• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Buongiorno. Due quesiti. @Nemesis ecc: ci siete?

Premessa: su una comproprietà (io, mio figlio, mia cognata) sono stati eseguiti consistenti lavori straordinari (manutenzione straordinaria e frazionamento). I bonifici di pagamento sono stati emessi indicando sempre come beneficiari delle detrazioni tutti i tre comproprietari.

1) Nel caso di mio figlio, risulta non avere sufficiente capienza di reddito: le detrazioni supererebbero l'imposta lorda: l'imposta netta non può diventare negativa, e si dovrebbe indicare come risultato , ZERO.
Il primo problema sta nel fatto che il campo dell'Imposta netta, non risulta editabile, così pure quello Differenza: il sw non porta a zero il campo e lo lascia non compilato.
Come si supera la questione?. Non ha senso inviare la dichiarazione con i due campi non compilati.

2) I pagamenti, effettuati a priori, prevedevano l'indicazione di tutti i comproprietari: è ancora possibile attribuire a mio carico (come di fatto è avvenuto .... non solo per alcune voci) alcune spese / detrazioni alcune voci nominalmente attribuibili a mio figlio? Le fatture sono sempre indirizzate a tutti e tre. Per inciso mio figlio vive ed abita con me: e i lavori sono vari ed identificabili separatamente (interventi strutturali su due particelle diverse, un rifacimento tetto, un frazionamento).
 

casanostra

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Salve basty, penso che il sw interpreti il campo numerico vuoto come zero. Io mi sono trovato nella condizione di indicare zero, colonna 6 quadro RB (canone di locazione), in quanto totalmente non percepito per morosità, ho provato a mettere zero ma mi dava errore, lasciandolo in bianco l'errore è sparito.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Occhio che anche in caso di morosità devi dichiarare il canone che "avresti dovuto percepire". Solo quando è convalidato lo sfratto, ed è una locazione abitativa, puoi trattare lmmobile come sfitto
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Tornando al mio problema, il campo imposta netta è "calcolato": il sw dovrebbe scrivere zero, invece rimane non compilato
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Salvata, chiusa e stampata: campo non compilato.
Al solito bisogna spesso aggirare gli ostacoli. Ho provato ad eliminare una voce di detrazione( vedi domanda 2) : niente da fare; una volta compilato un rigo non puoi eliminarlo; se lo cancelli ti dice campo non compilato. Unica soluzione è eliminare tutto il foglio. E riscrivere il restante
 

casanostra

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Occhio che anche in caso di morosità devi dichiarare il canone che "avresti dovuto percepire". Solo quando è convalidato lo sfratto, ed è una locazione abitativa, puoi trattare lmmobile come sfitto
Si basty ne sono a conoscenza, la morosità è iniziata a gennaio del 2017 la sentenza di convalida dello sfratto è dell'ottobre 2017 quindi abbondantemente entro i termini di presentazione della dichiarazione e la locazione è abitativa.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Salve basty, penso che il sw interpreti il campo numerico vuoto come zero. Io mi sono trovato nella condizione di indicare zero, colonna 6 quadro RB (canone di locazione), in quanto totalmente non percepito per morosità, ho provato a mettere zero ma mi dava errore, lasciandolo in bianco l'errore è sparito.
Suppongo avrai impostato il codice di non locato o quello specifico (che non ricordo): non compili il campo, ma quando confermi, nella stampa viene trattato come i non locati.
Il mio caso è diverso: in caso di detrazioni > della imposta lorda aritmeticamente lla netta sarebbe negativa: non essendo ammessa , le istruzioni prevedono di imporre zero: cosa che il SW non fa.


Piuttosto cosa mi dici riguardo alla possibilità di attribuire a me la quota nominalmente spettante a mio figlio?
In teoria so che è possibile estendere la compartecipazione alle detrazioni anche ai soggetti che ne hanno diritto, pur non essendo indicati nel bonifico: non ho invece mai letto se vale anche il viceversa: cioè sul bonifico ho indicato tutti i comproprietari. Ma nella pratica sarebbe opportuno far detrarre solo a me.
(per inciso nella realtà non avrei nemmeno dovuto citare mio figlio: le spese le ho sostenute sempre io)
 

casanostra

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Il secondo quesito sarebbe da approfondirlo, in effetti la normativa dice che tutti possono detrarre se ne hanno titolo ma bisogna capire se la quota che poteva essere detratta dal singolo può essere dirottata verso l'effettivo pagatore.

Per quanto riguarda l'esposizione della morosità ti scrivo in privato e ti faccio l'esposizione dei fatti e come ho dichiarato l'immobile.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma nella pratica sarebbe opportuno far detrarre solo a me.
(per inciso nella realtà non avrei nemmeno dovuto citare mio figlio: le spese le ho sostenute sempre io)
Andava indicato chi pagava...e comunque se hai pagato tu l'intera quota... tu detrai.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
Alto