1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Suz

    Suz Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,
    sto per acquistare un appartamentino a Milano, con l'intenzione di affittarlo. Da quel che leggo sul forum, però, e anche dal sentito dire di amici e conoscenti, voglio assolutamente evitare il classico contratto 4+4, che lascia il padrone di casa totalmente indifeso nei confronti dell'inquilino.
    Ci sono altri tipi di contratto?
    La mia intenzione sarebbe di fare affitti brevi (1-6 mesi) oppure brevissimi (una settimana, o il weekend, o a giornate), rivolgendomi sia a privati (studenti, turisti) che ad aziende che avessero bisogno di collocare a Milano temporaneamente il loro personale.
    Posso agire sia come privato che come azienda io stessa, nel caso.

    Cosa mi consigliate?
     
  2. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    la tipologia del contratto in se non rileva gran che: quel che rileva
    1- profilo del conduttore ( acquisire informazioni con delega anti privacy)
    2- garanzia fideiussoria qui discussa:

    http://www.propit.it/threads/fideiussione-come-funziona.30085/[DOUBLEPOST=1393682950,1393682795][/DOUBLEPOST]PS : aggiungasi :copia busta paga, lavoro a tempo indeterminato ? ; fargli i calcoli in tasca : con il reddito famigliare ce la farà a pagare affitto e spese condominiali ?
     
  3. Suz

    Suz Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Scusa, non ho capito la tua risposta. Vorrei evitare fidejussioni e soprattutto vorrei evitare gli affitti 4+4.
    Come si fa per affittare a settimana, o a giorno, o a mese, con pagamento anticipato?Devo diventare una struttura turistica, o posso farlo come privato?
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

  5. Suz

    Suz Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie per il link!
    Deduco quindi che:
    - non posso fare Bed&Breakfast in quanto l'appartamento in questione non è la mia residenza;
    - potrei fare Affittacamere (ma non ho capito se in questo caso dovrei fornire anche la colazione: allora non mi interessa) con P.IVA.
    - o potrei fare Appartamento Turistico, senza P.IVA, quindi come privato, con contratti di 3 tipi: weekend, casa-vacanza (7-30 gg), transitorio (1-18 mesi).
    Non ho capito quali sono i 5 adempimenti del B&B a cui il testo fa riferimento per le modalità di gestione dell'appartamento turistico.

    E qualcuno sa dove posso trovare dei fac-simile di questi contratti?
    Grazie mille
     
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Potrebbe essere la soluzione migliore.
    Senza colazione.
    1) le norme inerenti l’HACCP per la somministrazione delle colazioni e soprattutto l’osservazione di quanto stabilito della nuove normative di cui al Decreto Legislativo 26 marzo 2010 n.59 che impone per la somministrazione di alimenti e bevande la professionalità (vedi le pagine del sito dedicate a questo argomento (clicca[​IMG]) , 2) quelle sulla denuncia delle persone alloggiate all'Autorità locale di Pubblica Sicurezza entro 24 ore (come sopra indicato)3) quelle inerenti alla denuncia alla Provincia ai fini statistici ISTAT delle persone alloggiate, 4) quelle fiscali inerenti la ricevuta da dare all’Ospite alla fine del soggiorno, 5) la tutela dei dati personali di ogni Ospite (cd. Legge Privacy.)
    1) colazione
    2) denuncia alla P.S. degli alloggiati
    3) comunicazione alla provincia del totale delle persone ospitate
    4) rilasciare la ricevuta al cliente per documentare gli introiti
    5) non portare a conoscenza di nessuno dei dati personali del cliente

    Alla sede dell'UPPI della tua città.
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    potresti stare tranquillo e non cercare di crearti problemi, che ne abbiamo a josa con questi locatari, che pagano quando vogliono e per liberarti del contratto sia transitorio che stagionale che turistico se non vanno via e non ti pagano la trafila è la stessa
     
  8. Suz

    Suz Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Beh, per i soggiorni turistici mi farei pagare prima; e se poi non se ne vanno, gli faccio i bagagli e glie li faccio trovare fuori dall'ingresso.
    Non ditemi che non si può neppure in questi casi, per favore... :confuso:
     
  9. nzino

    nzino Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,
    scusate se mi intrometto, ma mi chiedevo se per affittare case vacanza si deve avere il certificato energetico, perché all'agenzia delle entrate un'impiegato mi dice di si e un'altro no, potreste darmi una mano?
    Grazie.
     
  10. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Stessa solfa.
    Passeresti dei guai tu.
     
  11. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Con il decreto legge 145 art. 1 comma 7 del 23/12/2013, i contratti di compravendita immobiliare e di locazione devono avere una apposita clausola con la quale l'acquirente o l'affittuario dichiarano di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell'attestato, in merito all'attestazione della Prestazione Energetica. Copia dell'Attestato di Prestazione Energetica deve essere allegato al contratto, tranne per le locazioni di singole unità immobiliari. L'obbligo permane per la locazione di interi edifici.

    Sono esclusi dall'obbligo i contratti non soggetti a registrazione, quali le locazioni di durata inferiore ai 30 gg all'anno.
     
  12. nzino

    nzino Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie ancora per la celere risposta.
     
  13. Suz

    Suz Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Perchè mai dovrei passare dei guai io?
    Se mi configuro come attività turistica, per soggiorni da 2-3 gg o a settimana, non è più un contratto d'affitto con un inquilino. La mia intenzione sarebbe proprio di fare la porta d'ingresso con serratura a combinazione, o a tessera magnetica, che resta valida per il periodo pagato, dopo di che scade, semplicemente.
    Ci sono leggi che lo impediscono?

    Scusate tutte queste domande, ma per me è un mondo nuovo e per alcuni aspetti anche incomprensibile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina