• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

U

User_56610

Ospite
Aiutatemi a risolvere questo arcano. Mi hanno detto che se un genitore percepisce l'assegno di mantenimento per il figlio, l'assegno è esentasse. Se l'assegno di mantenimento è invece intestato direttamente al figlio maggiorenne è soggetto a tassazione IRPEF. Come mai? Il figlio, inoltre, non è più a carico, superando i 2840 euro e non può nemmeno richiedere il rimborso spese mediche, a meno che non siano spese sostenute privatamente per una patologia che prevede l'esenzione. E' corretto quanto mi è stato detto? Possibile non possa scaricarsi più le spese universitarie e le spese mediche? E' un'ingiustizia verso i redditi più bassi!
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Il figlio, inoltre, non è più a carico, superando i 2840 euro
Dal 1° gennaio 2019, per i figli di età non superiore a ventiquattro anni il limite di reddito complessivo è elevato a 4.000 euro.
non può nemmeno richiedere il rimborso spese mediche
Non deve richiedere il "rimborso" di quelle spese, ma deve indicarle nella sua dichiarazione dei redditi, e quindi godrà della prevista detrazione d'imposta.
 
U

User_56610

Ospite
Ho capito ma ha 27 anni, solo non mi spiego perché questa differenza tra genitore percipiente e figlio percipiente
 

Franz

Membro Attivo
Impresa
Non ho mai sentito questa cosa, ossia che se l'assegno di mantenimento per il figlio studente viene dato alla madre, non va dichiarato ai fini IRPEF, mentre invece se viene dato direttamente al figlio, allora lo stesso deve dichiararlo..

Normalmente l'assegno di mantenimento deve essere intestato alla madre, se questa convive con il figlio..
Però se il figlio si trasferisce altrove, magari per essere vicino all'università, allora si può chiedere al giudice di versare l'assegno direttamente al figlio(se la madre a ciò si oppone)

Ma è sempre un mantenimento verso il figlio che deve raggiungere l'indipendenza economica, quindi proprio non mi torna il fatto che se l'assegno è intestato al figlio, allora sempre dal figlio va dichiarato come reddito ai fini IRPEF.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Le richieste non devono essere pubblicate nel box. Questo box può essere utilizzato per indicare una frase di accompagnamento ai messaggi.
buonasera..allo stato attuale abito con mia madre ..sono disoccuppata.
Quando mia madre sarà defunta questa casa dovrò dividerla con mio fratello.
Mio fratello percepisce una pensione di invalidità e ha un amministratore di sostegno.
Nel corso di questi anni mia madre ha accumulato debiti e quindi in caso di successione si ripercuoterà sugli eredi.
io posso decidere di pensarci se accettare l'eredità?quanto tempo?
Alto