• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Andrea93

Nuovo Iscritto
Conduttore
Buongiorno,
Dopo 2 anni dalla chiusura del mio contratto di locazione presso l'appartamento del mio vecchio locatore, quest'ultimo mi inoltra una lettera di accertamento che gli è pervenuta. Tale accertamento riguarda la TARES/TARI degli anni(3anni) in cui sono stato conduttore (insieme ad alti inquilini) dell'appartamento in oggetto.
Premessa, nessuno degli inquilini è stato residente nell'alloggio in questione.

Durante la nostra permanenza non ci è mai arrivato alcun avviso né dal locatore nè dal comune o chi per essi.
Essendo il mio primo contratto di locazione non ero a conoscenza di eventuali registrazioni o etc., pertanto ogni volta che è arrivata una bolletta abbiamo sempre pagato senza porci domande riguardanti la tassa rifiuti.
Nel contratto di locazione è presente il riferimento alla "tabella oneri accessori" dove esplicita a chi spettano le varie spese.

La lettera di accertamento è arrivata alla padrona di casa che presumo fosse anche la intestataria di TARES/TASI.

A questo punto ci chiediamo se dobbiamo pagare noi la somma chiesta nella lettera di accertamento(circa 4/5k che scontati ad 1/3 sono 2.5k) o possiamo appellarci a qualcosa e non pagare?
RIPETO, NON CI E' MAI STATA NOTIFICATA ALCUNA RICHIESTA DI PAGAMENTO DI QUESTE TASSE NEGLI ANNI IN CUI SONO STATO IN QUELL'APPARTAMENTO. Qualsiasi bolletta di utenza che ci è pervenuta l'abbiamo sempre pagata.

GRAZIE MILLE.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
RIPETO, NON CI E' MAI STATA NOTIFICATA ALCUNA RICHIESTA DI PAGAMENTO DI QUESTE TASSE NEGLI ANNI IN CUI SONO STATO IN QUELL'APPARTAMENTO.
Si sarebbe capito anche se non avessi usato tutte lettere maiuscole, il che equivale a "urlare".
Ciò premesso, eri il soggetto passivo del tributo ed eri tenuto a presentare al comune la dichiarazione di occupazione dei locali entro il termine del 30 giugno dell'anno successivo alla data di inizio della tua detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al tributo.
 

Andrea93

Nuovo Iscritto
Conduttore
Si sarebbe capito anche se non avessi usato tutte lettere maiuscole, il che equivale a "urlare".
Ciò premesso, eri il soggetto passivo del tributo ed eri tenuto a presentare al comune la dichiarazione di occupazione dei locali entro il termine del 30 giugno dell'anno successivo alla data di inizio della tua detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al tributo.
Grazie! Ho scritto in maiuscolo per marcare quello che secondo me è importante.
Sapresti darmi un documento ufficiale dove poter leggere quello che mi stai confermando?
Inoltre mi sembra alquanto negligente non comunicare ai conduttori che stai ricevendo tari e non notifichi che a tuo nome arrivi una tassa che dovremmo pagare noi.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Tale accertamento riguarda la TARES/TARI degli anni(3anni) in cui sono stato conduttore
La Tares/Tari è la tassa comunale rifiuti, che deve essere pagata da chi occupa o detiene a qualsiasi titolo un'unità immobiliare.
Non rileva il fatto che l'occupante sia residente oppure no.

Quindi per il periodo in cui tu e le altre persone avete condotto in locazione quell'appartamento, la tassa deve essere pagata da voi.

All'inizio della locazione avreste dovuto presentare in Comune la dichiarazione iniziale, e quella di cessazione quando avete rilasciato l'appartamento.
Non avete ricevuto notifiche dal Comune proprio perché non avete presentato la dichiarazione.
Dispiace che non vi siate informati in merito quando avete locato l'appartamento, e che la proprietaria non vi abbia avvisati!

Qui potete leggere il regolamento Tari del Comune di Torino:
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
eri tenuto a presentare al comune la dichiarazione di occupazione dei locali entro il termine del 30 giugno dell'anno successivo alla data di inizio della tua detenzione dei locali
Il Comune di Torino richiede che la dichiarazione iniziale venga presentata entro 90 gg dalla data di inizio di possesso o detenzione dei locali.
Ogni Comune può fissare una scadenza diversa da quella che hai scritto tu?

Io come proprietaria/locatrice, per evitare fraintendimenti e problemi tipo quello citato da @Andrea93 , compilo la dichiarazione Tari, la faccio firmare dall'inquilino, allego fotocopia della sua carta identità e codice fiscale, e la invio contestualmente alla stipulazione del contratto di locazione.

 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
La lettera di accertamento è arrivata alla padrona di casa che presumo fosse anche la intestataria di TARES/TASI.
Allego la tabella del Comune di Torino "chi paga cosa" relativa alle tasse comunali.

Il tuo caso è quello di abitazione affittata da inquilino non residente: come puoi vedere la Tari è appunto a carico dell'inquilino.
L'asterisco nell'ultima colonna riporta ad una nota, che dice: "Il proprietario di un fabbricato concesso in locazione a persone non residenti ha la FACOLTA' di intestarsi la Tari al posto degli inquilini.

Potrebbe essere il caso tuo e della tua proprietaria.
In tal caso non è chiaro perché la proprietaria non ha ricevuto (e pagato, addebitando poi i relativi importi a voi inquilini) i bollettini della Tari durante i 3 anni della vostra locazione.
Prova a chiederglielo; facendole notare che se avesse pagato regolarmente ogni anno alle scadenze indicate, ora non avrebbe ricevuto l'accertamento con l'addebito (presumo) di interessi e sanzioni.
 

Allegati

Andrea93

Nuovo Iscritto
Conduttore
Allego la tabella del Comune di Torino "chi paga cosa" relativa alle tasse comunali.

Il tuo caso è quello di abitazione affittata da inquilino non residente: come puoi vedere la Tari è appunto a carico dell'inquilino.
L'asterisco nell'ultima colonna riporta ad una nota, che dice: "Il proprietario di un fabbricato concesso in locazione a persone non residenti ha la FACOLTA' di intestarsi la Tari al posto degli inquilini.

Potrebbe essere il caso tuo e della tua proprietaria.
In tal caso non è chiaro perché la proprietaria non ha ricevuto (e pagato, addebitando poi i relativi importi a voi inquilini) i bollettini della Tari durante i 3 anni della vostra locazione.
Prova a chiederglielo; facendole notare che se avesse pagato regolarmente ogni anno alle scadenze indicate, ora non avrebbe ricevuto l'accertamento con l'addebito (presumo) di interessi e sanzioni.
Grazie mille.
Sì, è una situazione strana perché se non sono mai arrivati bollettini in quell'appartamento e nemmeno nelle nostre normali residenze mi viene da pensare che siano arrivate alla proprietaria ma non le abbia mai pagate(non capisco il perché) e non ci abbia mai informato di tali bollettini da pagare.

Prima di rivolgermi direttamente alla proprietaria volevo capire meglio la situazione per non rimanere incastrato con le mie stesse parole.

Oltretutto volevamo un po' capire come realmente procedere essendo in ballo molti soldi.
Ci sembra ingiusto pagare così tanto per una negligenza del locatore che non ci ha invitato a pagare i bollettini a lui arrivati.

Dobbiamo capire se questa negligenza possa essere un perno per poter ribaltare questa situazione. Ovviamente con documenti ufficiali e non cose prese sui forum. Per questo vi ringrazio per i link che mi avete girato.
Se avete ulteriori delucidazioni tecniche vi sarei grato.
In ogni caso vi aggiornerò per poter avere una soluzione ad un caso come il mio.
 

Aidualc

Membro Ordinario
Professionista
Resta fermo il fatto che il tributo spettava a voi e la legge non ammette ignoranza.
Dispiace che la proprietaria non vi abbia avvisati, ma in ogni caso spetta a voi.
Nel comune dove opero stanno arrivando in questo periodo parecchi accertamenti relativi a 2-3 anni passati, anche per Tari mai richiesta, quindi può darsi che sia così anche nel tuo.
 

Andrea93

Nuovo Iscritto
Conduttore
Resta fermo il fatto che il tributo spettava a voi e la legge non ammette ignoranza.
Dispiace che la proprietaria non vi abbia avvisati, ma in ogni caso spetta a voi.
Nel comune dove opero stanno arrivando in questo periodo parecchi accertamenti relativi a 2-3 anni passati, anche per Tari mai richiesta, quindi può darsi che sia così anche nel tuo.
Sì, frase mai più azzeccata per la legge.
Però mi sembra strano che non arrivi nulla a nessuno per 3/4 anni... E se fosse arrivata alla padrona di casa credo che non sia molto "legale" che non la paghi e/o non notifichi ai diretti interessati che eventuali avvisi riguardino loro. Questo senz'altro non è normale. No?
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Ci sembra ingiusto pagare così tanto per una negligenza del locatore che non ci ha invitato a pagare i bollettini a lui arrivati.
Per prima cosa è necessario appurare se i bollettini sono arrivati al locatore.

Formulo le seguenti ipotesi.

1) Prima dell'inizio della vostra locazione la casa era affittata ad un altro inquilino, che quando è andato via ha presentato in Comune la dichiarazione di cessazione. Poi siete arrivati voi e non avete volturato la Tari a vostro nome.
Se è così, è logico che il Comune non abbia inviato a nessuno i bollettini durante quei tre anni. Ed ora si rivolge alla proprietaria (come puoi vedere dall'allegato, sul modello dichiarazione Tari bisogna scrivere anche il nome del proprietario dell'immobile).

2) L'appartamento era occupato dalla proprietaria o sfitto (anche gli immobili sfitti pagano la Tari se vi sono allacciamenti energia elettrica-gas-acqua).
Quando è stato locato a voi, la proprietaria ha comunicato al Comune la cessazione Tari a suo nome, senza avvisarvi che dovevate presentare la dichiarazione iniziale.

In questi due casi la proprietaria, non avendo ricevuto i bollettini durante i tre anni in cui voi eravate conduttori, non poteva e non doveva pagare la Tari.
Non aveva neppure l'obbligo di informarvi (però secondo me ha fatto male a non dirvi nulla) e adesso voi dovete pagare la tassa e le sanzioni.

Se invece ricorre il caso di cui al mio post n. #6 (Tari intestata al locatore che affitta l'immobile a inquilini non residenti) la proprietaria doveva ogni anno pagare il bollettino intestato a lei e chiedervi il rimborso della tassa.
Se non l'ha fatto, ritengo doveroso che ora voi paghiate la tassa e lei sanzioni e interessi.
 

Allegati

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Nel comune dove opero stanno arrivando in questo periodo parecchi accertamenti relativi a 2-3 anni passati, anche per Tari mai richiesta, quindi può darsi che sia così anche nel tuo.
Confermo che è così anche a Torino.

Il Comune invia accertamenti Tari sia per annualità non pagate, sia perché ritiene che le superfici degli immobili dichiarate ai fini Tari dagli occupanti siano sbagliate. E addebita al contribuente la differenza di tassa per i mq. "evasi".
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
capire come realmente procedere essendo in ballo molti soldi.
La Tari è calcolata in base alla superficie dell'immobile e al numero di occupanti.
Per superficie imponibile si intende quella calpestabile, e comunque non inferiore all'80% della superficie catastale (che la proprietaria può verificare con una visura dell'appartamento).

Prima di pagare controllate attentamente i mq. e il numero delle persone indicati nell'accertamento.
E' già capitato che il Comune "sbagli" questi due dati. Ovviamente a suo vantaggio...
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Ci sembra ingiusto pagare così tanto per una negligenza del locatore che non ci ha invitato a pagare i bollettini a lui arrivati.
Negligenza del locatore?! Il tributo spettava a Voi che avete occupato l'immobile, ragione per cui se non avete fatto la dichiarazione di inizio occupazione presso gli uffici Tari, la colpa è solo Vostra. Il locatore (corretto su segnalazione di Nemesis perché avevo scritto per sbaglio locatario) non è il Vostro tutore legale, e non ha alcun obbligo di dirVi in dettaglio quali dichiarazioni dovete fare e quali tasse dovete pagare.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Quando è stato locato a voi, la proprietaria ha comunicato al Comune la cessazione Tari a suo nome, senza avvisarvi che dovevate presentare la dichiarazione iniziale.
Esatto! E in questo caso, la bolletta non arriva a nessuno, fermo restando l'obbligo degli occupanti di fare la dichiarazione di inizio occupazione dichiarando quanti sono, presso gli uffici Tari preposti a raccogliere tale dichiarazione. E fermo restando che la proprietà - ripeto - non è il tutore dei locatari, quindi può anche non dire nulla di queste tasse, ben sapendo che spettano ai locatari.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Per prima cosa è necessario appurare se i bollettini sono arrivati al locatore.
Credo che legalmente non sia necessario fare questa verifica.
Legalmente basta individuare chi doveva pagare il tributo => i locatari senza ombra di dubbio.
Anche perché i bollettini vengono inviati con POSTA NON TRACCIATA alias POSTA MASSIVA.
Quindi il locatore può benissimo affermare di non averli mai ricevuti a causa di un disguido delle Poste. E non gli si può dare torto.
Non hai idea di quante bollette TARI arrivano nel mio palazzo a Roma, di gente che neanche ci abita => tutte cestinate immediatamente, senza ulteriori indugi.
La percentuale di dispersione di tali bollette è altissima perché non sono tracciate.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Legalmente basta individuare chi doveva pagare il tributo => i locatari senza ombra di dubbio.
A Torino vi è la particolarità che ho segnalato nel mio post n. #6, che può riguardare @Andrea93 in quanto conduttore non residente (vedi post n. #1).

"Il proprietario di un fabbricato concesso in locazione a persone non residenti ha la FACOLTA' di intestarsi la Tari al posto degli inquilini.
Se era questa la situazione di @Andrea93 e della sua locatrice, allora la proprietaria ha ricevuto annualmente il bollettino dal Comune in quanto intestataria della Tari.
Doveva pagarlo entro la scadenza e chiedere il rimborso agli inquilini.

Quando l'intestatario della Tari (relativa ad un immobile locato a persone non residenti) è il proprietario/locatore, se non paga è lui l'evasore. E riceve l'accertamento a suo nome.
Quando lo riceve deve pagare quanto richiesto dal Comune. A mio parere può recuperare dagli ex inquilini la tassa, ma non le sanzioni e interessi!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Le richieste non devono essere pubblicate nel box. Questo box può essere utilizzato per indicare una frase di accompagnamento ai messaggi.
Mi auguro che tutto questo un giorno finirà e che ci butteremo alle spalle questa triste vicenda.
Sognatrice '80
Alto