1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. maurodx

    maurodx Nuovo Iscritto

    Salve, ho spedito una raccomandata a chi mi ha venduto l'immobile elecando i danni che la casa ha subito con il gelo di questo inverno (infiltrazioni, distacco intonaco ecc..).

    Volevo sapere se c'è un tempo massimo entro il quale il venditore è obbligato a rispondere.

    Grazie
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    A scanso di dubbi, la garanzia è in vigore per 10 anni solo se hai acquistato dall'impresa costruttrice e il tuo fabbricato è nuovo. Se tu avessi acquistato da un privato, un immobile usato, di solito ci si rifà ad una dicitura "visto piaciuto".
     
  3. maurodx

    maurodx Nuovo Iscritto

    il fabbricato è nuovo e il venditore è l'impresario che ha fatto costruire la casa.

    Aggiungo anche che la garanzia postuma decennale che ha fornito è praticamente inutile visto che la franchigia è minimo 5000€ o il 10% dell'importo.

    Quindi per "lavoretti" come il rifacimento di parte dell'intonaco, ecc... me li dovrei pagare tutti io?
     
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    No, il costruttore è responsabile di ogni danno piccolo e grande, la fidejussione a garanzia è una copertura che ha il costruttore. Tu richiedi l'intervento sui danni riscontrati, se poi non si fa vedere, fai una Raccomandata con ricevuta di ritorno, costituirà prova scritta della tua denuncia di danni.
     
  5. maurodx

    maurodx Nuovo Iscritto

    Ok, ma sulla copia della polizza c'è scritto che l'assicurato è il proprietario dell'immobile, quindi ho pensato che dal momento dell'acquisto sono diventato io il titolare della polizza, o sbaglio?

    Io comunque la raccomandata l'ho mandata all'impresario che da dieci giorni non si è fatto ancora sentire, nemmeno per telefono. Per questo chiedevo se ci sono dei tempi da rispettare (da parte sua).
     
  6. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    da quando hai inviato la raccomandata, se non ricordo male, non deve passare più di un anno; tra qualche mese se tutto tace puoi rivolgerti a un legale.
    Il titolare della polizza infatti sei tu, se il costruttore non adempie utilizzi la polizza e la compagnia si rivarrà sul costruttore; c'è da dire che la postuma generalmente copre per danni strutturali o gravi difetti di fabbricazione che comportano (o possono comportare) Gravi conseguenze....
    non penso che con un pò di mediazione e buone maniere il costruttore non risponda; in questi casi consiglio sempre prima un approccio verbale che una raccomandata che può "suonare" all'orecchio di chi la riceve troppo "imperativa" (anche se non hai torto)
     
  7. maurodx

    maurodx Nuovo Iscritto

    l'approccio verbale degli altri proprietari nei confronti del venditore si è rivelato un buco nell'acqua in tutti i casi in cui è stato necessario.
    Un proprietario ha deciso di pagare di tasca sua i lavori in casa sua per sistemare i danni, io vorrei provare a metterlo davanti alle proprie responsabilità..

    Un'anno mi pare un pò tantino però... tra un mese allora sentirò un legale..
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x maurodx prima di sentire un legale vedi di parlare col costruttore e dopo l'incontro se non produttivo puoi rivolgerti ad un associazione, come c.c.i.a.a. che ti saprà indicare la persona adatta per il tuo caso, un esperto che possa quantificarti i danni, hai sempre bisogno di una relazione del tecnico, x qualsia:daccordo:si strada vai a prendere ciao adimecasa
     
  9. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Fai redigere una perizia tecnica, descrittiva dei problemi riscontrati e di un preventivo di spesa, che allegherai alla nuova raccomandata, nella quale gli darai un termine perentorio di 15 gg. per provvedere alle riparazioni, diffidandolo contestualmente che in caso di omissione, ti vedrai costreto, tuo malgrado, ad agire per le vie legali, con consistente aggravio di spese a suo carico.
    Se ciò fallisse, rivolgiti ad un legale.
     
    A maurodx piace questo elemento.
  10. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    ovviamente è la strada giusta... ma tutti sappiamo cosa avuol dire intraprenderla (tempi e costi);
    i tribunali italiani sono strapieni di queste "causette"... considerando il fatto che non si è capito bene di quale entità sia danno...
    è sempre giusto far valere le proprie ragioni ma se il danno è lieve vogliamo a tutti i costi farne una questione di principi? :daccordo:
     
  11. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Questo è il percorso da seguire, se non lo percorri non potrai verificare l'esito stragiudiziale, poi, in caso negativo, sarà l'interessato a valutare, in ultima analisi, se riterrà opportuno o meno proseguire.
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta ai vari interventi non è detto che i tempi sono poi tanto lunghi, se hai la perizia tecnica in mano, rivolgiti alla camera di commercio della tua zona nel giro di qualche decina di gg. vieni convocato per il primo colloquio, e l'invito è esteso anche alla controparte, ciao adimecasa faccio parte della commissione camerale ed in questo periodo ci stanno riempiendo le giornate che avevamo libere per il diminuito e mancato lavoro in ufficio. ciao adimecasa

    dimenticato :daccordo::fiore:
     
    A maurodx e nuoviorizzonti piace questo messaggio.
  13. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x maurodx ricordati che con l'arbitrato della camera di commercio, sono molto veloci e non costa molto, e mi sembra che sia obbligatorio prima di rivolgersi al giudice ordinario ciao adimecasa :daccordo:
     
  14. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    La procedura di "mediazione" diventerà obbligatoria per alcune materie da marzo 2011. Si tratterà di un tentativo di conciliazione, il cui esito, ove venga accettata da entrambe le parti, avrà valore di titolo esecutivo. Nel caso in cui una delle parti non accetti, ciò potrà avere una ripercussione negativa, in termini di spesa, nella causa davanti al giudice ordinario.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina