1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pasaggio956

    pasaggio956 Nuovo Iscritto

    buongiorno,
    la questione è la seguente: il testatario ha fatto testamento olografo lasciando parte dell'immobile al nipote ( beneficiario) figlio del fratello gia deceduto da tempo. Ora il benficiario è morto prima della morte del testatario chi eredità al posto del nipote deceduto? la figlia e/o la moglie possono rivendicare la parte che sarebbe spettata al padre e al marito se ancora in vita?
    grazie della risposta
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La rappresentazione ereditaria (ex artt. 467 e 468 c.c.) opera solamente a favore dei discendenti dei figli e dei discendenti dei fratelli e delle sorelle del de cuius. Non opera se con il testamento viene istituito erede un soggetto diverso. Il testatore (non testatario) potrebbe però aver previsto tale evenienza (la premorienza di un chiamato alla sua eredità) e quindi aver indicato un'altra persona a cui sarà devoluta la quota che era destinata al nipote. Ma, dato che il testatore è ancora in vita, presumo che valuterà l'opportunità di redigere un nuovo testamento, che annullerebbe quello in discussione.
     
  3. pasaggio956

    pasaggio956 Nuovo Iscritto

    ok grazie per la risposta un poco tecnica ma ora se ho capito bene la parte di immobile che era del testatore, anche lui deceduto dopo la morte del beneficiario, va di conseguenza alla moglie e alla figlia.
    Non mi risulta ci siano stati altri testamenti che modificano la prima versione, quindi se ho capito bene l'immobile va di conseguenza alla moglie ed alla filglia del testatore ancora in vita.
    Per chiarire ancora, la moglie e la figlia del beneficiario (deceduto prima del decesso del testatore) indicato nel testamento hanno diritto all'eredità.
    grazie in anticipo della risposta ciao.
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No. Non dell'eredità di cui stiamo discutendo.
     
  5. erwan

    erwan Membro Attivo

    nel nostro caso l'erede testamentario è esattamente "nipote, figlio del fratello premorto"

    credo proprio di no, o questa discussione non avrebbe avuto alcun senso...
     
    A valzer piace questo elemento.
  6. erwan

    erwan Membro Attivo

    la figlia sì, la moglie no.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Appunto, nel nostro caso il primo chiamato all'eredità (che non può o non vuole accettare l'eredità) non è figlio o fratello del de cuius. Ergo la rappresentazione non può operare. Manca la condizione iniziale e necessaria.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Nessuno dei due può succedere per rappresentazione del nipote del de cuius!
     
  9. erwan

    erwan Membro Attivo

    è l'interpretazione tradizionalmente più restrittiva dei giudici di legittimità, ma diverse pronunce di merito più recenti sostengono che la rappresentazione operi anche quando il rappresentato non sia solo figlio o fratello, leggendo l'articolo 468 come elenco non tassativo;

    inoltre: se il nipote non può accettare la delazione come si devolve l'eredità?
    se andrà in parte secondo legittima opera nuovamente la rappresentazione, per cui la figlia può esservi chiamata come rappresentante del proprio nonno (cioé il fratello del de cujus);

    (sempre ovviamente se non entrano in gioco altri istituti)
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E' un principio ampiamente consolidato.
     
  11. erwan

    erwan Membro Attivo

    o non avrei parlato di tradizione, ma il fatto è che la rappresentazione può comunque operare a dispetto di questo passaggio.
    per essere sicuri su quali istituti si applicano al caso dovremmo conoscere esattamente il quadro della successione...
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La rappresentazione può operare se sono soddisfatte le condizioni dettate dalla legge (e sulle quali il giudice nomofilattico non è "ondivago").
     
  13. erwan

    erwan Membro Attivo

    ovvero: la rappresentazione opera quando la legge dice che opera?

    :D

    nel caso in esame non è escluso che operi, come già esemplificato: se non ci sono sostituzioni e se non opera l'accrescimento, la rappresentazione si appliccherà su quanto sia devoluto attraverso legittima.
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sicuramente non opera se il primo chiamato è un nipote del de cuius.
     
  15. erwan

    erwan Membro Attivo

    quando non opera la chiamata non vedo a che ti serve indagare sulla qualità del chiamato...

    per il nipote del de cujus la vocazione era testamentaria, per il fratello del de cujus, premorto, può essere legittima;
    la rappresentazione sarebbe allora cosiffatta:
    la figlia del nipote di cui parliamo rappresentante, e suo nonno rappresentato.

    ci siamo?
     
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'avevi fatto (e ammesso) tu. Non io.
     
  17. erwan

    erwan Membro Attivo

    cos'è, il gioco delle tre carte?

    tu stai citando ipotesi in cui sicuramente non opera ed io altri in cui opera, ma - sintetizzando per chi ha perso il filo - non è corretto che tu escluda, come hai fatto all'inizio, che la figlia in qualche modo possa ereditare da questa successione.
     
  18. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Visto che si sta discutendo di una successione necessaria, e non conoscendo che cosa effettivamente il testatore abbia disposto (ha infatti una moglie e una figlia), e il fratello premorto - e quindi il nipote - non è un erede legittimario, non si può dedurre con certezza che la figlia del nipote istituito diventerebbe anch'essa chiamata all'eredità. Per affermarlo, dovrebbero avverarsi delle condizioni, per ora solo ipotizzate.
     
  19. erwan

    erwan Membro Attivo

    veramente non sappiamo neppure questo...

    oh, finalmente ci siamo!
    come avevo scritto alla pagina scorsa: "per essere sicuri su quali istituti si applicano al caso (da possibili a sostituzioni a possibili rappresentazioni passando per altri possibili intrecci ancora) dovremmo conoscere esattamente il quadro della successione"

    con solo un paio di avverbi in più ci saremmo evitati una vagonata di ASCII.....



    :daccordo:
     
  20. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La vagonata è stata in ogni caso utile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina