1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. stenn60

    stenn60 Nuovo Iscritto

    PARADOSSALE.....è stato realizzato un fabbricato ricadente in parte su un tracciato di strada i cui vincoli erano decaduti da piu di 5 anni, al momento del rilascio del P.d.C. era già stata adottata una variante generale al P.R.G. in cui tale tracciato di strada era stato stralciato. Un P.M. ha sequestrato l'immobile ritenendo il P.d.C. illegittimo poiché, a suo giudizio, si doveva attendere il completo ITER della variante al P.R.G. adottato. Il comune non ha mai revocato l'atto ritenendolo legittimo, in quanto obbligato alla decadenza dei vincoli, a rideterminare l'area. Oggi dopo l'approvazione della variante, e una condanna pecuniaria sia per il committente che per l'ufficio tecnico, viene negato il titolo edilizio se pur in sanatoria ma conforme allo strumento urbanistico vigente, ritenendo che, il fabbricato si deve prima abbattere per poi poter consentire la sua ricostruzione in copia. Il paradosso è che il comune in questo caso anche se complice dell'eventuale abuso edilizio realizzato, secondo la legge potrebbe acquisire al patrimonio comunale l'immobile realizzato, in caso di mancato demolizione. Paradossale.... se si pensa che sul tracciato stradale, mai realizzato e stralciato nella variante al P.R.G. attuale strumento urbanistico, sono stati realizzati fabbricati di grosse dimensioni e sanati con le periodiche leggi sul condono edilizio. Paradossale se si pensa che chi ha atteso mestamente e nel rispetto delle leggi il rilascio di un titolo edilizio rischia di essere espropriato della proprietà da chi lo ha, anche se indirettamente, indotto in questa situazione, rilasciando il titolo edilizio ritenuto poi illegittimo. In che stato di diritto viviamo............. uno stato che primo te lo concede e poi per altre mani te lo vuole togliere del tutto.......PARADOSSALE. Chiedo se qualcuno sia sventuratamente incappato in una situazione analoga.......grazie[/FONT]
     
  2. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Ci sono ormai sentenze di cassazione che sostengono che sia sufficiente la conformità allo strumento urbanistico vigente e non è necessaria la conformità allo strumento urbanistico in vigore al momento dell'abuso,proprio per evitare l'assurità di dover demolire per poi ricostruire identico immobile. Cerca con un po di pazienza in internet sul Portale del Tecnico Lombardo.
     
  3. stenn60

    stenn60 Nuovo Iscritto

    ci sono anche pareri del Consiglio di Stato.... ma vaglielo a mettere in testa ai magistrati...quelli vogliono le leggi ..perchè dicono che di sentenze e pareri uguali e contrari ce ne sono a iosa...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina