codice fiscale del nonno, per questioni di successione vi risponderà
     
  5. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Il problema del Cc bancario al momento nemmeno si pone. Va infatti preliminarmente stabilita la legge successoria come su indicato. Se fosse quella statunitense (quasi certo in mancanza di scelta per quella italiana), tutti i beni mobili saranno disciplinati secondo la normativa estera
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ma se i conti correnti sono rimasti inattivi per oltre 10 anni, ormai sono persi.
     
  7. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    avevo letto la risposta di un tale che diceva che in realtà, se anche sono trascorsi 10 anni senza movimentazione del conto, ci sarebbero altri 10 anni di tempo o qualcosa del genere per chiedere di riavere indietro i soldi....non mi ricordo la procedura descritta, ma sarebbe interessante di sapere se veramente dopo 10 anni senza moviventi il conto è perso(so che prima mandano una raccomandata di avviso), oppure se c'è una procedura con altri anni di tempo concessi per chiedere la restituizione dei soldi
     
  8. Adosim

    Adosim Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Penso proprio che bisognerà esercitare la legge statunitense. In caso appena abbiamo il certificato di morte in teoria possiamo richiedere una copia del testamento perché penso sia stato revocato quello in nostro possesso e sostituito con uno più recente. Sono passato 6 anni dalla morte quindi i conti non sono persi e comunque erano quasi sicuramente cointestati quindi presto dovremmo fare a trovarli.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina