1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. antoine

    antoine Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    vorrei versare una modesta somma di denaro (ed entrambe i miei 2 figli al fine di verificarne la loro capacità a sapere estrarre da un risparmio un possibile incremento di valore tramite un molto occulato investimento in borsa.
    alla mia richiesta di quando, come ed in che misura il fisco ne avrebbe tenuto conto il promotore finanziario ha con sicurezza risposto che alcuna tassa sarebbe stata applicata avendo precisato, sul modulo di versamento bancario, "quale prestito infruttifero" ??!! A me il buon senso dice che è altamente improbabile che sia così e chiedo sul ns blog una risposta possibilmente corredata di riferimenti di legge. grazie antoine
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Quanto modesta? Infatti ex art.783 Cc:
    "La donazione di modico valore che ha per oggetto beni mobili è valida anche se manca l’atto pubblico, purché vi sia stata la tradizione. La modicità deve essere valutata anche in rapporto alle condizioni economiche del donante."

    Allo stato attuale la legge italiana prevede che le donazioni a favore dei figli siano esenti da imposta sino ad € 1.000.000,00 (€ 1.500.000,00 se portatore di handicap) superato tal limite l'aliquota è del 4%. Se intende fare una donazione dovrà rivolgersi ad un notaio per il relativo atto pubblico (solo per il modico valore è escluso tale forma).

    Nel caso di un contratto di prestito infruttifero tra privati, pur potendo ricorrere alla semplice scrittura privata con data certa, si dovrà operare la registrazione del contratto ed il versamento della relativa imposta (3% di quanto dato a prestito)
    Unico modo per sfuggire a tal imposta: ex art. 1 lett. "a" della tariffa parte II Dpr 131/1986, è quello di predisporre un contratto di prestito tra privati perfezionatosi per corrispondenza (duplice invio di raccomandate A/R); infatti tal contratto è soggetto alla registrazione solo in caso d'uso (che non significa utilizzare il denaro).
    Saluti.
     
    A Elisabetta48 piace questo elemento.
  3. antoine

    antoine Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    grazie ollj, l'informazione mi è molto d'aiuto. saluti antoine
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina