1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. masterverona

    masterverona Nuovo Iscritto

    salve, purtroppo ho d'affrontare l'ennesimo incoveniente condominiale e chiedevo a qualcuno di voi, che sicuramente ne sa più di me, se posso far valere le mie ragioni!

    possiedo un appartamento al mare in un condominio di 10 unità tutte sullo stesso livello avendo tre fasce di metrature diverse ma tutte e dieci mantenute con un riscaldamento condominiale di 2 gruppi di sifoni perfettamente identici per ogni abitazione!!!
    questi termosifoni sono adibiti a tenere un riscaldamento "base" all'interno degli appartamenti, mentre il riscaldamento vero è proprio è dato da condizionatori con pompe di calore gestiti individualmente.
    ora mi chiedo: è giusto che venga divisa la spesa di riscaldamento condominiale per millesimali effettivi quando chi piccolo chi grande ha sempre gli STESSI elementi riscaldanti???

    visto che ci sono chiedo anche: essendo per me un'abitazione di villeggiatura che utilizzo solo pochissimi we all'anno causa lavoro, mentre altre famiglie si trasferiscono per tutto il periodo estivo e chi, ad esempio il mio vicino, ha acquistato l'immobile proprio per sub affittarlo in questi periodi, avendo un contatore unico dell'acqua posso io chiedere, a mie spese, di istallarmi un contatore separato e fare rivalsa dell'acqua effettivamente da me consumata nella mia casa?
    dà fastidio vedere lo sperpero di acqua condominiale fatto da persone che giustamente pagano per stare in villeggiatura ma che, a conti fatti, poi debba pagarne una parte io proprio per un allacciamento unificato!!!

    ringrazio tutti coloro che si prenderanno a cura la mia situazione sperando che sabato, quando andrò a fare la prossima riunione riesca con qualcosa di concreto a mettere finalmente in evidenza le lacune che certe persone per ineducazione hanno nei confronti di altri condomini....

    grazie tante

    Davide
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    per il riscaldamento credo si debba considerare cosa prevede il regolamento condominiale, per l'acqua devi chiedere all'ente erogatore del servizio. in astratto è possibile, ovviamente con spese a tuo carico ma a me hanno detto che serve l'assenso dell'amministratore del condominio.
     
  3. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Se lei non fà uso del riscaldamento centralizzato può staccarsi e chiedere di essere esonerato dalle relative spese, Dovrà solo contribuire alla manutanzione della caldaia in base ai millesimi di proprietà. Per quanto concerne l'utilizzo dell'acqua ha diritto a farsi installare un contatore interno all'abitazione e limitarsi a pagare quanto effettivamente consuma.
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.
  4. masterverona

    masterverona Nuovo Iscritto

    gentilissimi nelle vostre risposte!
    purtroppo avendo tutte le pareti in legno di mogano un minimo di riscaldamento deve esserci per non sfogliare quest'ultime quindi il centralizzato lo devo tenere, anche se non capisco perchè avendo tutti i condomini lo stesso egual consumo, bisogna andare a millesimi di appartamento se poi la massa radiante è la stessa per ogni abitazione!

    per l'acqua spero che quella parola diritto sia nell'italiano più classico comprensibile per tutti quando sarò alla riunione...

    intanto grazie per i consigli poi se qualcun'altro ha da darmi dritte anche più specifiche... benvengano!!!
     
  5. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Per quanto concerne il riscaldamento: art. 1123 cod. civ.: le spese devono essere ripartite in proporzione all'uso: il criterio più obiettivo da adottare è quello relativo alla "superficie radiante" ovvero in base al numero degli elementi radianti.
     
    A masterverona piace questo elemento.
  6. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' tecnicamente errato scaldare volumetrie diverse con corpi scaldanti identici: ci deve essere invece proporzionalità tra volumi e numero di corpi scaldanti. Succede infatti che gli appartamenti piccoli pagano inutilmente più calore, inutilmente perché la loro temperatura ambiente diventa inutilmente alta.
     
  7. masterverona

    masterverona Nuovo Iscritto

    diciamo che essendo appartamenti adibiti ad uso vacanza la differenza varia di una camera letto in più o in meno... quindi il volume complessivo non è tanto da dover mettere più o meno elementi riscaldanti, proprio perchè quest'ultimi sono adibiti solo a mantenere una temperatura base durante l'inverno, poi ogni inquilino con i propri split a pompa di calore andrà più o meno a riscaldarsi l'appartamento come meglio crede e desidera....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina