• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Batman99

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#1
L'appartamento di cui sono proprietario è una sopraelevazione costruita a inizio anni 60 su una parte di terrazzo condominiale su progetto regolarmente approvato, per cui l’appartamento in questione è totalmente facente parte del condominio del palazzo in questione.

Questo appartamento ha una tettoietta pensilina parapioggia (tettoia aggettante) che circonda i tre lati esterni dell’appartamento. Pensilina fatta in amianto al tempo. Naturalmente anche il palazzo sottostante ha una pensilina parapoggia che gira intorno a tutto il palazzo fatta con tegole.

La domanda è, essendo la pensilina parapioggia fatta di amianto e dovendo quindi essere rimossa e sostituita con una non di amianto, la sua rimozione e sostituzione può considerarsi a carico del condominio tutto in proporzione millesimale? Cioè la possiamo considerare come un’estensione della pensilina del palazzo sottostante visto che l’appartamento in questione è parte a tutti gli effetti del palazzo?
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
#2
Se capisco bene la pensilina di amianto funge da riparo pioggia solo al tuo appartamento ed è fissata al muro perimetrale proiezione del solo tuo appartamento. Ricapitolando, protegge solo i fruitori del tuo appartamento, e quindi direi sia una spesa a tuo carico.
 

Batman99

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#3
Esatto. Copre esclusivamente due lati dell'appartamento e il terzo lato pure, ma questo terzo lato affaccia sulla terrazza condominiale. Quello che non capisco peró è perchè allora io dovrei pagare per eventuali sistemazioni del parapioggia sottostante che copre il resto del palazzo, se io sto al di sopra di esso....
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#4
Quello che non capisco peró è perchè allora io dovrei pagare per eventuali sistemazioni del parapioggia sottostante che copre il resto del palazzo, se io sto al di sopra di esso....
Infatti non è detto tu debba pagare ciò che non ti compete...solo che una striminzita descrizione non può sostituirsi ad una verifica di atti e regolamenti e "consuetudini".

Ps.
Non è poi detto che sia imperativa la "sostituzione" della copertura in amianto.
Vi sono anche tecniche di "inertizzazione".
 
Ultima modifica:

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#5
la descrizione è un pò confusa. L'appartamento costruito in sopraelevazione avrà un copertura altrimenti gli piove dentro e l'acqua finirebbe nei piani sottostanti: questa copertura a mio avviso è diventata condominiale anche se il tetto spiovente aggetta. La copertura dell' aggetto, anche se questo dovesse essere zancato al muro esterno dell'appartamento sopraelevato, proteggerà la parte scoperta del lastrico di copertura degli appartamenti sottostanti, oppure coprirà parte dell'aggetto sottostante, a mò di pagoda, e quindi rimane sempre, a mio avviso condominiale.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#6
La copertura dell' aggetto, anche se questo dovesse essere zancato al muro esterno dell'appartamento sopraelevato, proteggerà la parte scoperta del lastrico di copertura degli appartamenti sottostanti, oppure coprirà parte dell'aggetto sottostante, a mò di pagoda, e quindi rimane sempre, a mio avviso condominiale.
Non è detto.
E' intuibile (servirebbe foto) che la pensilina/tettoia in aggetto esista a solo beneficio dell'attico (quella in eternit).
Se era un lastrico solare significa che era già predisposto a fungere da tetto (impermeabilizzato)...e qualsiasi "ombrello" aperto sopra è utile solo a chi "vive" tale piano.
Viceversa quello "sporgente" rispetto al muro perimetrale dell'edificio potrebbe (ho usato il condizionale) essere anche un motivo "ornamentale" e/o comunque era parte comune (prima non esisteva l'attico) in quanto prosecuzione del tetto.
 
Ultima modifica:

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
#7
Ma la pensilina condominiale è a copertura di un marciapiedi che immette al fabbricato o ogni appartamento ha una pensilina a copertura del suo terrazzo? Questa è la differenza, tu hai una copertura in eternit che funge da copertura della tua terrazza come tutte le altre unità o l'altra pensilina copre solo il passaggio condominiale?
 

moralista

Membro Senior
Professionista
#10
Se la pensilina-tettoia o gronda che sia, se serve a proteggere i condomini nello sporto la spesa per la sostituzione se necessaria è a carico di chi ne trae profitto in base ai mm. di pp
 

Batman99

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#11
Cerco di spiegarmi meglio. L'appartamento in questione è stato costruito con progetto regolare su parte della terrazza condominiale (comprata regolarmente da chi poi ha costruito l'appartamento). Quando è stato costruito è stata fatta mettere anche questa tettoietta parapioggia intorno all'appartamento. Quindi funge da parapioggia solo per l'appartamento in questione dato che il palazzo ha già, sotto, un parapioggia che copre il resto del palazzo. Per spiegare meglio l'appartamento è una diciamo sopraelevazione costruita su una parte della terrazza condominiale.
 

Batman99

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#12
Ma io mi domando...se domani puta caso si decidesse di rifare la pittura del palazzo...allora anche i muri esterni dell'appartamento in questione dovrebbero essere ripitturati in quanto facente parte del palazzo...e allora perchè la rimozione/sostituzione di questa tettoietta dovrebbe essere solo a carico mio? Il dubbio sta qui...pur coprendo solo il mio appartamento la tettoietta non dovrebbe essere considerata come un'ideale estensione del parapioggia del palazzo visto che il mio appartamento fa parte del palazzo a tutti gli effetti?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#15
allora anche i muri esterni dell'appartamento in questione
NI.
Si potrebbe obbiettare che mentre i muri perimetrali dell'edificio originario servono al sostegno dello stesso e quindi anche del tuo attico...i muri di questo, essendo stato aggiunto dopo, non hanno alcuna funzione se non per te stesso.

Mi pare di aver letto una sentenza su caso inerente ...ma son passati anni e non ricordo la massima espressa.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#20
il cornicione aggettante di un tetto è di competenza condominiale; la pensilina di solito serve una limitata quantità di proprietari quindi la sua manutenzione è a carico di chi se ne giova.
Qui la discussione si è incernierata se il tetto di casa tua è da considerarsi condominiale o tua proprietà esclusiva. Secondo me è condominiale perché tu sei entrato a far parte del condominio, hai dei millesimi di proprietà condominiali che sono stati riformati in forza della tua sopraelevazione.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto