1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Luky

    Luky Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti, forse non è il post giusto ma desidero comunque porre una questione delicata e spero che le vs. esperienze e conoscenze mi aiutino a dare una risposta:
    una mia cugina ha un amico, anziano e malato di cancro, il quale è
    separato ma vive con una donna di provenienza americana dalla quale ha
    avuto una bambina che oggi ha 6 anni. In seguito a comportamenti di
    quasi intolleranza ed atteggiamenti poco interessati della convivente
    nei suoi confronti, l'interessato vorrebbe fare testamento senza
    penalizzare alcuno dei suoi eredi legittimi e, nello stesso tempo,
    lasciare una situazione tranquilla dopo la sua morte. Sembra che la
    convivente abbia minacciato di andare via dall'Italia portandosi via la
    bambina se non le viene lasciata grossa parte dell'eredità (casa - auto
    e soldi). Mia cugina ha intenzione di rivolgersi ad un avvocato che possa ricevere il testamento dell'amico e gestirlo dopo la morte di quest'ultimo; non vogliono andare da un notaio. E' possibile tutto ciò? La parcella
    dell'avvocato, in questo caso, riguarderebbe solo la conservazione del testamento o anche la gestione dell'eredità? A quanto potrebbe ammontare la parcella? Nel caso, l'avvocato deve rilasciare una ricevuta o un verbale riguardante la consegna del testamento? :???: Grazie
    Distinti Saluti
     
  2. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    La domanda dovrebbe essere cosi' posta (la cugina non puo decidere nullaper il testatore) : un amico anziano malato separato convive con una donna (B) americana mamma della loro bambina di 6 anni. L'anziano vorrebbe fare testamento favorendo equamente gli eredi legittimi. La convivente minaccia d lasciare l'Italia con la bambina salvo indicarla come erede per gran parte dell'eredità. Puo' l'anziano rivolgersi ad un avvocato che possa custodire il testamento olografo (fatto di pugno) e nominarlo esecuore materiale del testamento. E' possibile tutto ciò?
    Risposta SI
    La parcella dell'avvocato, in questo caso, riguarderebbe solo la conservazione del testamento o anche la gestione dell'eredità?
    Risposta ; ovviamente l'avvocato farà pagare i due servizi
    A quanto potrebbe ammontare la parcella?
    R. Meglio chiedere Lui un preventivo
    L'avvocato deve rilasciare regolare fattura e su richiesta una attestazione che il testamento è depositato presso di Lui

    Meglio comunque andare da un Notaio che per deontologia professionale dovrà comprendere le motivazioni sottostanti al fine di verificare che il sogetto debole non sia sottoposto a pressioni indirette o condizionamenti di sorta.

    La situazione infatti appare poco chiara.

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    PS. alla divisione testamentaria dovra' partecipare anche la prima compagna (moglie) ed i figli di primo letto, visto che viene indicato il soggetto cone " separato". L'intevento del Noatio è opportuno per capire a chi assegnare la quota "disponibile"
     
  3. Luky

    Luky Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie, è stato molto chiaro. Saluti e auguri di Santo Natale e Felice Anno Nuovo
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il guru ha ragione un notaio sarebbe sicuramente la scelta migliore del resto ocnviene pagare il professionista esperto nel settore e all'eredità deve partecipare anche la prima moglie specie se separata e non divorziata. alla nuova compagna non spetta nulla e di fraonte a simili pretese il tuo amico può anche fare due testamenti uno "fittizio" per tacitare l'arpia ed avere un pò di serenità ed un altro POSTERIORE, che ovviamente terrà segreto, nel quale dopo aver revocato il primo decide dei suoi averi secondo i suoi desideri rispettando le sole quote di legittima.
     
  5. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Alla convivente "arpia" potrebbe essere destinata la quota disponibile.
     
  6. Luky

    Luky Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Eccellente idea arianna26 quella di fare 2 testamenti, semmai il fittizio in data antecedente al "regolare" nel quale si tracriverà la revoca del precedente. Giustissimo anche il consiglio di Rossi per la destinazione della quota disponibile, in definitiva la convivente è e resta la madre della figlia. Grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina