1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. manu4476

    manu4476 Nuovo Iscritto

    Salve a tutti, sono nuova del forum e avrei bisogno di un informazione o meglio qualche dritta.Tempo fa feci un compromesso solo tra privati (ossia una promessa di vendita) di un terreno agricolo ad un mio carissimo amico, il quale non era in grado di sostenere spese ulteriori per l'atto notarile.Successivamente questo amico costruì abusivamente una piccola casa su questo terreno (ne ero al corrente) e dichiarò ai vigili urbani che constatarono l'abuso, di essere stato lui a costruire sul terreno "ancora mio".
    A distanza di tempo vorrei sistemare questa situazione, in quanto il terreno non è piu mio da anni ed ora il mio amico è in condizioni economiche migliori.Però il geometra ci ha detto che non è possibile effettuare il rogito in quanto sul terreno sussiste questo fabbricato abusivo.Come posso comportarmi?Grazie in anticipo a chi vorrà aiutarmi
     
  2. grafio79

    grafio79 Nuovo Iscritto

    ciao, non sono preparato in materia, ma potresti provare a cambiare notaio, spiego, a dicembre scorso io e i miei fratelli abbiamo diviso una proprietà di mio padre, da premettere che non parlo di successione ma di donazione e successivo pagamento delle quote tra fratelli, quindi ci sono di mezzo dei veri e propri rogiti, questa proprietà è una casa di campagna e sul terreno insisteva anche un fabbricato abusivo e solo dopo la divisione è stato regolarizzato, non ci sono stati problemi nel fare la donazione da mio padre ai 5 figli, e non è stato un problema nemmeno fare i successivi 4 rogiti per vendere le singole quote al fratello che attualmente è unico proprietario dell'immobile, quindi si puo fare, ora non so se si puo fare regolarmente oppure è il notaio che ha chiuso un occhio, ma in ogni modo si fa
     
  3. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    chiedi al Comune se puoi condonarlo....oppure rivolgitio ad un geometra che faccia un progetto e presentalo in Comune per l'approvazione...facendo finta di costruirlo al momento : in alternetiva ti tocchera' demolirlo
     
  4. manu4476

    manu4476 Nuovo Iscritto

    Purtroppo la domanda al comune è già stata fatta ma nulla!!Loro ci vivono da tempo all'interno di questa "abitazione"...come faccio a fargliela demolire?Grazie comunque
     
  5. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    purtroppo non ci sono alternative, sopratutto: il comune, vista la procedura di accertamento dell'abuso che hai citato, dovrebbe procedere contro di te in primis e poi tu rivalerti sul tuo amico promissario acquirente
     
  6. manu4476

    manu4476 Nuovo Iscritto

    Bene...questo ci dimostra che a volte la troppa disponibilità diventa un problema!Ultima domanda, ma se trovassi un notaio disposto a stipulare ... potrebbe essere invalidato l'atto?
    Grazie ancora
     
  7. manu4476

    manu4476 Nuovo Iscritto

    Grazie scusa ma non avevo visto la tua risposta
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    direi che tecnicamente il notaio procede all'identificazione dei contraenti ed all'autentica delle firme sull'atto, è tenuto anche a verificare la reale disponibiità e condizioni del bene ceduto
    penso che se tutti e due vi recaste da un notaio spiegando bene il tutto, potrebbe anche essere che l'atto si possa fare e non credo nemmeno possa esere invalidato da qualcuno, chiaro che l'atto deve specificare bene tutta la storia e le responsabilità di ciascuno
     
  9. safoddis

    safoddis Membro Attivo

    Professionista
    Dovresti chiedere in comune se è possibile presentare un' accertamento di conformità ( in sanatoria)
     
  10. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    chiedi al notaio ! SE l'acqquirente ACCETTA ,con dichiarazione a parte e sempre notarile, di acquistare nello stato di fatto e diritto e dichiara di essere a conoscenza dell'inghippo,certamente la vendita si potra' fare : ricorda di specificare bene il diritto di "manleva" e cioe' il diritto di estraniarti da futuri inghippi che ,al contrario,l'acquirente accetta e si prende in carico
     
    A manu4476 piace questo elemento.
  11. manu4476

    manu4476 Nuovo Iscritto

    Ok proveremo così.Grazie ancora a tutti
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Ma se sei stata tu a denunciare l'abuso, cosa centra ora essere troppo buoni, quale disponibilità hai dato se l'hai denunciato
     
  13. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    adime : la conosci la canzone di Cico de Hollande quando recita :"...fai l'amico del nemico se ti servira'...." ?
    Quanta gente PRIMA ti querela poi....ti perdona ?
    di che' ti stupisci ?
     
    A bolognaprogramme piace questo elemento.
  14. manu4476

    manu4476 Nuovo Iscritto

    Ma chi ha mai scritto di averlo denunciato?Io non l'ho mai denunciato...non so dove tu l'abbia letto.In fase di abuso sono andati i vigili urbani e lui ha dichiarato di essere responsabile dell'abuso
     
  15. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    volevo scrivere io in tua difesa ma vedo che sei perfettamente in grado di farlo

    a volte si legge in modo affrettato e si commenta
     
    A manu4476 piace questo elemento.
  16. manu4476

    manu4476 Nuovo Iscritto

    Grazie tante del pensiero:risata:
     
  17. manu4476

    manu4476 Nuovo Iscritto

    Grazie Hanton21...terrò presente "...diritto di manleva...":)
     
  18. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    è vero la fretta crea di questi problemi e chiedo venia manu4476,:fiore::daccordo:
     
    A manu4476 piace questo elemento.
  19. manu4476

    manu4476 Nuovo Iscritto

    No problem:p
     
  20. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Purtroppo che io sappia di recente il condono è stato stoppato in Senato, più per motivi ideologici che non altro. Il condono in questo caso avrebbe potuto , pagando l'oblazione dovuta, permettere di pagare i soldi degli eventuali oneri non pagati + le penali e fare cassa al Comune ed al cittadino comunque di mantenere il suo edifico.

    Credo che non ci siano alternative alla demolizione, anche perchè se il terreno fosse stato edificabile si poteva forse discutere, ma su un terreno agricolo non sono consentiti usi diversi appunto da quelli agricoli.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina