1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. cosimo77

    cosimo77 Nuovo Iscritto

    Avrei bisogno di un consiglio
    dal 2001 mia madre ha in propieta indivisa con due sorelle un terreno di 2600 mq sul mare nel p.u.t.t. /c nei "territori costruiti" pero nel mio comune mancano i piani particolareggiati ora questo terreno ancora non e stata fatta la successione i geometri consigliano di aspettere ,ma non vado a pagare la mora e per quanto tempo una persona puo avere una propieta indivisa ,visto che ce disaccordo tra eredi? E come verra dichiarato questo terreno?
    Grazie in anticipo
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    la proprietà può restare indivisa a tempo indeterminato. non c'è nessun obbligo di scioglierla.
     
  3. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    La presentazione deve avvenire entro 12 mesi dalla data di apertura della successione, corrispondente, in genere, alla data di morte del contribuente;
    in successione il terreno sarà inserito per quote ereditarie (es. 2/4 madre, 1/4 e 1/4 figlie);
    io indicherei un prezzo medio considerando la mancanza dei piani particolareggiti, che presumo servano per stabilire cosa effettivamente può essere edificato e da qui il corretto valore di mercato (da inserire in futuro nel caso di vendita).
    il terreno in successione dev'essere indicato come da certificato di destinazione urbanistica rilasciato dal comune.
     
  4. aldo maione

    aldo maione Nuovo Iscritto

    a Cosimo. sono della stessa idea di Arianna e " nuoviorizzonti" ma l'argomento è vasto ed è soggetto agli strumenti urbanistici vigenti in quel Comune ed ai Regolamenti Edilizi. Spesse volte una superficie di mq. 2600 non è suscettibile di edificabilità o può diventare tale se gli strumenti urbanistici lo consentono. Spesse volte questi prevedono piani particolareggiati per aree minime di mq. 10.000 o utilizzazioni di aree inferiori solo nel caso che il terreno sia intercluso ed in questo caso viene consentito un planovolumetrico. Per argomentare necessitano nuovi dati tecnici del terreno.Per ora mi fermo qui ma ritengo che gli eredi se hanno interesse comune possono rivolgersi ad un professionista locale (Ing. Arch. o Geom) esperto in progettazioni e pianificazioni urbanistiche. Apriamo un dialogo e confrontiamoci grazie a tutti Aldo
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina