1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. rospan

    rospan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve, pongo un quesito : premesso che il gratuito patrocinio non si possa ottenere se non al di sotto di un tetto ( se non erro 10.000,00 euro ) vorrei sapere quanto segue:

    - il cud si intende al lordo o al netto ?
    - dall'importo preso in considerazione per valutare la possibilità di accedere al grat patr., si detraggono eventuali cifre di trattenute con finanziarie, e/o pignoramenti c/o terzi ??

    Grazie
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La denominazione corretta è "patrocinio a spese dello Stato".
    Non deve superare 10.766,33 euro.
    Il valore da considerare è il "reddito imponibile ai fini dell'imposta personale sul reddito, risultante dall'ultima dichiarazione".
    Se l'interessato convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla
    somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente della famiglia, compreso l'istante.
    Ai fini della determinazione dei limiti di reddito, si tiene conto anche dei redditi che per legge sono esenti dall'imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) o che sono soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d'imposta, ovvero a imposta sostitutiva.
    Si tiene conto del solo reddito personale quando sono oggetto della causa diritti della personalità, ovvero nei processi in cui gli interessi del richiedente sono in conflitto con quelli degli altri componenti il nucleo familiare con lui conviventi.
    In caso di richiesta relativa a procedimento penale i limiti di reddito sono elevati di 1.032,91 euro per ognuno dei familiari conviventi.
    Sempre per i procedimenti penali, vi sono casi (soggetti già condannati con sentenza definitiva per alcuni reati) per cui il reddito si ritiene superiore ai limiti previsti, indipendentemente da quanto è stato dichiarato. Quindi il patrocinio non viene concesso.
    Vi sono altri casi in cui si può essere ammessi al patrocinio anche in deroga ai limiti di reddito previsti (persone offese da determinati reati).
     
    A frizz10, rospan e Avvocato Luigi Polidoro piace questo elemento.
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Tiene conto anche se un figlio che non riesce a vivere da solo e rientra in famiglia con un reddito di 6000,00 €. che fa cumulo con il tuo, che fregatura, se ti salta anche l'esenzione del ticket
     
    A frizz10 e rospan piace questo messaggio.
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No.
    Tutti i soggetti, pur conviventi, che dispongono di redditi propri per un importo superiore a 2.840,51 euro, costituiscono, con l'eccezione del coniuge, nuclei familiari a quei fini autonomi.
     
    A frizz10 piace questo elemento.
  5. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Questi dati numerici sono validi anche per tutte le altre varie relazioni con lo stato o solo per questi fini? Ovvero, nella stessa casa vi possono essere diversi nuclei familiari autonomi pur essendo consanguinei?
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il nucleo familiare ai fini dell'esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria è cosa diversa dalla famiglia anagrafica. Coincide invece con il nucleo familiare fiscale.
    Sì. Unica famiglia anagrafica, ma distinti nuclei familiari. E la definizione del "nucleo familiare" dipende dal procedimento interessato. Ai fini dell'ISE/ISEE è una cosa, ai fini "esenzione ticket" è un'altra, ecc.
     
    A rospan piace questo elemento.
  7. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie per la precisazione
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    vai a diglielo alla ASL e vedi cosa ti rispondono?
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quando imparerai (tra altre cose) a "citare" (nelle parti strettamente necessarie) i messaggi ai quali rispondi? Almeno si capirebbe a chi e a che cosa stai rispondendo.
     
  10. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    I romani troncano parecchio. Dirglielo. Vai deve essere seguito dall'infinito. Altrimenti sono due presenti: vai e diglielo tu all'asl e scoprirai dalle risate come stanno le cose. (Grazie. Nemesis me l'ha risparmiato)
     
  11. rospan

    rospan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Sono rivolte a tutti quelli che a tavolino rispondono con facilità alle cose , ma in concretezza bisogna essere sul campo e viverle, per arciera confermare un critica è facile, portarla a termine e diverso, (sempre sul campo sottointeso e naturalmente)
     
  13. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Credo che una volta che le idee siano chiare, anche le decisioni possano diventare immediate. Il compito di questo forum, come di tutti gli altri, è schiarire le idee, risolvere dubbi. Quando si riesce, non sempre, ad andare oltre ogni ragionevole dubbio il compito è assolto e a chi di dovere non resta altro che agire.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina