1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Boss05

    Boss05 Membro Junior

    Professionista
    Ciao a tutti,

    Avrei bisogno di reperire la tabella delle superfici massime e minime del vano catastale di Torino. Queste tabelle variano da comune a comune e a seconda della categoria ma è molto difficile trovarle su internet a anche all'interno della stessa Agenzia del Territorio (manco fosse un segreto di stato!!).
    Quindi chiedo a voi se qualcuno ha questa tabella (o sa dove posso reperirla facilmente) perfavore di metterla a disposizione di me e di tanti altri che sicuramente ne avranno bisogno.

    Grazie, ciao
     
  2. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sono pasquale D.I. anch'io in Torino (vedi anche dibattito sull'IMU).
    Sono interessato al quesito posto dal concittadino Boss05 perchè
    l'Agenzia del Territorio non mi ha voluto correggere la consistenza
    di un piccolo alloggio accatastata sin dall'inizio con vani tre e mezzo,
    mentre in realtà sono solo due stanze + servizi; motivo addotto:
    i vani catastali sono diversi da quelli commerciali!!! Col risultato
    di dover pagare una IMU seconda casa (locata regolarmente) pari
    a euro 1.418 mentre l'anno precedente avevo pagato come ICI euro
    570...Mi rivolgo ai Senior fa cui jerry 48 per ribadire che nonostante il mio caso sia il più penalizzato (sono inquilino da 50 anni, ho una prima piccola vera seconda casa in montagna....una seconda di proprietà (nuda)di mia figlia che la abita da sempre con mio usufrutto "PASSIVO" E QUINDI IMU SECONDA CASA, e
    la terza di cui sopra, che porta a un totale di tre seconde case senza nessuna "prima"....Sic!!!), L'IMU ex ICI ha i requisiti per essere accettato nel suo pricipio di base. E' sul come e sul quantum che va impostata una dura contestazione per una giusta ed equa revisione correttiva. Ritornando al quesito sui vani catastali di Torino, non ho molte speranze...ma Mai dire mai!!. Cordialmente. Pasquale D.I.
     
  3. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    boh : sicuramento l'ufficio del catasto in Comune dovrebbe saperne qualcosa ......e' matematicamente certo che chi gestisce il catasto non possegga questi parametri (anche se in Italia potrebbe succedere anche questo) !
     
  4. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    scisa : " e' matematicamente certo che chi gestisce il catasto non possa non essere in possesso di.....
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Strano non ci sono altri torinesi in collegamento^????
     
  6. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    adime : questa non l'ho capita ......vogliamo indire una manifestazione tutta torinese ?
     
  7. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ai sensi di quanto previsto dagli articoli 45 e 46 del DPR 1 DICEMBRE 1949 N. 1142, il calcolo della consistenza catastale delle unità ordinarie appartenenti al gruppo A, avviene conteggiando: un vano utile per ogni locale ordinario che abbia destinazione principale (camera, stanza, salone ecc.); un terzo di vano per gli accessori diretti (ingresso, corridoio, bagno, ripostiglio, dispense e simili); un quarto di vano per gli accessori complementari (cantine, soffitte, stenditoi e simili); un terzo di vano i locali senza luce diretta o di superficie inferiore al minimo, rilevato negli usi locali, dal regolamento edilizio.
    In particolare le superfici considerate minime sono generalmente di metri quadrati 8 per le categorie A4 e A5; metri quadrati 9 per le categorie A3 e A2 e A7; metri quadrati 10 per le categorie A1 A9 A10.
    In ogni caso queste misure devono essere richieste all'agenzia del territorio competente, poichè possono variare nelle varie zone censuarie. Saluti.
     
    A hanton21 piace questo elemento.
  8. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mille grazie a ESSEZETA 67. Ai due vani del piccolo alloggio aggiungo
    0,33 del bagno + 0,25 x la cantina; totale due vani virgola 0,58....
    Ciò nonostante, invece di arrotondare per difetto, hanno preferito per eccesso....AMEN!!! Codialmente. P.D.I.
     
  9. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    l'ennesima dimostrazione che il conteggio dei vani è obsoleto, lo è almeno da 40 anni, speriamo si arrivi finalmente ad utilizzare parametri più seri, se ne parla dal 1985
     
  10. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Perchè secondo te che dimensione devono avere i vani al giorno d'oggi oppure che caratteristiche devono avere i vani "moderni"??? A me sembra che le dimensioni minime siano coerenti con gli appartamenti che costruiscono in questo periodo.....
     
  11. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    semplicemente si dimostra, con l'osservazione di chi ha aperto il post che contaggiare col vano utile non funziona bene, basterebbe utilizzare il mq, secondo il criterio che applica il DOCFA
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    ogni regione applica le convenzioni che hanno con il sindacato inquilini, pertanto se non hai quelle convenzioni sotto mano, le risposte saranno sempre vaghe per chi non appartiene a quella regione, per hanton il mio riferimento hai torinesi si riferiva a questo . ciao
     
  13. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non vedo cosa c'entrano gli inquilini con l'accatastamento dei fabbricati.....
     
  14. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Esiste una convenzione tra proprietà e inquilini che determina le misure min. e max. se non hai e possiedi quelle misure non puoi determinare quanti vani da accatastare
     
  15. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    non credo che il catasto, gestito dall'Agenzia del Territorrio, quindi dal Ministaro delle Finanze, conosca e si riferisca agli accordi tra le proprietà e gli inquilini per ogni regione
     
  16. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Giusto! Come si fa a sapere se dopo l'accatastamento l'immobile rimane vuoto oppure viene affittato oppure viene utilizzato dal proprietario: all'agenzia del territorio non interessa di certo.
     
  17. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    non è l'agenzia del territorio che deve sapere queste concenvenzioni, ma i tecnici estensori che devono predisporre questi accatastamenti e determinare i vani e/o i mezzi vani
     
  18. griz

    griz Membro Senior

    Professionista

    che i tecnici propongano, è vero ma solitamente è il programma DOCFA che fa il conteggio, il tecnico ha la discrezionalità di aggiustarlo ma io di queste convenzioni non ho mai sentito parlare e di accatastamenti e variazioni ne ho fatte veremente tanti
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  19. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    vai nelle associazioni degli inquilini e vedrai quante ne hanno e sono tutte state discusse per mesi nel periodo dell'equo canone, prima che le associazioni degli inquilini e della proprietà le accettassero firmassero
     
  20. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa

    devi aggiungere anche 0,33 dell'ingresso che ci sarà sicuramente:idea:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina