1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. aldobasso

    aldobasso Membro Ordinario

    Varrei cortesemente conoscere il V/ parere circa la seguente disposizione testamentaria.
    A marzo di quest’anno è morta una vedova lasciando 2 figli maggiorenni i quali già erano comproprietari con la de cuius di 1/3 ciascuno dell’appartamento caduto in successione.
    La vedova, per testamento olografo, ha disposto di lasciare la sua quota pari ad 1/3 della proprietà solamente ad 1 figlio ledendo così la legittima all’altro figlio. Peraltro, il figlio erede testamentario abusando della sua posizione dominante detiene l’intero appartamento, anzi l’ha ceduto ad uso gratuito ad un suo figlio sposato da poco.
    Ciò premesso esprimo il seguente quesito:
    1) Il figlio diseredato può chiedere la reintegrazione della quota di legittima?
    2) Si può inibire l’uso esclusivo dell’appartamento in considerazione che l’altro figlio è comproprietario di 1/3? Nel caso affermativo come agire?
    3) Il figlio erede testamentario, al momento, non intende procedere alla divisione dell’appartamento in quanto sostiene la legittimità del testamento, ignorando la quota di legittima lesa.
    Che consiglio possiamo dare all’amico che si trova, purtroppo, in questa sitazione?
     
  2. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Il figlio erede legittimo può reclamare la sua quota e chiedere la divisione del bene in comunione previo esperimento della procedura di mediazione e conciliazione obbligatoria in questa materia.
    Ciò in via generale, nel particolare occorre far esaminare la situazione da un legale esperto di successioni e diritto immobiliare che avvierà trattative per risolvere in modo bonario la potenziale controversia, potrà assistere l'erede pretermesso in sede di mediazione ed infine, come ultimo rimedio, anche giudiziale.
    Luigi De Valeri
     
    A aldobasso piace questo elemento.
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    il figlio diseredato può agire per ottenere la legittima. dopo potrà chiedere la divisione giudiziale. otterrà meno che con una vendita normale ma sempre meglio del nulla che ha ora.
     
  4. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    mi permetto di aggiungere nell speranza di non essere smentita, in risposta al punto 2) che
    dal momento dell'apertura della successione (data decesso de cuius) potrai richiedere anche il rimborso per il mancato godimento del bene proporzionalmente alla tua quota
    quindi se il godimento esclusivo è stato dato ad un terzo sarà tuo onere provarlo e agire di conseguenza
    (penso che facciano fede anche le utenze)
     
    A aldobasso piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina