1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. farfallina

    farfallina Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno, ancorchè piovoso, a tutti i forumisti. Vorrei sapere, magari con riferimenti di legge se esistono, se l'imposta di registro del 9% su acquisto seconda casa viene calcolata sull'importo pagato al venditore oppure, qualora nell'atto notarile di compravendita venga indicato l'effettivo prezzo pagato, viene calcolata sulla rendita catastale.
    Un grazie a chi saprà illuminarmi
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sì. La parte acquirente può chiedere al notaio che la tassazione venga comunque effettuata sulla base del valore catastale.
    La norma applicabile è l'art. 1, comma 497 della legge n. 266/2005 (legge finanziaria 2006), che recita:
    In deroga alla disciplina di cui all'articolo 43 del testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131, e fatta salva l'applicazione dell'articolo 39, primo comma, lettera d), ultimo periodo, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, per le sole cessioni nei confronti di persone fisiche che non agiscano nell'esercizio di attività commerciali, artistiche o professionali, aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo e relative pertinenze, all'atto della cessione e su richiesta della parte acquirente resa al notaio, la base imponibile ai fini delle imposte di registro, ipotecarie e catastali è costituita dal valore dell'immobile determinato ai sensi dell'articolo 52, commi 4 e 5, del citato testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 131 del 1986, indipendentemente dal corrispettivo pattuito indicato nell'atto. Le parti hanno comunque l'obbligo di indicare nell'atto il corrispettivo pattuito. Gli onorari notarili sono ridotti del 30 per cento.
     
  3. farfallina

    farfallina Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Nemesis, molto chiaro. Non sapevo dell'onorario ridotto, ma tant'è di solito il notaio decide quanto vuole a prescindere
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La riduzione deve essere applicata non soltanto alla specifica voce "onorari", che costituisce solo un elemento di composizione della parcella notarile, ma al complessivo compenso notarile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina