• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

lucy07

Membro Attivo
Proprietario Casa
salve
la tassa di registro annuale, per legge, va corrisposta a metà tra conduttore e locatore (nel senso che è in solido e va corrisposta per intero? se non viene versata cosa succede? lo stato si rifà sia sul locatore che sul conduttore e in egual misura?
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
In solido significa che l'Agenzia delle Entrate può chiedere l'intero importo indifferentemente a ciascuna delle due parti.
 

lucy07

Membro Attivo
Proprietario Casa
cioè a sua discrezione ? dunque al locatore immagino
nel senso che all'Agenzia delle Entrate non interessa chi paga ( quello è una questione tra le parti) .....
ma che si paghi
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
E se non c'è dialogo fra le parti, il terzo gode con "furbizia", incassando da entrambi! E poi vaglielo a chiedere!
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
No. La tassa è una. Ma la Agenzia delle Entrate manda l’avviso a entrambi gli obbligati. Che, se non si coordinano e non si parlano....
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
a sua discrezione ? dunque al locatore immagino
Per la mia esperienza, posso dire che quando c'è un problema relativo all'imposta di registro annuale (nei miei casi era stata pagata regolarmente, ma l'Ag. Entrate non aveva fatto l'abbinamento col contratto di locazione quindi il pagamento risultava non effettuato) l'Agenzia invia la raccomandata al locatore.

Comunque se anche il conduttore riceve comunicazione di qualche irregolarità, penso sia veramente poco probabile che provveda subito al pagamento senza contattare il suo locatore.
Sapendo che solo il 50% dell'imposta di registro è a suo carico, normalmente telefona al locatore per chiarimenti.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Comunque se anche il conduttore riceve comunicazione di qualche irregolarità, penso sia veramente poco probabile che provveda subito al pagamento senza contattare il suo locatore.
Sapendo che solo il 50% dell'imposta di registro è a suo carico, normalmente telefona al locatore per chiarimenti.
Ciò non toglie che l'operazione riveli un dubbio di onestà!
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
un dubbio di onestà!
Non ho capito chi avrebbe quel dubbio; e dell'onestà di chi si dovrebbe dubitare. Considerando che certi addebiti sono errori dovuti al malfunzionamento dei meccanismi dell'Agenzia delle Entrate.

Generalmente l'imposta di registro annuale viene versata dal locatore (che è il soggetto che effettua la registrazione del contratto e si occupa degli adempimenti successivi). Il locatore chiede al conduttore il rimborso del 50% e gli consegna copia del versamento effettuato.

Sono anche possibili altri accordi, tipo che se ne occupi il conduttore, ma il versamento deve essere unico.
Se l'Agenzia delle Entrate rileva un'anomalia e la comunica ad una delle parti (o ad entrambe), logica vuole che i due soggetti approfondiscano l'argomento prima di (ri)pagare il dovuto.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Non ho capito chi avrebbe quel dubbio; e dell'onestà di chi si dovrebbe dubitare.
Evidentemente mi riferisco al comportamento della comunicazione che viene inviata alle parti, richiedendo ad entrambi il pagamento della tassa di registro che se ottemperassero senza consultarsi, lo Stato incasserebbe il doppio del dovuto, ben sapendo che per richiedere la restituzione di una quota si dovrà affrontare un onere superiore all'importo richiesto, oltre al tempo da dedicare.
E se non c'è dialogo fra le parti, il terzo gode con "furbizia", incassando da entrambi! E poi vaglielo a chiedere!
Ciò non toglie che l'operazione riveli un dubbio di onestà!
Non certamente delle parti!
 

lucy07

Membro Attivo
Proprietario Casa
concordando con il conduttore una riduzione del canone ,per sei mesi, (causa covid 19,) partendo da marzo e registrando il tutto ....,ora(maggio) essendo in scadenza l'annualità 2020 quale sarebbe l'importo dell'F24 da versare ,ormai successivamente, secondo voi ? a parte in più il ravvedimento operoso ...ovvio
 

lucy07

Membro Attivo
Proprietario Casa
il conduttore non ha versato i canoni.....l'annualità scadeva a maggio , ma non è stata versata ;se ora si registra la riduzione del canone con decorrenza però marzo 2020 ( ciò e possibile ,si può registrare anche dopo) mi confermi che comunque la tassa di registro va versata in base al canone originario.... anche se in realtà i canoni pagati saranno inferiori?
 

lucy07

Membro Attivo
Proprietario Casa
ok....nel senso che l'accordo doveva essere fatto prima della scadenza dell'annualità, cioè prima di maggio, anche se poi viene registrato successivamente.....
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, ho una questione da porvi per chi mi può aiutare : nel condominio, l'impianto citofonico è stato sostituito da un cellulare. Tutte le comunicazioni dei portieri arrivano o tramite WhatsApp o per chiamata vocale. A questo punto, bisogna comunque versare indennità per conduzione di citofono o no? Grazie anticipatamente
perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Alto