• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

lelax

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti , ho un appartamento che per pena ho ospitato delle persone dopo 3 anni che non percepivo nulla ho solo chiesto di pagarmi le bollette non l hanno fatto , a dicembre visto che la casa era in vendita mi hanno anche fatto perdere l' affare e siamo arrivati a giugno anche avvisandoli di andarsene che il primo giugno non ci sarebbe più stata luce e gas hanno fatto finta di nulla sono ancora dentro, cosa vado incontro? dato che mi hanno detto che partira' la denuncia hanno anche 2 minori, in piu' l'altro proprietario al 50% oltre a me ha la residenza li grazie
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
ho un appartamento che per pena ho ospitato delle persone dopo 3 anni
Poco credibile.
Se ospiti qualcuno "per bontà" significa che concedi in comodato e non puoi poi pretendere pagamenti.

Provvedere autonomamente al distacco di certi servizi per farli sgombrare equivale ad esercizio arbitrario delle proprie ragioni...corri dei seri rischi.

Ps.
Leggi il Regolamento....c'è scritto che non si devono aprire più topic (discussioni) sullo stesso argomento.
 

lelax

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
E da novembre che non se ne vanno e mi trovo a pagare tutto io ormai il danno lo fatto a sto punto domani vendo la mia parte di appartamento dato che le utenze erano intestate a me già a novembre ho perso la vendita perché non se ne sono andati purtroppo anche il mio compagno ha perso il lavoro io non riesco più a sostenere tutte le spese lo staccata per esasperazione ora non sono ancora riuscita a parlare con un avvocato però ormai il danno è stato fatto
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
E da novembre che non se ne vanno e mi trovo a pagare tutto io ormai il danno lo fatto a sto punto domani vendo la mia parte di appartamento dato che le utenze erano intestate a me già a novembre ho perso la vendita perché non se ne sono andati purtroppo anche il mio compagno ha perso il lavoro io non riesco più a sostenere tutte le spese lo staccata per esasperazione ora non sono ancora riuscita a parlare con un avvocato però ormai il danno è stato fatto
Quando non si conoscono le norme bisognerebbe cercare aiuto/consiglio "prima" di agire.

Tu avevi tutto il diritto di non pagare le fatture di chi "eroga" i servizi.
Erano costoro a prendersi in carico i "rischi" del distacco.

Forse sei ancora in tempo per "riparare"...una causa ti comporterebbe spese rilevanti specie se vi è la sicurezza di perdere.
 

lelax

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Il problema che già mi scrivevano avvocati per pagare ho dovuto tirare fuori 1580 euro e non ho più soldi non posso farmi rovinare il nome è questa compagnia non le staccava ne luce ne gas continuavano a erogare il servizio è aumentava sempre più
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
Non fare del male ch'è peccato, non fare del bene ch'è sprecato! A parte questo non hai minimamente chiarito la situazione che pone molti interrogativi: hai un contratto scritto del comodato? Lo hai registrato? E' pensabile che per tre anni gli uffici finanziari e comunali possano avere ignorato ai fini fiscali la tua posizione di comproprietaria della casa? E di quello che oltretutto ci risiede per la sua parte hai appurato come si è regolato in merito? E' lui che paga le utenze domestiche visto che, come dici, continuano ad essere erogate? Oppure i relativi contratti permangono intestati, come presumibile, a te?
Dici inoltre di non essere" riuscita a parlare con un avvocato" perché ormai "il danno è stato fatto"; ma il "danno" appare invece destinato all'infinito se pensi che si risolva da solo senza l'intervento di un legale, e molto abile, per dipanarti una matassa del genere.
Affermi pure di non essere riuscita a vendere la tua parte di proprietà; ma dove pensi di trovare di conseguenza un acquirente, il quale oltretutto dovrebbe pure accertarsi bene circa la posizione e gli intendimenti in merito del comproprietario vivente nella casa?
Trattasi quindi d'una situazione 'kafkiana' al punto da sembrare una bufala postata solo per far perdere tempo a chi ingenuamente ce lo sacrifica. Passo e chiudo.
 

lelax

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Non fare del male ch'è peccato, non fare del bene ch'è sprecato! A parte questo non hai minimamente chiarito la situazione che pone molti interrogativi: hai un contratto scritto del comodato? Lo hai registrato? E' pensabile che per tre anni gli uffici finanziari e comunali possano avere ignorato ai fini fiscali la tua posizione di comproprietaria della casa? E di quello che oltretutto ci risiede per la sua parte hai appurato come si è regolato in merito? E' lui che paga le utenze domestiche visto che, come dici, continuano ad essere erogate? Oppure i relativi contratti permangono intestati, come presumibile, a te?
Dici inoltre di non essere" riuscita a parlare con un avvocato" perché ormai "il danno è stato fatto"; ma il "danno" appare invece destinato all'infinito se pensi che si risolva da solo senza l'intervento di un legale, e molto abile, per dipanarti una matassa del genere.
Affermi pure di non essere riuscita a vendere la tua parte di proprietà; ma dove pensi di trovare di conseguenza un acquirente, il quale oltretutto dovrebbe pure accertarsi bene circa la posizione e gli intendimenti in merito del comproprietario vivente nella casa?
Trattasi quindi d'una situazione 'kafkiana' al punto da sembrare una bufala postata solo per far perdere tempo a chi ingenuamente ce lo sacrifica. Passo e chiudo.

Comunque ho messo la mia situazione in mano a un legale ora parte lo sfratto e togliere luce e gas mi ha detto che non comporta nulla dato che hanno la residenza potevano benissimo fare una voltura o un contratto gas luce a nome loro ma quello che ho capito volevano solo farsi mantenere da me
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Indubbiamente tre anni per accorgersi che gli ospiti sono dei parassiti mi sembrano davvero tanti!
 

lelax

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Hanno 2 bambini piccoli finché ho potuto lo fatto solo per i bambini poi quando vedi che si approfittano e non vedi nemmeno la buona volontà da parte loro e entrambi lavorano e la cocaina e il loro primo pensiero sai arrivi a un certo punto che dici basta
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ielax se ora il tuo avvocato riuscirà nell'ardua impresa di riappropriarti dell'immobile lasciato per tre anni in balia di due tossicomani con bambini piccoli, potrai dire basta e stappare una bottigliona di quello buono; se non ci riuscirà allora sarai tu a doverti dedicare alla cocaina.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Comunque ho messo la mia situazione in mano a un legale ora parte lo sfratto e togliere luce e gas mi ha detto che non comporta nulla dato che hanno la residenza potevano benissimo fare una voltura o un contratto gas luce a nome loro ma quello che ho capito volevano solo farsi mantenere da me
Come fa a essere uno “sfratto” , se non c’è contratto di affitto ?
 

lelax

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Comodato d uso con rimborso spese dopo tutto 400 al mese non si può chiamare affitto
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Se non è un affitto (ma sembra un affitto in nero, onestamente) , non c'è tecnicamente uno sfratto.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Comodato d uso con rimborso spese 400 al mese
Come ha già fatto notare @Antonio Abiuso nel post n.# 6, non è chiaro se il comodato d'uso è stato formalizzato con un contratto scritto e firmato dalle parti.
Se sì, il contratto di comodato è stato registrato all'Agenzia delle Entrate?
Prevede un rimborso spese di 400 euro mensili?

400 euro al mese assomigliano più ad un canone di locazione, che ad un rimborso spese. Quanto è grande l'appartamento di cui stiamo parlando?
 

lelax

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
2 locali niente scritto e non ci sono né ricevute ne pagamenti tracciabili però hanno residenza e dichiarazione di ospitalita
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ielax, hai concesso per tre anni l'uso d'una parte di casa tua ai due disperati, che inizialmente hai inteso dire gratuito, per misericordia; poi son saltati fuori i 400 euro mensili che per me rappresentano (concordo con Uva) di fatto un canone locativo.
Questo però non significa nulla giacché senza un regolare contratto non sono 'sfrattabili'.
Però da quanto hai fatto poi presente deduco che il tuo avvocato ben sappia comunque
come regolarsi per risolvere il tuo caso. E te lo spiego in base a queste considerazioni.
L'unica strada percorribile è quella di agire in tribunale per "restituzione" dell'immobile a motivo della sua "occupazione senza titolo". Dove si tratterà di dimostrare soltanto che i disperati si trovano ad abitare in casa tua (prova elementare visto che, come hai scritto, vi hanno la residenza). Né costoro potrebbero addurre il versamento periodico d'una qualsiasi somma a sostegno della tesi contraria (esistenza cioè del rapporto locativo) poiché se la vedrebbero di certo respinta in assenza del relativo contratto (per quanto detto sopra).
Su questi presupposti la situazione appare meno tragica del prevedibile, come penso abbia ritenuto il tuo legale. Invero l'azione di rilascio, pur dovendosi proporre sempre in Tribunale
non presenta i templi biblici delle cause 'ordinarie' poiché vi va introdotta con il rito di quelle del 'lavoro' che, come tali, hanno una tempistica decisamente molto più ridotta.
In pratica si tratta di presentare un ricorso (non una citazione) dietro cui il giudice fissa a
breve (per legge entro cinque giorni) l'udienza alla quale le parti dovranno personalmente comparire e se in tal sede non sorgono necessità di qualche differimento del giudizio per esigenze d' "istruttoria" (cioè d'acquisizione d'altri elementi di prova in merito) può già venire emessa la sentenza costituente titolo per eseguire lo sloggio. Ovviamente poi i tempi successivi dell'esecuzione possono poi dilatarsi in analogia a quello dello sfratto; e per i quali è sempre opportuno sacrificare a Giove almeno un pollastro. In bocca al lupo.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Le richieste non devono essere pubblicate nel box. Questo box può essere utilizzato per indicare una frase di accompagnamento ai messaggi.
buonasera..allo stato attuale abito con mia madre ..sono disoccuppata.
Quando mia madre sarà defunta questa casa dovrò dividerla con mio fratello.
Mio fratello percepisce una pensione di invalidità e ha un amministratore di sostegno.
Nel corso di questi anni mia madre ha accumulato debiti e quindi in caso di successione si ripercuoterà sugli eredi.
io posso decidere di pensarci se accettare l'eredità?quanto tempo?
Alto