1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. masagu

    masagu Membro Attivo

    Ho letto che il tetto max per le detrazioni relative alle colf é 1549,37 euro. Non ho ben capito però se inserire la somma di tutti i mav che si pagano ogni 3 mesi o il calcolo avviene divesamente? Sul 730 precompilato vedo giá un importo ma voglio sincerarmi che sia corretto così come la quota del mutuo. Come verifico?
     
  2. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Premesso che non si deve parlare di tetto massimo, ma di tetto, l'importo da mettere in detrazione è:
    - l'importo pagato, se non superiore a € 1.549
    - € 1.549, se l'importo pagato è superiore a € 1.549.
     
  3. masagu

    masagu Membro Attivo

    Grazie giocatore...ho visto che per gli interessi del mutuo nel foglietto della banca la detrazione precompilata nel 730 corrisponde.
     
    Ultima modifica: 8 Maggio 2015
  4. masagu

    masagu Membro Attivo

    Uhm...leggo nelle istruzioni del 730 però quanto segue:
    "Rigo E23 - Contributi per gli addetti ai servizi domestici e familiari: indicare i contributi previdenziali e assistenziali versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o familiare (es. colf, baby-sitter e assistenti delle persone anziane), per la parte a carico del datore di lavoro. L’importo massimo deducibile è di 1.549,37 euro".
    Ma che significa esattamente "per la parte a carico del datore di lavoro"? Non devo quindi sommare l'importo di tutti i mav pagati nel 2014? Bisogna forse sottrarre qualcosa? :occhi_al_cielo:
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Siccome tu stai compilando la TUA dichiarazione devi detrarti i contributi a tuo carico (datore di lavoro).
    In pratica significa che i contributi che si versano (per esempio all'INPS) sono una parte a carico del datore di lavoro e una parte a carico del dipendente.
    Se sei un lavoratore dipendente ( o lo sei stato) nella busta paga troverai oltre all'IRPEF ( trattenute fiscali) anche le trattenute previdenziali (contributi per la tua pensione) a tuo carico e che più o meno sono pari al 10%.
    IL tuo datore di lavoro (o il tuo ex datore di lavoro) per la TUA pensione verserà oltre al 10% un altro 23% (a carico del datore di lavoro).
    Nel caso della Colf, il funzionamento è lo stesso. Devi verificare la ripartizione dei contributi e verificare quant'è quella a tuo carico. Io non lo so perché non ho la colf. Se vai sul sito dell'Inps, di sicuro, troverai tutte le informazioni.
     
    A masagu piace questo elemento.
  6. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sì, ma come la verifica? Ci sono percentuali a carico dell'uno e dell'altro? Quali sono?
     
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Prova a leggere dentro a questo link, ci dovrebbe essere tutto quello che serve, anche il calcolo dei contributi:
    INPS - Come fare per
     
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ho provato a fare una simulazione con dei dati inventati, il risultato è questo:

    Importo dei contributi trimestrali da versare a cura del datore di lavoro da indicare sul bollettino: 303,00 di cui 75,00 corrisponde all'importo dei contributi trimestrali a carico del lavoratore da trattenere, ripartiti in misura mensile da parte del datore di lavoro, della busta paga.

    Penso che con un calcolo semplicissimo si possano scorporare dal Mav le due quote di competenza..
     
  9. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Pensi, quindi non ne si scuro?
     
  10. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ecco, evidenziati in giallo, i contributi a carico del dipendente domestico, per ogni ora di lavoro retribuito....
     

    Files Allegati:

    A alberto bianchi piace questo elemento.
  11. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Finalmente scappano fuori i dati!
     
  12. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Difronte ad un esimio matematico come te non volevo suggerire come calcolarli perché sarebbe superfluo.
     
  13. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Io sarò anche un genio della matematica, ma senza i dati di partenza sono letteralmente incapace di fare i conti.
     
  14. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bravo @essezeta67, si vede che sei del mestiere.
    Ingenié, se scorpori la ripartizione dall'esempio che ti ho proposto, arrivi allo stesso rsultato. Cambierà, forse, di qualche centesimo di euro, che, riportato in dichiarazione arrotomdato, scompare del tutto.
     
  15. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se ti riferisci ai dati della Colf di @masagu hai ragione, ma quelli della tua li devi conoscere.
     
  16. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Io non ricordo di aver mai scorporato per arrivare ad un qualche risultato, tutt'al più avrò preso i dati da qualche parte.
     
  17. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Va bene, tagliamo la testa al toro. Ti dimostro che le cose complicate diventano semplicissime.
    Partiamo dalla simulazione fatta con il calcolatore del sito INPS:
    Incidenza del contributo a carico del lavoratore:
    (75,00x100 ) : 303,00 = 24,75% quota contributo a carico lavoratore
    100,00- 24,75 = 75,25 % quota contributo a carico del datore di lavoro
    Conoscendo l'importo dei Mav (Bollettini) pagati nell'anno diventa superfluo anche conoscere l'incidenza percentuale sulla retribuzione imponibile a contributi.
    Proseguiamo, per esempio:
    Sono stati pagati 4 Ma da 450,00 Euro (è una colf che guadagna bene) per un totale di 1.800,00 Euro
    di conseguenza:
    1800,00 x 75,25% = 1.354,50 Euro Contributo a carico del datore di Lavoro, integralmente detraibile in quanto l'ammontare detraibile Massimo è pari a 1.549,00.
    2° Esempio:
    contributo trimestrale di 600,00 Euro = 2400,00 Euro annui, di cui a carico del datore di lavoro 1806, detraibili solo per 1.549,00.

    N.B.:
    Prova a fare i calcoli con il barème degli scaglioni e relative aliquote e vediamo che differenza salta fuori.
     
  18. masagu

    masagu Membro Attivo

    Grazie Alberto. Ottimo link!:ok:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina